Guida al Brasileirão 2014 – Fluminense, Cristoforo per cambiare rotta

fluescudoDici Fluminense e pensi a giustizia, tribunali e carte bollate. Da dicembre è così, in Brasile, per la storiaccia della penalizzazione di Flamengo e Portuguesa e del ripescaggio tricolor, ufficializzato più volte dal fallimento dei ricorsi della Lusa. Del resto, la macchia della retrocessione è difficilmente cancellabile nel breve periodo. E va ad intaccare la considerazione verso un club che ha conquistato due volte negli ultimi 4 anni il Brasileirão, più una Copa do Brasil e due finali continentali dal 2007. Nel 2013, quasi nulla ha funzionato. Tre allenatori (Abel Braga, Vanderlei Luxemburgo, quindi l’inutile tentativo finale con Dorival Júnior) non sono riusciti a mettere assieme i cocci di una squadra frantumata da cessioni non surrogate (Thiago Neves, Wellington Nem) e infortuni a lungo periodo (Deco, poi ritiratosi, quindi Carlinhos e Fred). Il rientro a pieno regime degli ultimi due, sommato al ritorno dopo due anni e mezzo dell’idolo Darío Conca, non dissolve i dubbi su una squadra che presenta troppi buchi per poter essere inserita tra le pretendenti al titolo. La difesa non dà garanzie, il centrocampo è incompleto dopo la partenza dell’ex leccese Edinho al Grêmio, non esistono in rosa partner pienamente complementari per Conca e Fred, manca una seconda scelta nel ruolo di laterale sinistro, vera piaga della scorsa stagione. Così, rischia di non bastare il solito cambio di panchina, con l’uscita di scena dopo poco più di 3 mesi del contestato Renato Gaúcho e il ritorno da allenatore di Cristóvão Borges, già al Flu da giocatore a cavallo degli anni 70 e 80. Toccherà a lui, il cui nome in italiano significa Cristoforo, portare le Caravelle tricolori a toccar terra.

Fluminense FC 4-4-2 football formation

IL MERCATO – La retrocessione evitata solo per la dabbenaggine altrui non ha provocato uno stravolgimento della rosa, come molti si sarebbero attesi. Anche se a lasciare sono stati in tanti: da Edinho all’anziano Felipe, passando per i mediocri Rhayner, Marcelinho e Anderson e i giovani Samuel e Igor Julião, volati negli Stati Uniti. E in entrata? Quantitativamente poca roba. Però di primissima qualità, escludendo il discreto Chiquinho dalla Ponte Preta e l’ultimo probabile arrivo, il volante Edson dal São Bernardo. Dal Guangzhou Evergrande riecco Darío Conca, annunciato via video al Maracanã prima del match col San Paolo nello scorso Brasileirão. A fargli compagnia c’è Walter, prestato dal Porto, reduce da 13 gol al Goiás e da una dieta drastica: i 106 chili con cui si è presentato a Rio a fine gennaio sono scesi a 92.

LA STELLA – A una fuoriserie se n’è aggiunta un’altra. Fred c’era già, e ora c’è pure Darío Conca, a ricomporre una coppia che ha portato in dote una finale di Copa Sudamericana (2009) e un Brasileirão (2010). Centravanti titolare della nazionale il primo, strapagato in Cina ma mai preso in considerazione dall’Argentina il secondo: così va la vita. Ma mentre Conca rappresenta l’unanimità nella torcida del Fluminense, i rapporti con Fred paiono essersi parzialmente deteriorati dopo l’infortunio dello scorso anno, le scarse prestazioni dei primi mesi del 2014 e la denuncia nei confronti delle tifoserie organizzate per l’aggressione subita da alcuni individui all’uscita da un allenamento.

  • Francesco Carelli

    Attacco secondo solo all’Atl MG in Brasile, secondo me. E sono contento che finalmente Edinho se ne sia andato (da tifoso ero arrivato ad odiarlo..), se solo Diguinho (giocatore strano) tornasse quello di qualche anno fa… Va trovato un allenatore decente che risolva i problemi mentali, la rosa è comunque di alto livello

  • Manuel

    Che dire una squadra che in Brasile è detestata da praticamente tutti perchè ogni volta che retrocede viene in qualche modo ripescata! O passa direttamente in massima serie dalla C!
    Comunque parlando invece di calcio giocato la rosa è sicuramente buona ma lo era d’altro canto anche quella dello scorso anno quando è RETROCESSA IN SERIE B! E se il bahia(allenato dall’attuale allenatore del Flu,strana coincidenza come già dissi poco tempo fa! non avesse tirato i remi in barca concedendo la vittoria)ora ci sarebbe il Vasco a beneficiare di questa cosa! Veramente brutto che spesso in Brasile i tribunali ribaltino i verdetti del campo! ma ormai x certi è abitudine… Rosa da metà-alta classifica credo e va già bene così visto le premesse…