Guida al Brasileirão 2014 – La fame del Grêmio

gremioescudoAncora una stagione, e faranno due decenni dall’ultimo Brasileirão conquistato dal Grêmio: un’enormità. Era il 1995, davanti furoreggiava Mario Jardel e in panchina sedeva Luiz Felipe Scolari. Un timaço che in finale sconfisse la Portuguesa di Zé Roberto, attuale tricolor, per poi entrare in un limbo dal quale il club fatica ancor oggi, quasi 20 più tardi, a uscire. Chissà quindi che non sia finalmente questo l’anno buono per aggiornare un albo d’oro che, a livello nazionale, resta piantato alla Copa do Brasil vinta nel 2001 sul Corinthians. Il primo quadrimestre, intanto, è scivolato via senza troppi intoppi, soprattutto in campo internazionale: il secondo posto generale nella classifica delle qualificate agli ottavi di Libertadores, dietro solo agli argentini del Vélez Sarsfield, inserisce di diritto il Grêmio tra le favorite al successo finale. San Lorenzo permettendo, ovviamente (andata domani notte al Nuevo Gasometro). Qualcosa, però, pare essersi rotto nelle ultime settimane. Perché se è vero che il Gauchão conta ormai zero, tanto da essere affrontato quasi interamente con le riserve, un doppio ko in finale contro l’Internacional brucia e non poco. Tanto che alcuni tifosi, qualche giorno dopo il tremendo 1-4 del ritorno, hanno contestato in maniera vibrante la squadra al grido di “mercenari”. In una tale situazione di tensione, è dovuto intervenire il presidente Fábio Koff, in sella anche nell’anno della doppietta Libertadores-Intercontinentale (1983), per garantire la fiducia a Enderson Moreira, 42 anni, ex giovanili dell’Internacional e reduce da uno splendido lavoro al Goiás. È con lui il Grêmio proverà ad interrompere un digiuno divenuto ormai particolarmente imbarazzante.

Grêmio FBPA football formation

IL MERCATO – In inverno, il Grêmio si è dato all’arte del fai da te, salutando tre pedine titolari del 2013 e rimpiazzandole con elementi fatti in casa. Dida (Internacional) ha lasciato il posto al suo secondo, Marcelo Grohe, uno abituato alla spola tra campo e panchina; Alex Telles, miglior laterale mancino dello scorso Brasileirão volato al Galatasaray, ha passato il testimone a un altro menino, Wendell; infine, il classe ’93 Luan non si è fatto intimorire dall’eredità del cileno Vargas e Ramiro ha ben sostituito Elano. In entrata, ecco l’ex Maiorca Geromel, Dudu dalla Dinamo Kiev, Rodriguinho dal Corinthians, l’argentino Ruíz dal San Lorenzo e l’ex leccese Edinho, un tempo idolo dell’Internacional e ora ripudiato dai suoi ex tifosi. Fondamentale, infine, aver trattenuto il centrale Rhodolfo, anche se in cambio di Souza, prestato al San Paolo.

LA STELLA – Con Zé Roberto frenato dall’età (40 anni a luglio) e dagli infortuni, è Hernán Barcos l’uomo copertina del Grêmio. Vero, segna a sprazzi (solo 9 gol nel passato Brasileirão), ma davanti sa far tutto: sponde, duelli aerei, lotta, assist per i compagni, gol di classe. I gaúchos lo presero lo scorso anno dal Palmeiras, in cambio di 4 giocatori, per farne il punto di riferimento offensivo. L’argentino, giramondo con esperienze in Ecuador, Cina e Serbia, sperava di esserlo anche dell’attacco della Selección, accarezzata nel 2012. Ma da un anno e mezzo il suo nome non compare più nella lista delle convocazioni di Sabella.

  • Manuel

    Sicuramente una buona squadra…ma non mi convince…sembra mancare qualcosa in generale…non credo vinca il campionato,piuttosto lo vedo in lotta x la qualificazione alla libertadores!

  • francesco

    quindi il gremio ha venduto telles, vargas e elano.. vabbè il pezzo forte del gremio è la solidità difensiva, a parte i 4 fischi che preso l’internacional 😀
    certo che contestare la squadra per una sconfitta è da pazzi :/

  • Manuel

    E’ la rivalità…normale perdi 4-1 contro i rivali di sempre,è normale che i tifosi ti contestino! Vedremo come andranno in Libertadores… elano è al flamengo…qui era una riserva spesso, mentre vargas è finito il prestito dal napoli che lo ha immediatamente girato al valencia! Secondo me anche l’addio di souza è pesante…e si è preso edinho x sostituirlo…non la stessa cosa proprio!

  • william

    snobbare il torneo statale non mi piace