Flamengo da titolo: Brasileirão riaperto!

fla

A cura di Donato Pace

Nel ventiquattresimo turno del Brasileirão la capolista Palmeiras non va oltre il pari con il Gremio : il Fla passa anche al Barradao di Salvador e ora e’ a meno uno. Travolto l’Atletico Mg che spreca una buona occasione per avvicinarsi alla vetta , mentre il Santos fa suo il derby con il Corinthians. Continua a vincere il Botafogo , tre punti anche per Sao Paulo e Flu. Stop per Cruzeiro e Internacional.

CORSA A DUE – Palmeiras e Flamengo . Molto probabilmente la vera lotta per il titolo sara’ tra le due squadre di Sao Paulo e Rio , che nella notte tra mercoledi e giovedi (ore 02:45 italiane) si affronteranno all’ Allianz Parque per una sfida stellare che quasi sicuramente assegnerà un pezzo di titolo . Ma andiamo con ordine. La 24°giornata si apre con l’anticipo Vitoria – Flamengo , grande occasione per Diego & Co. di vincere e portarsi momentaneamente in testa . Partita subito ad altissimo ritmo con i padroni di casa alla ricerca di punti salvezza e spinti da un Barradao stracolmo per l’occasione . Sono proprio i rossoneri di Salvador a portarsi in vantaggio con un tiro cross di Renan che trova il nuovo acquisto Ze Eduardo pronto all ‘ altezza del dischetto : facile tap-in e 1-0 al 20°. Il gol subito sveglia il Mengão che finalmente inizia a giocare , e dopo un paio di tentativi imprecisi , arriva al meritato pareggio ( 43°) con Fernandinho che , dopo un triangolo Para’- Arao – Para’, salta piu’ alto di tutti e deposita la palla in rete. Si va cosi all’intervallo sul pari. Nella ripresa sono gl’ospiti e fare la partita e intorno all’ora di gioco passano in vantaggio: meravigliosa imbucata di tacco di Diego per Gabriel che non si fa pregare e scaraventa in porta un destro centrale ma violentissimo. 1-2 e Torcida al seguito letteralmente impazzita. Il Fla potrebbe anche triplicare con Damiao (traversa) ma , con un uomo in più per il rosso rifilato a Renan , decide di abbassare il ritmo e gestire il vantaggio , portandosi cosi a casa una vittoria pesantissima. Impegnata all’Arena do Gremio , la capolista Palmeiras impatta zero a zero contro l’Imortal Tricolor. Partita che sicuramente non passera’ agli annali , molto agonismo e poche occasioni , che le due squadre si dividono per tempo: nel primo meglio i ragazzi allenati da Machado , che ci provano con Bolanos (destro da fuori centrale) e con qualche spunto di Luan , il secondo a favore del Verdão che rischia addirittura il colpaccio con Dudu’, fermato nel finale solo dalla traversa. Palmeiras sempre primo ma con un solo punto di vantaggio sul Flamengo : sara’ decisivo lo scontro diretto nel turno infrasettimanale.

PEIXE E FLU DI RIMONTA – Nonostante le assenze di Lucas Lima e Ricardo Oliveira, il Santos fa’ suo il partitazo di giornata contro il Corinthians. Alla Vila Belmiro e’ pero’ il Timao a partire forte , infatti l’equipo di Cristoval Borges domina in lungo e largo , e dopo un’ottima mezz’ora trova il vantaggio con una grandissima azione concretizzata da Marlone ( 37°). Il Peixe e’ irriconoscibile anche in avvio di ripresa , ma gli ospiti ingenuamente non ne approfittano e cosi , come spesso accade , l’inerzia della partita cambia radicalmente : prima una follia di Vilson concede il penalty dell’1-1 a Vitor ( 71°) , poi uno sciagurato posizionamento su corner regala al capitano Renato il cabezaso da tre punti che sancisce il definitivo 2-1 all’86°. Santos a meno uno dall’ultimo posto buono per entrare in Libertadores , occupato proprio dal Corinthians. Vince in rimonta una bellissima partita , e si candida per un posto in Copa, pure il Fluminense che al Maracana di Rio starpazza 4-2 un Atletico Mg che spreca una grande chance per portarsi a meno due dalla vetta. Subito partita “maschia” sbloccata alla mezz’ora con l’undicesimo centro di Robinho in campionato (capocannoniere in solitaria) con un destro all’incrocio preceduto da un gran movimento sul filo del fuorigioco. Nei secondi quarantacinque minuti il Fla fa a pezzi il Galo: al 49°Augusto mette in parità il risultato , poi , con gli ospiti sbilanciati alla ricerca della vittoria , arriva il contropiede vincente firmato Marquinhos ( 73°) subito seguito dalla punizione capolavoro di Gustavo Scarpa che lascia pietrificato Victor ( 76°). Nel finale il venezuelano Otero accorcia le distanze ( 88° ) , ma serve a poco perche’nel recupero il gol di Maranhao chiude i giochi.

IL RESTO DI GIORNATA – No Wanchope no party. Se non segna l’ex Huracan Ramon Abila difficilmente il Cruzeiro riesce a vincere, e difatti al Mineirão i blu perdono 0-2 contro il Botafogo ( reti di Gustavo Canales e Camilo ),e continuano ad essere implicati seriamente nella lotta per non retrocedere. Per il Fogão gran momento di forma con tre vittorie consecutive. Altra squadra blasonata che rischia e’l’Inter di Porto Alegre che torna a perdere e resta quart’ultima : nell’inferno dell’Arena Baixada l’ Atletico Pr ribalta il vantaggio di Valdivia in avvio ( 2°) con la doppietta di Pablo (40° – 46°). Per il Colorado l’incubo continua . Boccata d’ossigeno per il Sao Paulo che al Morumbi con le reti di Chavez , Cueva e Kelvin batte 3-1 un pericolante Figueirense. Passo falso del Ponte Preta che non va oltre il pari (1-1) contro il fanalino di coda America Mg, vince invece 1-0 la Chapecoense sul Coritiba : decide Kempes . Infine spettacolo a Recife nel derby tra Sport e Santa Cruz con i padroni di casa che s’impongono addirittura 5-3.

RISULTATI E CLASSIFICA