Fabián Carini è del Penarol

Fabián Carini
Nella foto, Fabián Carini, ex portiere della Juventus e dell'Inter

E’ ufficiale: Fabián Carini sarà il prossimo portiere del Penarol di Montevideo. L’estremo difensore, classe 1979, ha deciso di ritornare in patria dopo 10 anni, essenzialmente per motivi familiari.  Nel 2000 Héctor Fabián Carini Hernandez aveva lasciato la casacca del Danubio Fùtbol Club di Montevideo dopo ben 4 anni per andare a giocare nella Juventus, dove non giocò nessuna partita da titolare in campionato, nonostante le incertezze di Van der Sar, ma soltanto nelle coppe. Agli ordini di Carlo Ancelotti ritrovò altri 3 connazionali: Montero, Fonseca e ÒNeill.

Avendo solo 21 anni era forse ancora troppo giovane, anche se il preparatore dei portieri del club piemontese, William Vecchi, ne era rimasto decisamente impressionato. Si trasferì in prestito allo Standard Liegi, dove disputò 2 buone annate.

Tutti noi però lo ricordiamo per quello che fu l’affare del secolo per il club bianconero che lo cedette all’Inter in cambio del futuro capitano della Nazionale nonché pallone d’oro Fabio Cannavaro. All’Inter non emerse e disputò 4 partite in campionato, 1 in Champions League e 4 in Coppa Italia.

Riuscì a fare qualcosina in più con il Cagliari, ma non riuscì ad ottenere quel successo che avrebbe meritato (era comunque il portiere della nazionale urugaiana).

Dopo due stagioni a fasi alterne con il Real Murcia firmò nel 2009 per l’Atletico Mineiro dove pur disputando un discreto campionato, verrà ricordato per la storica papera contro l’Ipatinga (si fece passare sotto le gambe un tiraccio da fuori area).

Ed ora il ritorno in patria, dove dovrebbe concludere la carriera. Il ritorno in Uruguay dovrebbe fargli bene, in quanto proprio con la Celeste ha disputato le migliori partite, raggiungendo un secondo posto nella Coppa America del 1999 in Paraguay ed un terzo posto nell’edizione del 2004 in Perù.