Estaduais: negli anticipi vincono tutte le grandi

Negli anticipi del sabato nessun passo falso da parte delle grandi, nonostante la Libertadores che le impegnerà settimana prossima: Cruzeiro, Fluminense, Internacional e Vasco da Gama ottengono i tre punti senza faticare troppo. Ancora delusioni invece da parte della Portuguesa, bloccata sullo 0-0 in casa dal Catanduvense e sempre pericolosamente vicina alla zona retrocessione.

 

Prosegue la storia dei campionati statali brasiliani, ormai giunta nel vivo del suo semestre: si sono giocati anticipi in tutti i principali tornei, con in campo tre delle cinque squadre impegnate settimana prossima in Copa Libertadores. Nonostante l’importanza delle imminenti sfide continentali non si sono registrate prestazioni svagate: Fluminense, Internacional e Vasco da Gama hanno svolto i rispettivi compiti senza sbavature, incassando tre punti. Vince anche il Cruzeiro, che aggancia così le rivali América ed Atlético al comando del Campeonato Mineiro; delusioni arrivano dalla Portuguesa, bloccata sul pari in casa e ormai fuori dai giochi play-off, e dal Caxias fresco campione della fase I gaúcha, battuto dalla modesta Avenida. Tra le altre squadre di Série A successi per Náutico e Figueirense.

Éder Luís, ritorno con gol nel 2-0 del Vasco all'Olaria (GloboEsporte)

RISCATTO – Ritorno immediato al successo per le due finaliste dalla Taça Guanabara, incappate in passi falsi nella prima uscita della Taça Rio: Vasco da Gama e Fluminense ottengono successi tranquilli, recuperando un po’ di serenità in vista dei rispettivi impegni di Copa Libertadores. Nel Gigante che batte 2-0 l‘Olaria c’è una notizia buona e una cattiva: la buona è il rientro in campo di Éder Luís, che trova pure la gioia del gol al 25′; la cattiva è il grave infortunio occorso all’ecuadoregno Tenório – autore tra l’altro dell’1-0, dopo 11′ – che si rompe il tendine d’Achille e resterà fermo almeno sei mesi. Niente di anomalo invece nel 3-0 del Fluminense: contro il Nova Iguaçu scendono in campo i titolari (nonostante Boca Juniors e Flamengo che incombono, nel giro di una settimana), e i tre punti arrivano senza particolari patemi d’animo. Rafael Sóbis (doppietta tra il 26′ ed il 74′) e Matheus Carvalho (77′) firmano la vittoria. Unica preoccupazione la tenuta difensiva: nonostante lo ‘zero’ alla voce gol subiti il reparto arretrato Tricolor ha mostrato ancora qualche scricchiolìo, specialmente sui calci da fermo. Nel terzo anticipo, finise 0-0 tra Resende e Friburguense.

GUARANI IN DISCESA – Non si ferma la caduta del Guarani, giunto alla terza sconfitta di fila e ormai sempre più lontano dalle sorprendenti posizioni di vertice in cui sin qui era stato. Nel diluvio di Bragança il gol partita arriva dopo soli 6′: è Romarinho a trovare la deviazione vincente dopo un rimpallo in area. Il Verdão campinense prova comunque a cercare il pari, soprattutto nella ripresa, ma non c’è nulla da fare: 1-0 per il Bragantino, rientrato prepotentemente in zona play-off grazie al suo terzo successo di fila. Negli altri due anticipi è 0-0 al Canindé tra una sempre più deludente Portuguesa ed il Catanduvense, mentre il Linense rischia grossissimo, facendosi rimontare da 3-0 a 3-2, ma alla fine strappa tre punti pesanti in casa dell’Ituano e resta in corsa per la fase finale.

INTER OK – Una buona Internacional trova la vittoria nella prima partita della fase II battendo 2-1 in casa l’Ypiranga Erechim: Dorival decide di mandare in campo la formazione-tipo per testare la squadra anti-Santos (mercoledì si gioca lo scontro diretto in Libertadores) ottenendo buone risposte dai suoi. A sbloccare il punteggio è Óscar, a segno con un bel calcio di punizione al 29′; tre minuti dopo però Anderson Santos mette il piede su un calcio di punizione di Lucas trovando il pari. Nella ripresa entrano Dátolo e Nei, e il Colorado assume definitivamente il comando delle operazioni, anche se per incamerare la vittoria serve la zampata del solito Leandro Damião, che risolve tutto al quarto d’ora della ripresa. Nel sabato Sul-riograndense si sono giocate altre due partite, entrambe finite 1-0: sorridono Avenida e São José, capaci di battere rispettivamente il Caxias campione uscente ed il Lajeadense.

Leandro Damião ancora decisivo (www.internacional.com.br)

DOPPIO WP, IL CRUZEIRO VA – Ancora un successo per il Cruzeiro, salito al comando della classifica con América ed Atlético Mineiro dopo il 2-0 con cui ha superato l’América Teófilo Otoni. Grande protagonista del match Wellington Paulista, autore di entrambe le reti: la prima al 24′, con un gran destro dal limite; la seconda al 43′ trovando un bel tiro di prima intenzione sullo splendido assist di Anselmo Ramon. Dopo soli 25” di gioco era stato annullato un gol a Montillo: secondo l’arbitro l’argentino aveva commesso fallo in attacco. L’altro anticipo di giornata era il derby tra Nacional e Guarani: nell’Arena do Calçado, inaugurata per l’occasione, a vincere sono i padroni di casa grazie al rigore di Alex Maranhão.

GLI ALTRI – Rotonda vittoria dell’Atlético Paranaense: contro l’Operário finisce addirittura 5-0, gonfiando il sacco tre volte in sei minuti con Bruno Furlan, Harrison e Marcinho; per il Furação, letteralmente umiliato dal Londrina una settimana fa, è un ottimo ritorno. Tra le squadre di blasone bene anche il Náutico, che sale momentaneamente al comando nel torneo del Pernambuco grazie al 3-0 sull’Araripina. Potrebbe essersi conclusa felicemente la crisi del Bahia de Feira: dopo quattro sconfitte di fila, costate prima la testa del campionato e poi la fuga del Bahia di Salvador, i feirensi travolgono per 3-0 il Juazeirense e si rimettono in carreggiata; sempre per quanto riguarda il Campeonato Baiano si registra l’importante vittoria in chiave salvezza del Juazeiro, 1-0 al Vitória da Conquista. Pari a sorpresa del Goiás, che facendosi bloccare dal CRAC sull’1-1 rende un inatteso favore ai rivali dell’Atlético, proprio nel momento propizio per dare la spallata decisiva ai rossoneri rimasti in queste ore senza allenatore dopo le dimissioni di Hélio dos Anjos. Chiudiamo con il Campeonato Catarinense, dove il Figueirense batte 3-1 l’Hermann Aichinger e si porta al comando della fase II.