Ecuador – L’Emelec trionfa anche nel Clásico, a Quito sorride la LDU

foto: Mauro Faustos/El Comercio
foto: Mauro Faustos/El Comercio

Cosa è meglio di un Clásico del Astillero per salutare il campionato ecuadoriano, che dopo questa diciassettesima giornata si ferma per due mesi, lasciando spazio a Brasile 2014?

L’edizione 267 del più importante derby nazionale regala, come da tradizione, spunti e polemiche. Per il Bombillo, già capolista, è un trionfo: seconda vittoria consecutiva con il Barcelona, terza negli ultimi quattro confronti e, soprattutto, la prima davanti al pubblico del George Capwell dal 2010 a questa parte. Che la rete dell’1-0 arrivi con un tocco del braccio da parte di Denis Stracqualursi, poi, fa giustamente discutere: ma oltre alle polemiche ed al folklore, il goffo Banguera visto in occasione del primo gol avrà forse fatto riflettere il ct Rueda. A pochi minuti dalla fine Mena celebra il suo buon momento segnando il gol del raddoppio. Per i toreros è una brutta battuta d’arresto: la squadra di Ischia è tra le pochissime che, almeno sulla carta, potrebbero dare battaglia ai campioni in carica, ma i gol che era legittimo aspettarsi da Nieto, per il momento, non arrivano.

Altro derby importante quello di Quito, vinto da una Liga che mai come questa volta ne aveva bisogno: grazie alla precisa conclusione di Matamoros e al rigore trasformato da Congo il Rey de Copas batte il Deportivo, migliora il morale e anche la classifica, che ora vede gli albos ad un solo punto dagli azulgrana. Un derby, comunque, decisamente in tono minore.

Si assicura due mesi al secondo posto l’Independiente, cui basta un gol di Guerrero per battere un Manta non proprio imbattibile: atuneros ora al terzultimo posto, mentre i negriazules devono fare attenzione alla LDU Loja, terza a quota 30 punti, uscita vincitrice dalla sfida con il Deportivo Cuenca. I morlacos, ora ultimi a otto distanze dalla zona salvezza, si vedono anche espellere il loro bomber Cobelli sul punteggio di 2-0 per i padroni di casa: inevitabile la decima sconfitta in diciassette partite.

Va meglio al Mushuc Runa, che nelle cinque partite dall’arrivo di Julio Asad in panchina ha conquistato sei punti, bottino da non disprezzare se paragonato agli otto raccolti nelle undici giornate precedenti: è la vecchi volpe Carlos Quintero a segnare il gol che porta al pareggio contro El Nacional.

Piccola sorpresa di giornata la vittoria dell’Olmedo sull’Universidad Católica: doppietta di Byron Cano, che sembra tornato quello dei tempi di Cuenca, e Ciclón Andino che, da neopromosso, continua a stupire, mantenendosi a metà classifica.

Risultati

LDU Loja-Deportivo Cuenca 2-1

Manta-Independiente 0-1

El Nacional-Mushuc Runa 1-1

LDU Quito-Deportivo Quito 2-0

Olmedo-Universidad Católica 2-0

Emelec-Barcelona 2-0

Classifica Primera Etapa

Emelec 37

Independiente 31

LDU Loja 30

Universidad Católica 27

Barcelona 25

Olmedo 24

Deportivo Quito 21

LDU Quito 20

El Nacional 20

Manta 19

Mushuc Runa 14

Deportivo Cuenca 11