Ecuador – L’Emelec è inarrestabile, continua la crisi di LDU Quito e Deportivo Quito

foto: Erdwin Cueva/El Universo
foto: Erdwin Cueva/El Universo

Nel 2006 Luis Miguel Escalada aveva vent’anni e vinceva la classifica cannonieri della Serie A ecuadoriana con la maglia dell’Emelec; oggi, dopo essere passato per Brasile, Argentina, Perú, Stati Uniti e Venezuela, è tornato a Guayaquil e con una doppietta al Reina del Cisne mantiene gli electricos in testa alla classifica (e con due partite da recuperare). La LDU Loja, protagonista di un ottimo inizio di campionato, sembra poter sorprendere la capolista e passa in vantaggio grazie al talento di casa Uchuari, abile a chiudere un’azione nata da un pallone perso malamente da Corozo; nella ripresa, però, con l’ingresso in campo di Denis Stracqualursi, gli ospiti ribaltano il risultato con la seconda doppietta in pochi giorni del Toro Escalada.

Unica squadra a mantenersi nei pressi della vetta è l’Independiente del Valle, che dopo il secondo posto dello scorso anno sembra intenzionato a passare definitivamente da club in ascesa a punto fermo del calcio ecuadoriano. I negriazules, impegnati sul campo di El Nacional, si portano sul 3-0 prima che la reazione dei puros criollos riapra la partita (pregevole il gol di Villalba); ci pensa poi Junior Sornoza, con il secondo gol su rigore della partita, a chiudere ogni discorso.

Difficile dire chi, tra le altre dieci squadre del campionato, si stia distinguendo positivamente. L’Universidad Católica fa il suo dovere e anche qualcosa di più andando alla Casa Blanca a vincere il Clásico Universitario con la LDU Quito: il Trencito Azul colpisce due volte, con Cangá e Patta, ma a fare notizia è soprattutto la crisi del Rey de Copas, cui la cura Zubeldia non sembra aver fatto effetto. Undici punti in nove partite ed il quarto peggiore attacco del campionato: dati che indicano una preoccupante continuità con gli ultimi tempi del regno di Bauza.

Stessi punti in classifica per il Barcelona: i canarios ottengono una vittoria che non può, però, nascondere i problemi di una squadra che dovrebbe avere tutt’altro rendimento. Battere in casa il Deportivo Cuenca, ultimo e ancora a secco di vittorie, non può essere qualcosa da festeggiare più del dovuto: anche perché i morlacos sfiorano l’impresa, trovando il gol al 14′ e resistendo fino ai minuti finali, quando ridotti in dieci devono capitolare di fronte alle reti di Checa all’82’ e del capitano Oyola al 93′ (su rigore).

Va anche peggio al Deportivo Quito, che cade sul campo del Mushuc Runa: il Ponchito, poco intenzionato a ricoprire il ruolo di candidato alla retrocessione, trova i tre punti grazie al pallonetto di Christian Cordero, superando in classifica l’Academia. Pareggio con un gol a testa, infine, per Manta e Olmedo.

Risultati

LDU Loja-Emelec 1-2

Manta-Olmedo 1-1

El Nacional-Independiente 2-4

LDU Quito-Universidad Católica 0-2

Mushuc Runa-Deportivo Quito 1-0

Barcelona-Deportivo Cuenca 2-1

Classifica Primera Etapa

Emelec 19**

Independiente 18

LDU Loja 15

Universidad Católica 14

El Nacional 13

Olmedo 12*

Barcelona 11

LDU Quito 11

Manta 9

Mushuc Runa 8

Deportivo Quito 7*

Deportivo Cuenca 3

(** due partite da recuperare, * una partita da recuperare)