COPPA AMERICA Rondón: “Vittoria meritata contro la Colombia”

foto prensa fvf
foto prensa fvf

CARACAS – In questa Coppa America tre indizi fanno una prova: maluccio l’Uruguay, male l’Argentina, malissimo laColombia. Non è una Copa America facile per le favorite, finora. E sul campo dello stadio ‘El teniente’ della città di Rancagua é arrivata la conferma: fa festa la Vinotinto di Sanvicente, ordinata ed essenziale. Mandata al tappeto una nazionale che aveva incantato al Mondiale l’anno scorso e che ha talento offensivo da vendere.

La nazionale venezuelana ha vinto 1-0 e torna a rivivere i fasti dell’edizione 2011 della ‘Copa’, quando stupì il continente con uno splendido quarto posto. La Colombia, nel gruppo C che comprende anche Brasile e Perù, è già con le spalle al muro dopo la prima giornata.

Per la gara vinta dalla Vinotinto può essere usata una frase pronunciata da Simón Bolívar durante una delle sue bataglie per il sudamerica “Colonello Rondón, salva te la patria!”.  Questa frase sembra aver ispirato il bomber venezuelano Salomón Rondón, l’eroe dei ‘creoli’ nella sfida contro la Colombia. Il bomber nato a Caracas 25 anni fa durante i novanta minuti di gioco ha portato a spasso la difesa dei Cafeteros con le sue movenze da gattone.

Prima del fischio d’inizio le statistiche non erano favorevoli per la Vinotinto: in cinque precedenti si contavano 4 vittorie colombiane ed un pareggio. A questo andava aggiunto che in 15 gare d’esordio in Coppa America i venezuelani avevano un bottino di 12 ko e tre pareggi.

Rondón e compagni erano scesi in campo con la convinzione di riscrivere la storia con lettere di color Vinotinto.

“Lo avevo già detto che sarebbe stata una partita difficile, sapevamo che per vincerla avremmo dovuto battagliare per tutti i novanta minuti di gioco. Durante la gara abbiamo fatto il nostro dovere ed abbiamo meritato la vittoria” ha commentato il bomber in forza allo Zenit.

Convinto dell’ottimo lavoro svolto durante il ritiro della nazionale prima in Argentina e poi in Cile, Salomón ha affermato: “Siamo arrivati in Cile con l’obiettivo di disputare sei partite”. Ricordiamo che nella Coppa America sono sei le partite che servono per disputare la finalissima.

“Questa competizione é una grande obiettivo per noi come nazionale e per me come calciatore, dato che nella passata edizione siamo uscitii fuori ad un passo dalla finale. Siamo arrivatii quarti ed abbiamo segnato un ottimo precedente”.

La preziosissima vittoria contro la Colombia grazie ad un suo gol ha messo alla Vinotinto in una posizione invidiabile e ad un passo dai quarti. Il calendario é favorevole alla nazionale allenata da Noel Sanvicente, giovedì affronteranno il Perù che é stato sconfitto 2-1 dal Brasile.

“Tutte le volte che scendo in campo, scendo con un único obiettivo: quello di fare gol” comenta il calciatore nato a Caracas 26 anni fa.

La Vinotinto di Noel Sanvicente ha approfittato del caos tattico con cui la Colombia si é presentata sul campo dello stadio ‘El teniente’ della città di Rancagua per portare a casa i tre punti. Le stelle cafetere non sono riuscite ad evitare il ko ed hanno permesso a Rondón e compagnia di ottenere la prima vittoria in una gara d’esordio in una Coppa America.

“Contro la Colombia abbiamo disputato una gara perfetta, ci siamo piazzati bene ed abbiamo approfittato dei loro errori colpendoli nel momento opportuno” ha affermato Rondón.

Salomón ha anche un piccolo record personale, negli ultimi due confronti contro i cafeteros é stato lui ha segnare la rete decisiva.

Il prossimo confronto della Vinotinto sarà giovedì a Valparaiso contro il Perù. Una vittoria permetterebbe alVenezuela di staccare il pass per i quarti con un turno d’anticipo, ma i criollos non dovranno adagiarsi sugli allori della recente vittoria, infatti nella sfida contro il Brasile gli incas hanno venduto cara la pelle arrendendosi soltanto nel recupero.