Copa Sudamericana 2016: sorteggiato il calendario

copa

A Santiago del Cile è stato sorteggiato, nella serata di martedì, il calendario della prossima Copa Sudamericana. Dall’urna cilena sono usciti accoppiamenti interessanti, sia nella Zona Nord (comprendente i sedici club qualificati da Venezuela, Perù, Colombia ed Ecuador) che Zona Sur, in cui sono state estratte le rappresentanti di Uruguay, Paraguay, Cile e Bolivia. Per quanto riguarda i barrages nazionali, quest’anno solo quello argentino è già definito in fase di sorteggio, in quanto per completare il calendario della parte brasiliana di tabellone, bisognerà aspettare l’epilogo della Copa do Brasil, che decreterà chi – assieme a Sport Recife, Cuiabá e Flamengo – parteciperà a questa Sudamericana. Il parametro è curioso, in perfetto stile sudamericano: chi esce prima dalla Copa do Brasil e si è classificato meglio in campionato nel 2015, strappa il pass. Il Santa Fe, in quanto campione in carica, parte dagli ottavi di finale.

INCROCI ARGENTINI – In attesa di capire chi rappresenterà il Brasile, è molto interessante la parte di tabellone albiceleste. Dei tre incontri in programma spicca soprattutto Lanus – Independiente, in cui si incroceranno la compagine campione in carica del Torneo di Transicion contro un Diablo che ha fortemente voglia di tornare protagonista. Almiron, tecnico del Granate, è l’ex della partita: “Sarà sicuramente una doppia sfida complicata. Loro vorranno vincere e avranno il ritorno in casa, ma se giochiamo come sappiamo possiamo passare“. Ci si attende molto invece dall’Estudiantes, che nell’ultimo semestre ha fatto intravedere cose interessanti, arrivando vicino a giocarsi il titolo argentino; il Pincha se la vedrà con il Belgrano, che anno dopo anno si conferma come underdog, ovvero una squadra di cui nessuno parla mai ma – oggettivamente – tra le più continue del panorama locale. Banfield – San Lorenzo chiuderà il programma del barrage argentino; “los del Sur” hanno appena perso Giovanni Simeone, vicinissimo al passaggio al Pescara via River Plate, e sono un cantiere aperto. Diversa la situazione in casa Ciclón, fresco di cambio tecnico in panchina. Al posto di Guede è arrivato Aguirre, per – si spera – aprire un nuovo ciclo: “Il nostro obiettivo è tornare a vincere in campo internazionale – ha detto a margine del sorteggio Bernardo Romeo, direttore sportivo del Cuervo – vogliamo consolidarci e costruiremo una squadra importante per farlo“.

LA ZONA NORD – Attualmente impegnato in Copa Libertadores, dove ha praticamente ipotecato l’accesso alla finale, l’Atletico Nacional conosce il suo immediato futuro internazionale nella serata cilena. Il primo ostacolo per i “verdolagas” si chiama Deportivo Municipal, matricola peruana dal passato glorioso con sede a Villa El Salvador, barrío tra i più poveri di Lima. Il “Muni“, da neopromosso, ha conquistato l’accesso alla Sudamericana grazie ai gol di Ivan Bulos, poi ceduto, e contro il colosso colombiano non dovrebbe avere molte possibilità di qualificazione, mentre l’Atletico Nacional si candida tra le favorite d’obbligo per la vittoria finale. Rimanendo in tema Perù, interessante il doppio incrocio con l’Ecuador; l’Universitario, letteralmente depredato sul mercato, se la vedrà con l’ostico Emelec, mentre il Real Garcilaso all’esordio farà visita all’Aucas. Per il club con sede a Cusco è stato un sorteggio particolarmente sfortunato, non per la caratura dell’avversaria, ma perché contro l’Aucas il fattore altura non sarà determinante. Paradossalmente, l’unica peruviana con qualche possibilità di andare avanti è lo Sport Huancayo dell’esperto bomber Meza Cuadra: per il club andíno ci sono i venezuelani del Deportivo Anzoategui. La carovana colombiana è invece ben rappresentata; oltre al già citato Atletico Nacional, faranno parte della spedizione in Sudamericana Tolima, Independiente Medellín (freso campione in Colombia) ed Atletico Junior. Per il Tolima l’impegno dovrebbe essere morbido, perché l’urna di Santiago le ha regalato il La Guaira (Venezuela), mentre il Poderoso se la vedrà con la Universidad Catolica ecuadoregna. Trasferta venezuelana anche per l’Atletico Junior, impegnato contro il Deportivo Lara. A chiudere il programma la sfida tra Barcelona e Zamora.

LA ZONA SUR – Attenzione alla doppia sfida tra Uruguay e Paraguay. Il Peñarol è la compagine di riferimento in questa parte di tabellone. Il Manya ha pescato lo Sportivo Luqueño, che ultimamente ha inanellato una serie di buoni risultati. Poco prima, l’urna cilena aveva accoppiato il Fenix al Cerro Porteño, altro club fresco di cambio alla guida e con una sessione di mercato importante in corso. La sorpresa Plaza Colonia, campione d’Uruguay, pesca discretamente per il suo esordio assoluto in campo internazionale, trovando il Blooming che – contrariamente ad altre boliviane – non gioca le partite casalinghe in altura. Chi invece dovrà fare i conti con l’aria rarefatta è la Universidad Catolica cilena, impegnata ai 3900 metri di Potosí, dove farà visita al Real. Real che, però, in patria annaspa e fuori casa è battibilissimo. Il Bolivar pesca la U de Concepcion, mentre il Jorge Wilstermann di Cochabamba se la vedrà con la matricola paraguaya Sol de América. Montevideo Wanderers – O’Higgins e Palestino – Libertad chiudono la serie di accoppiamenti. La Copa Sudamericana è alle porte: ci sarà da divertirsi.

IL SORTEGGIO COMPLETO