Copa Sudamericana 2016 – Il Luqueno fa piangere il Penarol, avanzano anche Bolivar e Wanderers

Nella notte sono andate in scena ben cinque sfide di Copa Sudamericana, competizione iniziata già la scorsa settimana con i 32esimi di finale. In questi giorni si giocheranno tutte le gare di ritorno dopodiché, dal prossimo turno, entreranno in campo anche le squadre argentine e brasiliane che contribuiranno ad innalzare notevolmente il livello di una coppa che riserva sempre tanto divertimento e partite combattutissime. Adesso andiamo a vedere quel che è successo stanotte perché come al solito le sorprese non sono mancate.

Bolivar avanti
Bolivar avanti

Cominciamo dalla gara giocata all’ Estadio Hernando Siles di La Paz, in cui al Bolivar riesce l’ impresa di ribaltare il 2 a 0 subito sette giorni fa in casa dell’ U. de Concepcion. Il risultato finale parla di un rotondo 3 a 0 per i boliviani che aiutati dai 3600 metri di altezza della capitale hanno fatto valere la loro maggiore esperienza, portandosi avanti per 2 a 0 già dopo dieci minuti (Fierro e Cellerino) e segnando il goal della qualificazione quasi a tempo scaduto ancora grazie ad una zampata di Fierro. Durante la partita i cileni hanno avuto alcune buone occasioni, ma hanno peccato di freddezza al momento di affondare il colpo e sono stati puniti da un Bolivar più cinico e voglioso di regalare una soddisfazione al suo grande pubblico.

Festa per lo Sportivo Luqueno
Festa per lo Sportivo Luqueno

Ancora una brutta figura in campo continentale per il Penarol, che viene eliminato in casa dai paraguayani dello Sportivo Luqueno: 0 a 0 all’ andata e 1 a 1 stanotte in Uruguay. Gli Aurinegros facevano il loro esordio a livello internazionale nel nuovo Estadio Campeon del Siglo, ma nonostante l’ apparente fiducia e convinzione nei propri mezzi, si sono fatti beffare al 90′ da Mendieta, bravo a sfruttare uno svarione dei due centrali difensivi, e a nulla è servito il pari siglato da Bressan quando oramai era davvero troppo tardi. Finisce quindi 1 a 1 a Montevideo: il Penarol esce tra i fischi dei suoi sempre più delusi tifosi, mentre lo Sportivo Luqueno (semifinalista lo scorso anno) festeggia per l’ ennesima impresa compiuta.

Burian, portiere del Wanderers
Burian, portiere del Wanderers

Fa festa invece l’ altra uruguayana impegnata questa notte: stiamo parlando del Wanderers, capace di far fuori ai calci di rigore i cileni dell’ O’ Higgins. Alle squadre non sono bastati 180 minuti complessivi per rompere gli equilibri e così la sfida di Rancagua è proseguita fino alla lotteria dei tiri dal dischetto, dove l’ eroe di giornata è stato il portiere uruguagio Leo Burian, che già nel primo tempo aveva neutralizzato un penalty di Lezcano, per poi ripetersi ancora su Lezcano e sul tentativo finale di Acevedo: punteggio finale 5-4 per il Wanderers.

Erano praticamente senza storia le altre due sfide disputate tra Emelec e Universitario e Junior e Lara, con ecuadoriani e colombiani che giocavano in casa già forti delle vittorie (entrambe ottenute segnando tre reti) conquistate sette giorni prima. L’ Emelec si impone ancora per 3 a 1, mentre lo Junior per 2 a 1: due ottime squadre che sicuramente faranno la loro parte in questa coppa.