Copa Sudamericana 2016 – Colpi esterni per Wanderers e Independiente, trionfo storico per il Cuiabà

Sono iniziati i quarti di finale di Copa Sudamericana

Con le cinque sfide di stanotte è terminata la settimana di Copa Sudamericana, in cui si sono giocate tutte le gare di andata dei sedicesimi di finale. L’ appuntamento con le infuocate partite di ritorno è previsto già per la prossima settimana, ma intanto andiamo a vedere quel che è successo nella notte appena passata.

Continua la magia della Copa Sudamericana
Appuntamento alla prossima settimana con la Copa Sudamericana

All’ Arena Pantanal il Cuiaba, formazione di Serie C brasiliana qualificatasi grazie alla vittoria della Copa Verde, centra uno storico successo contro la Chapecoense, Club di Serie A presentatosi invece con varie riserve per la trasferta nel Mato Grosso. Naturalmente per il Cuiabà era la prima apparizione in ambito internazionale dalla sua fondazione datata soltanto 10 dicembre 2001 e l’ 1 a 0 decisivo è stato siglato su punizione dall’ ex Vasco da Gama Dakson a metà del primo tempo. Vedremo se tra sette giorni la Chapecoense scenderà in campo con i titolari per ribaltare il risultato oppure sceglierà di privilegiare il Brasileirao, dove sta lottando per salvarsi.

L’ altro match tra due squadre brasiliane ha visto il Vitoria battere 2 a 1 il Coritiba nella partita disputata nella splendida Arena Fonte Nova. Entrambe non si sono risparmiate e hanno dato vita ad una sfida equilibrata e combattuta. Il Vitoria spreca un rigore con il bomber Kieza alla mezzora e al 44′ il Coritiba trova il vantaggio con Evandro, bravo a correggere in goal un cross basso di Dodo. Nella ripresa però i padroni di casa si svegliano e grazie anche all’ ingresso del boliviano Ramallo riescono a ribaltare la situazione. Al 66′ un altro rigore, stavolta calciato da Diego Renan, vale l’ 1 a 1 e cinque minuti dopo il 2 a 1 viene siglato proprio da Kieza, aiutato dall’ errore in difesa di Luccas Claro.

Trionfa tra le mura amiche anche il Sol de America, che con un “gollonzo” di Samaniego riesce a piegare la resistenza dei peruviani dello Sport Huancayo. L’ 1 a 0 finale tuttavia non è un risultato così straordinario per i paraguayani, che speravano in un punteggio ben più ampio dato che la gara di ritorno si disputerà in altura sui 3200 metri di Huancayo: non sarà affatto una passeggiata.

Passiamo ai due colpi esterni di giornata, ovvero quelli dell’ Independiente e del Wanderers Montevideo. I Diablos Rojos passano addirittura 2 a 0 a sorpresa sul campo del Lanus e hanno già un piede e mezzo negli ottavi: due clamorosi pasticci difensivi dei padroni di casa permettono prima a Fernandez (55′) e poi a Rigoni (89′) di zittire la Fortaleza. Si impone invece per 1 a 0 il Wanderers sul difficile campo dei venezuelani dello Zamora, al termine di una partita molto dura e condita da un’ espulsione per parte. A lanciare gli uruguayani è la rete firmata al 58′ da Matias Santos, grazie ad un colpo di testa ben indirizzato sotto la traversa.