Copa Libertadores – Pari a reti bianche per l’esordio dei Mellizos

untitled (11)

Due occasioni, qualche buono spunto, tanta buona volontà, ma zero gol. Il Boca Juniors alla prima con Guillermo Barros Schelotto in panchina si prende un punto contro un Racing arrivato alla Bombonera guardingo ed organizzato. Con lo stadio deserto è mancato l’apporto del tifo xeneize, e la squadra probabilmente ha risentito anche di questo. Il Boca sale così a quota 2 nel gruppo 5, comandato proprio dal Racing che si porta a 4.

NUOVA SQUADRA? – Impossibile da dire, perché il Mellízo ha avuto davvero troppo poco tempo per preparare la gara. Sicuramente la squadra ha messo n campo testa ed agonismo, soprattutto in quegli elementi che fino ad oggi hanno avuto un ruolo da comprimari tipo Chavez. Schierato a sinistra, l’ex Banfield ha fatto molto movimento e provato a sfondare lateralmente, e sicuramente questo è uno degli esperimenti che Schelotto riproporrà. Dall’altra parte si è vista un’Academia accorta, schierata da Sava con una sola punta (Lisandro Lopez) e più incursori per cercare di sfruttare al meglio le ripartenze; obiettivo non c’entrato però, perché a parte un’occasione in avvio – proprio con la Licha – il Racing combina poco ed anzi lascia al Boca Juniors le uniche due opportunità per chiuderla. La prima, a metà del primo tempo, capita sul destro di Lodeiro che davanti a Saja fallisce un rigore in movimento. La seconda, nel finale, è un tiro fuori di un soffio scagliato dal Pachi Carrizo. Alla fine, nonostante le reti bianche, Schelotto è soddisfatto: “Abbiamo avuto poco tempo per lavorare – ha detto il dt – per cui questo è un buon punto visto anche l’avversario. Ora pensiamo al River Plate per regalare una gioia alla nostra gente“.

DISFATTA CENTRAL – Il Rosario Central non conferma le buone cose fatte vedere in campionato, andando a perdere sul campo di un Palmeiras in clamorosa serata di grazia. Il Verdão viene trascinato dai suo argentini; a segnare il vantaggio è l’ex Bologna Jonathan Cristaldo, mentre al 90° – con la Canalla tutta sbilanciata – Agustin Allione fa 2-0 e mette la gara in ghiaccio. Non c’è invece storia a La Paz, dove il Bolivar fa valere il fattore campo e strapazza 5-0 il malcapitato Deportivo Cali; il protagonista della serata è l’esperto Juan Carlos Arce, autore di una tripletta, mentre le altre reti sono state segnate da Rudy Cardozo e dallo spagnolo Capdevila.