Copa Libertadores – Nacional corsaro in Brasile, show di Marco Ruben a Rosario

Grande prestazione per Nico Lopez ieri contro il Palmeiras
Grande prestazione per Nico Lopez ieri contro il Palmeiras

Palmeiras – Club Nacional 1 – 2 – E’ stata un’ elettrizzante notte di Copa Libertadores quella appena trascorsa. Partiamo dal gruppo 2 uno dei più spettacolari di tutta la competizione. Il vero colpo è quello del Nacional di Montevideo capace di espugnare grazie ad una prestazione eroica il campo del Palmeiras e facendo saltare la panchina del tecnico dei brasiliani, Marcelo Oliveira. Gli ugruguagi si portano sul doppio vantaggio sfruttando in entrambi i casi due distrazioni della difesa brasiliana grazie ai gol di Nico Lopez e Leandro Barcia. Al 44′ però il Nacional resta in 10 uomini per il rosso sventolato dall’ arbitro Osses ai danni di Fucile e giusto un attimo prima dell’ intervallo il Palmeiras accorcia le distanze con il giovane talento Gabriel Jesus. Nella ripresa ci si aspetta un Palmeiras capace di raddrizzare la partita con l’ uomo in più, ma il Nacional con esperienza ed un pizzico di fortuna (incredibile il palo colpito da Dudu a tempo scaduto) porta a casa 3 punti che gli permettono di salire in vetta al girone.

Tripletta ieri per il numero 9 del Rosario Central, Marco RubenRosario Central – River Plate 4 – 1 – L’ altro scontro del gruppo 2 ha visto la netta vittoria del Rosario Central contro il River Plate di Montevideo. Gli argentini giocano davvero bene e al 19′ rompono gli equilibri con il bomber Marco Ruben, sempre freddo sotto porta. Nella ripresa gli uruguayani crollano davanti alle sfuriate offensive del Rosario che tra il 57′ e il 61′ chiude i conti con un bel gol di Herrera splendidamente servito dal talento locale Lo Celso(gran partita ieri notte) e con la doppietta del solito Marco Ruben. Al 64′ il River Plate ha uno scatto d’ orgoglio e prova a rientrare in partita con il gol del capitano Michael Santos su servizio di Ribas. Poco più tardi il Central però segna il definitivo 4 a 1 ancora grazie ad una zampata di Marco Ruben che si porta a casa il pallone. La squadra di Coudet appaia il Palmeiras con 4 punti, mentre i ragazzi di Carrasco restano con 2 punti.

Cerro Porteno – Corinthians 3 – 2 – Passiamo al gruppo 8 dove anche li non sono mancati colpi di scena. Il Cerro Porteno sale al comando con 7 punti battendo in casa i brasiliani del Corinthians per 3 a 2. Il Timao passa in vantaggio nel primo tempo con Andre che ribadisce in gol una respinta difettosa di Silva dopo un tiro di Guilherme, però nella ripresa il match cambia. I paraguyani pareggiano subito grazie al colpo di testa di Beltran su cross di Leal, i brasiliani perdono la testa e restano addirittura in 9 uomini per le espulsioni di Andre e Rodriguinho e così prima un gran bel gol di Diaz (bravo in area di rigore a controllare il pallone, saltare il suo uomo e a depositare in rete) e poi la doppietta di Beltran portano il risultato sul 3 a 1 per gli uomini di mister Farias. Inutile il rigore realizzato da Giovanni Augusto per i brasiliani che fissa il risultato sul 3 a 2. Ottimo successo per il Ciclon che sicuramente non sta vivendo un periodo facile nel proprio campionato in Paraguay e che magari con questa vittoria può ritrovare serenità. Corinthians che dopo questa sconfitta si ritrova comunque secondo con 6 punti dietro al Cerro con 7 e davanti al Santa Fe che di punti ne ha 4 e al fanalino di coda Cobresal con 0.

Estadio Cobre dove ieri è andata in scena la sfida tra il Cobresal ed il Santa Fe
Estadio Cobre dove ieri è andata in scena la sfida tra il Cobresal ed il Santa Fe

Cobresal – Santa Fe 1 – 2 – Preziosissima la vittoria dei colombiani del Santa Fe che battono i cileni del Cobresal per 2 a 1 a domicilio. Partono forte i Los Cardenales bravi a sfruttare le amnesie della difesa dei Mineros capace di farsi beffare da un lancio lungo del portiere colombiano Robinson Zapata che pesca Anthony Otero che con un preciso pallonetto porta avanti il Santa Fe. A questo punto i ragazzi di Gerardo Pelusso capiscono che il Cobresal è in palese difficoltà e sono bravi a chiudere la pratica già al 34′ quando Ibarguen con un colpo di tacco serve Borja bravo a crossare rasoterra in area dove arriva puntuale Sebastian Salazar che di piatto realizza la rete del 2 a 0. Nella ripresa il Cobresal ci prova di più, quantomeno se non con la tecnica almeno con l’ orgoglio e così complice anche il rosso beccatosi da Ibarguen al 66′, che lascia i colombiani in inferiorità numerica, al 89′ arriva la rete che accorcia le distanze di Israel Poblete che di testa prova a riaprire la gara quando però ormai è troppo tardi e così il Cobresal deve registrare la terza sconfitta in altrettanti match di Copa. Troppo evidente la differenza di tecnica e di organizzazione tra le due squadre, bellissimo però lo scenario dello stadio “El Cobre” dove i cileni giocano le loro partite interne, situato nel deserto di Atacama, davvero uno scenario romantico e degno di questa fantastica competizione.

Gremio – San lorenzo 1 – 1 – Finisce in parità l’ attesissimo match valido per il gruppo 6 tra il Gremio e il San Lorenzo. Pareggio pronosticabile all’ andata e che sorride maggiormente ai padroni di casa che così salgono a 4 punti in classifica, mentre rimangono con 2 soli punti gli argentini che ora davvero non potranno più sbagliare se vogliono andare avanti superando la fase a gironi, considerando che stanotte si sfidano LDU Quito e Tolouca che completano il gruppo e che hanno rispettivamente 3 e 4 punti. La partita giocata all’ Arena do Gremi si decide nei primi 45′ minuti: passano avanti i brasiliani al 26′ grazie ad una punizione di Fred che non trova un’ adeguata risposta di Torrico che poteva e doveva fare qualcosa di più. Sempre sugli sviluppi di un calcio piazzato arriva il pareggio del San Lorenzo, grazie allo stacco di testa di Cauteruccio che beffa i difensori brasiliani e pareggia i conti. Il resto della partita non succede molto con le due squadre che pensano più che altro a non subire gol. Questa notte alle 1.45 ora italiana il match tra la LDU e il Toluca che completerà la 3° del gruppo 6.

Deportivo Tachira – U.N.A.M. 2 – 0 – Concludiamo con il secco 2 a 0 con il quale i venezuelani del Deportivo Tachira si sbarazzano dei messicani del U.N.A.M. in questa partita valida per il gruppo 7. I messicani scelgono di snobbare la trasferta in venezuela con il tecnico Vazquez che lascia a riposo molti titolari in vista degli impegni di campionato, così il Tachirane approfitta chiudendo la contesa in appena 45′ minuti: prima al 7′ Sergio Herrera deve solo spingere in porta ( con il tacco) un assist (anche se forse era un tiro) di Rojas, poi al 43′ il classe 95′ Carlos Cermeno s’ inventa la rete del raddoppio con un gran tiro dalla distanza dopo un bel dribbling che gli ha consentito di liberarsi per la conclusione. Nella ripresa i messicani provano a raddrizzare la gara ma il Tachira rimane concentrato e così il punteggio non cambia. Vittoria importantissima per i padroni di casa che raggiungono i messicani a quota 6, distanziando l’ Emelec fermo a 4 e il fanalino di coda, l’ Olimpia Asuncion fermo ad 1. 2 vittorie su 2 gare in casa per gli uomini di Maldonado che ora possono sognare la qualificazione.