Copa Libertadores – Boca e Atl. Nacional volano in semifinale, eliminati Nacional Montevideo e Rosario Central

L’ Atletico Nacional e il Boca Jrs raggiungono in semifinale il Sao Paulo eliminando rispettivamente il Rosario Central e il Nacional Montevideo al termine di due battaglie ricche di emozioni e di episodi al limite.

Football Soccer- Boca Juniors v Nacional -Copa LibertadoresPartiamo dalla sfida della Bombonera in cui il Boca Juniors riesce ad avere la meglio, soltanto ai calci di rigore, di un Club Nacional che avrebbe, nel doppio confonto, meritato maggior fortuna. In virtù dell’ 1-1 dell’ andata il Nacional scende in campo costretto a dover segnare almeno un gol, che arriva puntualmente al 19′ quando Sebastian Fernandez allarga il pallone sulla destra per Leonardo Barcia e il suo cross diretto verso il centro dell’ area viene deviato in porta sciaguratamente dal capitano argentino Daniel Diaz. Il Boca reagisce al 36′ con un cross di Pavon sul secondo palo che però Chavez spedisce fuori da due passi impattando male di testa. Col passare del tempo il Boca perderà per infortunio sia Meli che Chavez, ma proprio al 72′ il lancio del neoentrato Jara permette a Pavon di superare in velocità Espino e trafiggere con un diagonale di destro il portiere del Nacional Esteban Conde. Nella felicità dei festeggiamenti però Pavon compie la sciocchezza di togliersi la maglia ed essendo già ammonito viene espulso dall’ arbitro Lopes. Tuttavia il Nacional non riesce a sfruttare la superiorità numerica negli ultimi minuti e così si va agli incredibili calci di rigore dove i due protagonisti saranno i due portieri, ma alla fine a passare sarà il Boca grazie alle parate di Orion e al suicidio del Nacional che torna a casa pieno di rimpianti.

Polenta (Club Nacional) RETE 0-1 Tevez (Boca Juniors) RETE 1-1 Victorino (Club Nacional) RETE 1-2 Diaz (Boca Juniors) RETE 2-2 Fernandez (Club Nacional) RETE 2-3 Perez (Boca Juniors) PARATO 2-3 Porras (Club Nacional) PARATO 2-3 Insaurralde (Boca Juniors) PARATO 2-3 Romero (Club Nacional) PARATO 2-3 Fabra (Boca Juniors) RETE 3-3 Carballo (Club Nacional) PARATO 3-3 Carrizo (Boca Juniors) RETE 4-3

Marlos Moreno e Alejandro Guerra s' abbracciano dopo un gol
Marlos Moreno e Alejandro Guerra s’ abbracciano dopo un gol

Altra sfida per cuori forti è stata quella dell’ Atanasio Girardot di Medellin dove l’ Atl. Nacional è riuscito a vincere per 3-1 siglando il gol della qualificazione al quinto minuto di recupero, facendo perdere la testa ad un Rosario Central che nel finale ha scatenato una rissa davvero vergognosa. Bisogna dire tuttavia come ancora una volta l’ arbitraggio scadente abbia condizionato la partita con il fischietto uruguayano Fedorczuk che ha perso da subito il controllo della situazione: in particolare nella ripresa ha permesso agli argentini di perdere un sacco di tempo attraverso mezzi che si possono vedere soltanto su campi dilettantistici e non in palscoscenici come quello di ieri. Il grande pubblico chiede all’ Atletico di ribaltare subito la sconfitta di misura subita in Argentina la settimana scorsa, ma al 9′ l’ arbtitro fischia un rigore al Rosario piuttosto dubbio a causa di un tocco di mano di Copete che prima però toglie il pallone in maniera pulita a Salazar che gli impedisce di rialzarsi inducendolo al fallo di mano. Della realizzazione s’ incarica naturalmente Marco Ruben che spiazza Armani facendo calare il gelo sugli spalti dello stadio colombiano. Il gol subito a freddo innervosisce i padroni di casa che non riescono per il resto del primo tempo ad esprimere il proprio calcio, ma proprio durante il secondo minuto di recupero arriva la zampata del numero 10 Macnelly Torres che insacca da due passi su cross basso dalla destra del subentrato Berrio. Mossa importante quella di Rueda d’ inserire già al 35′ Orlando Berrio al posto di Sebastian Perez, giocatore molto chiacchierato ma che con il pallone tra i piedi lascia alquanto a desiderare. Nella ripresa l’ Atl. Nacional prepara l’ arrembaggio e nella mischia viene lanciato anche il talentuoso Ibarguen e già al 51′ arriva la rete del 2-1 firmato dall’ onnipresente Alejandro Guerra che sfruttando un assist di Marlos Moreno (favorito a sua volta da un clamoroso liscio di Donatti) trafigge con il piatto destro il portiere Sosa. A questo punto i colombiani si riversano nella metà campo avversaria a caccia del gol della qualificazione e, dopo che il Rosario spreca una clamorosa doppia chance con Ruben e Cervi, proprio al 95′ una splendida azione personale di Ibarguen permette ad Henriquez di smarcare con un colpo di testa Berrio, che appostato al centro dell’ area insacca da due passi liberando l’ urlo del hinchada colombiana. Presi dalla disperazione per la beffa subita quelli del Central fanno scoppiare una rissa coinvolgendo subito quelli del Nacional che di certo non fanno nulla per calmare gli animi (anzi è Berrio che dopo il gol decide di esultare in faccia a Sosa). Alla fine l’ arbitro è costretto a cacciare Musto (calcione su Berrio) e Lo Celso per il Rosario e Berrio per l’ Atl Nacional che quindi salterà la semifinale d’ andata ma si ricorderà a lungo di questa serata da eroe.

https://www.youtube.com/watch?v=z5ocvWX_1kw

https://www.youtube.com/watch?annotation_id=annotation_3069263781&feature=iv&src_vid=z5ocvWX_1kw&v=B_InJLuxI0M