Copa Libertadores – Angulo show a Quito: primo atto alla IDV

Independiente-Valle-rival-Pumas-Libertadores_MILIMA20160504_0418_30

Serata di festa in Ecuador. A Quito il popolo Tricolor festeggia l’Independiente del Valle, vittorioso nel primo atto dei quarti di finale contro i messicani del Pumas con un 2-1 che lascia comunque aperta la contesa in vista del ritorno. La settimana prossima in Messico non sarà facile mantenere il vantaggio, ma con la grinta e la quadratura dimostrata al “Monumental“, i ragazzi di Pablo Repetto potrebbero arrivare a scrivere un ulteriore pezzo di storia.

IL SOLITO PROTAGONISTA – Lo chiamano El Tín perché nelle movenze e nel modo di andare in gol ricorda Agustin Delgado, attaccante tra i più prolifici della nazionale ecuadoregna nei primi anni 2000; José Angulo risolve la contesa con una doppietta di grandissima fattura, e dopo la rete pesante segnata al River Plate, il classe 1995 che piace – guarda il caso – proprio il Messico, colleziona un altro scalpo importante nel cammino clamoroso dell’Independiente in Libertadores. La partita inizia forte, con azioni da entrambe le parti e i Pumas che iniziano con Fidel Martinez relegato in panchina. I botta e risposta sono parecchi nella prima frazione, tanto che Azcona e Palacios – i due portieri – vengono chiamati in causa quasi subito. Quando il risultato sembrava incanalarsi verso lo 0-0, in prossimità del riposo la IDV pesca il jolly del vantaggio; Sornoza lavora con qualità un pallone sulla trequarti e smarca con una palla illuminante Angulo, bravo a stoppare di petto per poi trafiggere Palacios.

RIPRESA DI QUALITA’ – Junior Sornoza si candida ad essere il pezzo pregiato del prossimo mercato. Lo fa capire ad inizio ripresa, quando sfodera tutto il suo repertorio migliore per imbastire l’azione del raddoppio. Dopo aver ricevuto palla da Orejuela salta due avversari, e tra le linee smarca Ayala, bravo a sua volta nel calibrare un cross perfetto per la testa di Angulo. Il 2-0 scuote la squadra ospite, e il dt Vazquez manda finalmente dentro Fidel Martinez, che a pochi minuti dal suo ingresso accorcia le distanze battendo Azcona da distanza ravvicinata. Nel finale l’intensità dell’Independiente cala e l’Atahualpa segue con pathos gli ultimi minuti di assalto messicani, culminati con il tentativo di Ismael Sosa che manda a lato di poco da posizione favorevole. “E’ stata una bella partita – ha commentato il tecnico Pablo Repetto – ci siamo entrambi dati battaglia. In Messico dovremo andare per giocarcela“. Amareggiato invece Alcoba, leader dei Pumas: “Stasera è andata male, ma la prossima settimana giochiamo davanti ai nostri tifosi e possiamo ribaltare il risultato“.