Copa Libertadores 2016 – Un Poker di Calleri trascina il Sao Paulo. Toluca agli ottavi, Dep. Tachira quasi

Doveroso cominciare il nostro racconto della notte di Copa Libertadores dal successo per 1-0 del Deportivo Tachira contro l’ Emelec, partita valida per il gruppo 7 in cui i venezuelani sono ad un passo da una storica qualificazione alla fase successiva e per far si che ciò avvenga dovranno sperare che l’ Olimpia Asuncion non batta i messicani del Pumas. I 3 punti ottenuti questa notte dagli Aurinegros di San Cristobal sono stati del tutto meritati, frutto di una prestazione perfetta in difesa e di grande sacrificio collettivo. La rete che ha deciso l’ incontro è stata realizzata dal classe 1993 Angel Wilker al 20′, che s ‘ incarica di battere una punizione a due e complice una deviazione insacca il pallone alle spalle di Dreer. Da li in avanti nonostante manchino ancora 70 minuti di occasioni da gol ce ne saranno pochissime da entrambi le parti, la ripresa sarà molto nervosa e con numerosi falli e così il Deportivo Tachira blinda i 3 punti difendendosi grazie ad un’ ottima organizzazione tattica.

Grande prestazione per Ramon Abila ieri autore di una doppietta
Grande prestazione per Ramon Abila ieri autore di una doppietta

Passiamo allo scoppiettante 4-2 con cui l’ Huracan ha superato in casa lo Sporting Cristal, balzando in tal modo al 1° posto del girone 4 che vede in testa l’ Atletico Nacional. Il risultato premia gli argentini che nella ripresa sono stati maggiormente cinici in attacco, ma al netto delle occasioni i peruviani con un pareggio non avrebbero rubato nulla. Le marcature si aprono già al 15′ quando lo Sporting passa in vantaggio con l’ uruguayano Santiago Silva che imbeccato in area di rigore da uno splendido passaggio di Avila si libera con una grande finta della marcatura di Mancinelli e col destro trafigge Diaz. Lo schiaffo subito sveglia i padroni di casa e tra il 23′ e il 30′ sale in cattedra Ramon Abila, che con una doppietta ribalta la situazione mostrando ancora una volta le sue doti in fase di realizzazione. Gli ospiti però non si arrendono e, a pochi minuti dalla fine del primo tempo segnano il 2-2 con Calcaterra che raccoglie una difettosa respinta di Diaz e segna a porta vuota. La ripresa vede entrambe le compagini a caccia della vittoria ma dopo varie chance sprecate da ambo le parti è l’ Huracan a trovare il 3-2 con il classe ’95 Alejandro Romero che arriva a rimorchio su un cross di Abila e con un preciso sinistro porta avanti il Globo. Nonostate lo Sporting Cristal crei almeno un paio di ghiotte opportunità per ristabilire la parità, all’ 84′ arriva il colpo di testa vincente di Miralles che chiude i conti in favore dei ragazzi di mister Eduardo Dominguez.

Show di Calleri ieri notte, 4 reti per l' argentino contro il Trujillanos
Show di Calleri ieri notte, 4 reti per l’ argentino contro il Trujillanos

Prima vittoria nel girone per il Sao Paulo che in attesa di River Plate The Strongest in programma questa notte batte in goleada con un rotondo 6-0 i Trujillanos. La partita è archiavata già nei primi 45′: Calleri apre le marcature con una rete di testa su cross di Bastos al 12′, poi Kelvin fa 2-0 pochi minuti più tardi sfruttando un assist del cileno Mena. Al 24′ invece una splendida azione corale dei brasiliani consente al giovane Joao Schmidt di reaizzare il 3-0 su asssist millimetrico di Ganso. Nella ripresa il Tricolor Paulista dilaga ulteriormente e Calleri realizza altre 3 reti segnando uno storico poker che lo lancia in testa alla classifica marcatori della Copa.

Concludiamo con l’ importatissimo 2-1 del Toluca ai danni del LDU Quito che permette ai messicani di qualificarsi con ben due turni d’ anticipo agli ottavi di finale in un girone con Gremio e San lorenzo che li vedeva sfavoriti dai pronostici della vigilia. Eppure sono gli ecuadoriani a passare in vantaggio probabilmente galvanizzati dal cambio in panchina da Claudio Borghi ad Alvaro Gutierrez: al 17′ infatti un’ invenzione di Edson Puch con un bolide dalla distanza vale lo 0-1. L’ illusione però dura poco perchè al 18′ il Toluca fa 1-1 grazie ad un tocco sotto misura di Ernesto Vega (classe 1997) che ribadisce in gol la respinta del portiere Dominguez su colpo di testa di Triverio. La rete che decide il match arriva al 60′ e a siglarla è ovviamente Enrique Triverio che si fa trovare al posto giusto sugli sviluppi di un calcio piazzato e insacca la rete del definitivo 2-1.