Copa America, Gruppo A: Spettacolo e tanti gol nelle due gare del gruppo A, vittoria della Bolivia contro l’ Ecuador, pareggio per 3 a 3 tra Cile e Messico

Pioggia di reti ed emozioni nelle partite di stanotte valide per il gruppo A della Copa America. Una sorprendente Bolivia batte con un pirotecnico 3 a 2 l’ Ecuador mentre i padroni di casa del Cile pareggiano con un altrettanto spettacolare 3 a 3 contro il Messico. I primi due posti sono ora occupati dai cileni e dai boliviani appaiati a quota 4 punti, con i messicani a 2 punti e l’ ormai quasi spacciato Ecuador a 0 punti.

Ecuador – Bolivia 2 – 3 – Colpaccio della Verde che adesso è davvero ad un passo dall’ obiettivo dei quarti di finale. I ragazzi di mister Soria riescono da subito a prendere in mano le redini del gioco e cogliere di sorpresa la distratta difesa ecuadoregna. Già al 5° minuto il capitano Raldes sblocca l’ incontro con una bella torsione di testa su calcio d’ angolo, al 17′ la Bolivia raddoppia con un bel tiro da fuori area di Smedberg su sponda di Martins Moreno (in campo con degli improbabili guanti gialli). L’ Ecuador è stordito ma al 38′ l’ arbitro dà una mano alla squadra di Quinteros fischiando un rigore assai dubbio. Dal dischetto si presenta Valencia che segna, ma l’ arbitro fa ripetere e sulla ripetizione Quinonez(che sui guanti ha scritto Buffon, in omaggio al suo idolo) ipnotizza l’ attaccante ecuadoriano. L’ Ecuador è demoralizzato e pochi minuti dopo subisce anche la beffa del  3 a 0, fischiato per un intervento maldestro di Erazo su Lizio: Marcelo Moreno fa tris con una conclusione angolata. Nella ripresa è lecito attendersi una risposta orgogliosa dell’ Ecuador, che immediatamente accorcia le distanze con Enner Valencia, che riscatta l’ errore dagli 11 metri insaccando su ottimo assist di Jefferson Montero. La Bolivia si chiude a riccio e contiene come meglio può le avanzate dell’ Ecuador, che segna il 2 a 3 soltanto all’ 80′ con un gran destro del talento Miller Bolanos. Gli ultimi 10 minuti vedono l’ arrembaggio dell’ Equipo del centro del mundo che vede infrangersi la possibilità di pareggiare quando il destro di Noboa colpisce in pieno la traversa.

Ecuador (4-2-3-1): Dominguez; Paredes (87′ Angulo), Achilier, Erazo, Ayovi; Noboa, Quinonez (46′ Cazares); Martinez (46′ Ibarra), Bolanos, Montero, Valencia. All. Quinteros

Bolivia (4-4-2): Quinonez; Hurtado, Raldes, Zenteno, Morales; Smedberg, Bejarano (72′ Lizio), Chumacero, Escobar; Moreno (88′ Miranda), Pedriel (57′ Coimbra). All. Soria

Marcatori: 5′ Raldes (B), 19′ Smedberg (B), 43′ Moreno (B), 48′ Valencia (E), 82′ Bolanos (E)

Arbitro: Joel Aguilar

Note: ammoniti Zenteno (B), Erazo (E)

 

Cile – Messico  3 – 3 – Attacchi prolifici e difese ballerine anche nella sfida tra Cile e Messico, che ha senz’ altro divertito la bolgia dell’ Estadio Nacional di Santiago. I padroni di casa divertono con il loro gioco intenso e veloce in cui sembrano trovarsi a meraviglia Sanchez, Vargas e Valdivia, ma anche il Messico fa la sua parte sfruttando benissimo il contropiede. La sfida s’ accende al 21′ con il pittoresco Vuoso che finalizza splendidamente un’ azione corale che mette da subito in evidenza le difficoltà della retroguardia cilena. Esultanza piuttosto singolare quella del tatuatissimo attaccante del Chiapas. Passa un solo minuto e il Cile trova il gol del pareggio: poderoso colpo di testa di Arturo Vidal su angolo del Principe Aranguiz. Emozioni finite? certo che no, il Messico si riversa in attacco ed è la traversa in collabrazione con la parata di Bravo a negare il gol a Flores. Basta però aspettare il 29′ e il Messico trova il 2 a 1 con una precisa incornata di Raul Jimenez, con Bravo colto in leggero ritardo tra i pali. La Roja però non ci sta ad andare all’ intervallo in svantaggio e al 42′ e ancora un colpo di testa ad essere decisivo con Edu Vargas che fa 2 a 2 sfruttando un preciso cross del solito Vidal. Grandi emozioni anche nel secondo tempo, nel quale entrambe le squadre cercano la vittoria. Al 55′ l’ arbitro Victor Carrillo assegna un calcio di rigore al Cile per un fallo di Flores su Vidal che realizza il 3 a 2 spiazzando Corona. I messicani però non muoiono mai e, dopo un gol ingiustamente annullato al mago Valdivia (d’ arresto arbitro e guardalinee in questa circostanza), El Tricolor segna ancora con Vuoso il gol del 3 a  definitivo. Abile l’ attaccante a scattare alle spalle dei rivedibili difensori di casa su lancio di Andrete e ad anticipare l’ uscita del non impeccabile Bravo. La partita è viva fino al 90′, ma l’ altro episodio che farà molto discutere è un altro gol annullato stavolta a Sanchez che sembrava regolare come quello di Valdivia: Cile anche sfortunato quindi, ma il Ct Sampaoli dovrà rivedere i meccanismi di una difesa che troppe volte si è fatta infilare da un buon Messico.

Cile (4-3-3): Bravo; Isla, Medel, Jara, Albornoz (86′ Beausejour); Aránguiz, Díaz (73′ Mena), Valdivia; Vidal, Sánchez, Vargas (84′ Pinilla). A disp.: Fuenzalida, Garces, Gutierrez, Henriuez, Herrera, Pizarro, Rojas. Allenatore: Sampaoli
MESSICO (5-3-2): Corona, Flores, Dominguez, Ayala, Aldrete (72′ Salcido), Valenzuela, Guemez, Medina (64′ Aquino), J. M. Corona (77′ Osuna), Vuoso, Jimenez. A disposizione: Corral, Esqueda, Fabian, Hernandez, Herrera, Montes, Talavera, Velarde. Allenatore: Herrera
Arbitro: Victor Carrillo (Perù)
Marcatori: 21′ Vuoso (M); 22′ Vidal (C); 28′ Jimenez (M), 42′ Vargas (C), 55′ Vidal (C), 66′ Vuoso (M); Ammoniti: Vidal (C), J. Corona (M), Pinilla (C).

 

Classifica Gruppo A

Cile 4 (+2)
Bolivia 4 (+1)
Messico 2 (0)
Ecuador 0 (-3)