Copa América 2016 – Un gol che vale un Perù, Guerrero batte Haiti e supera Cubillas

foto: conmebol.com

foto: conmebol.com
foto: conmebol.com
Alla fine è sempre il solito Guerrero, capocannoniere della ultime due edizioni della coppa, a fare la differenza: tra le non molte facce note anche agli appassionati europei, il numero nove della Blanquirroja sistema con un colpo di testa su assist di Flores dopo un’ora di gioco diverse situazioni. Quella del Perù, prima di tutto, che fatta eccezione per un palo colpito da Flores al termine del primo tempo non ha prodotto pericoli degni di nota. Poi quella della competizione, che in un’intera giornata di gioco non vedrà altri palloni gonfiare le reti. Infine la sua, con la ventisettesima rete in nazionale e lo scettro di massimo goleador di tutti i tempi, davanti a Teófilo Cubillas.

Costretto a vincere per nutrire qualunque tipo di ambizione nel gruppo B, Gareca dispone i suoi con un 4-2-3-1: Gallese in porta, una linea difensiva proveniente dal campionato locale, il centrocampista del Feyenoord Tapia a fare gioco protetto da Vílchez e il trio composto da Hohberg, Cueva e Flores alle spalle dell’eroe della serata. Patrice Neveu risponde schierando Les Grenadiers, al loro primo assaggio di Copa América, con un 4-3-3, Nazon preferito a Belfort al centro dell’attacco.

I primi minuti vedono gli andini giocare con grande facilità di fronte agli affanni dei caraibici; poi al minuto 13 il biondo Nazon si fionda su una palla malamente persa da Ramos, suonando la sveglia per i suoi. Haiti riesce così a riprendersi agilmente, grazie a un Lafrance piuttosto ispirato in mezzo al campo, ai guizzi di Guerrier sulla fascia e al grande lavoro di Nazon in avanti. Al 31′ Jerome su punizione manda la palla di poco sopra la traversa; il primo tempo si chiude con la ghiotta occasione dei sudamericani, finita sul palo.

Nella ripresa gli haitiani continuano a dare fastidio, specie con le ripartenze di Louis, e a mantenere una certa attenzione difensiva; poi arriva il gol dei peruviani, che nel finale, con l’apporto dei subentrati Polo e Yotun, sembrano poter prendere il sopravvento. Sembrerebbe tutto finito, ma c’è tempo per un’ultima emozione grazie a Belfort, che all’avvicinarsi del triplice fischio, sugli sviluppi di un calcio di punizione, si avventa di testa sulla palla e, da pochi passi, riesce a mandarla fuori. Il numero 9, autore del gol a Trinidad e Tobago che ha portato la nazionale negli Stati Uniti, scoppia a piangere.

TABELLINO

Haiti – Johhny Placide; Réginal Goreux, Romain Genevois, Mechack Jérôme, Kim Jaggy; James Marcelin, Kevin Lafrance, Max Hilarie (40′ Jean Alexandre); Jeff Louis, Duckens Nazon (73′ Kervens Belfort), Wilde-Donald Guerrier. All.: Patrice Neveu

Perù – Pedro Gallese; Renzo Revoredo, Alberto Rodríguez, Christian Ramos, Miguel Trauco; Renato Tapia, Oscar Vílchez; Alejandro Hohberg (83′ Andy Polo), Cristian Cueva (75′ Yotún), Edison Flores (93′ Luiz Da Silva); Paolo Guerrero. All.: Ricardo Gareca

Stadio: Centurylink Field, Seattle

Spettatori: 20190

Arbitro: John Pitti (Panama)

Marcatori: 61′ Guerrero

Ammoniti: 50′ Jean Alexandre, 74′ Marcelin; 28′ Rodríguez, 68′ Guerrero, 84′ Yotún