Cile, Supercoppa: un gol per tempo e l’Unión porta a casa il primo trofeo stagionale

Foto ricordo per i giocatori dell'Unión
Foto ricordo con trofeo per i giocatori dell’Unión

La stagione in Cile è già cominciata da due settimane, con la Coppa, ma tutta l’attenzione del pre-stagione è stata subito catalizzata dal primo vero trofeo in palio: la Supercopa tra Unión Española (detentrice della Liga) e Universidad de Chile (titolare invece dell’ultima edizione della Coppa nazionale). E le attese non hanno ingannato: due gol, altrettante espulsioni, diversi ammoniti, e molto molto agonismo hanno reso spettacolare il primo antipasto di una stagione ormai alle porte.

LA CRONACA

Le prime uscite di entrambe le squadre nella fase a gironi della coppa nazionale sono state tutt’altro che memorabili con un solo punto racimolato dai Diablos Rojos, e addirittura due sconfitte per la “U” ed entrambe vicine al rischio eliminazione dopo soli due turni. Chiara è stata la volontà di prepararsi al meglio per per la partita della notte così come chiaro è che un derby è pur sempre un derby, anche se giocato su campo neutro (l’Estadio Regional Calvo y Bascuñán di Antofagasta nell’occasione). Gli uomini agli ordini del tecnico argentino Sierra cercano e trovano il pallino del gioco mediante il possesso palla e al minuto 36 la partita si sblocca proprio a favore dell’Unión. L’azione rievoca – anche per richiami cromatici – il tiqui taca di matrice spagnola con più di un minuto di controllo palla avvolgente, culminato con lo stacco di testa dell’argentino Gustavo Canales. La differente preparazione nonché il divario tecnico permettono ai Rojos di legittimare il vantaggio.

Nella ripresa prende spazio il nervosismo, con l’arbitro Osses chiamato agli straordinari (comminerà 7 ammonizioni alla fine) come nell’episodio della duplice espulsione di Canales (EU) e González (UdC). Si aprono gli spazi e nel finale l’Unión su azione di contropiede mette il risultato al sicuro: Cortes tocca di mano in area e sul dischetto va il gioiellino Óscar Hernández il quale sbaglia sul primo tentativo ma è pronto ad insaccare la respinta del portiere.

L’Unión, già vincitrice del torneo transitorio, con i 60 chili del trofeo vinto nella notte porta così a due il numero dei titoli in pochi mesi. Insomma il miglior modo per approcciare la nuova stagione piena di insidie, legate per lo più, alla durata della stagione, ora calibrata sull’intero anno e non più sui due semestri. Problemi, e tanti, invece per l’Universidad, apparsa in ritardo e forse in attesa di qualcosa dal mercato. Nel week end si torna già in campo con la terza giornata di Coppa nazionale.

IL TABELLINO

Unión Española – Universidad Catolica 2-0 (pt 1-0): 37′ Gustavo Canales, 90’+1 Óscar Hernández

Unión Española (4-3-3): Diego Sánchez; Dagoberto Currimilla, Jorge Ampuero, Matías Navarrete, Sebastián Miranda; Gonzalo Villagra, Diego Scotti, Matías Abelairas (77′ Óscar Hernández); Sebastián Jaime, Gustavo Canales, Francisco Castro. All. José Luis Sierra

Universidad Catolica (4-3-3): Johnny Herrera; Rodrigo Moya, Juan Ignacio Sills, Osvaldo González, Roberto Cereceda; Charles Aránguiz, Rodrigo Rojas, Gustavo Lorenzetti; Juan Ignacio Duma (46′ Luciano Civelli), Isaac Díaz, César Cortés. All. Darío Franco.

Arbitro: Enrique Osses

Ammoniti: 33′ Sills (UdC), 42′ Alberais (UE), 48′ Rojas (UdC),  79′ Herrera (UdC),  81′ Villagra (UE), 90′ Cortes (UdC), 90’+3 Moya (UdC)

Espulsi: 72′ Gustavo Canales (UE), 72′ Osvaldo González (UdC)

Stadio: Estadio Regional Calvo y Bascuñán, Antofagasta – Spettatori: 20.000