CILE – In testa c’è sempre la U, ma le inseguitrici non mollano

 IMG

Tutto cambia senza cambiare. Delle prime cinque squadre che ormai da settimane si danno battaglia nei quartieri alti della Primera Division cilena, solo l’Union Española subisce uno stop in una dodicesima giornata che segna un po’ il viatico per quello che sarà il finale di un semestre molto interessante.

Davanti, appunto, vincono tutte. A cominciare dal Colo Colo, che all'”Apoquindo” ha avuto la meglio – non senza qualche difficoltà – sull’Union de La Calera, squadra senza particolari nomi ma messa molto bene in campo. All’Albo serviva una prestazione di carattere, che puntualmente è arrivata; con un gol per tempo, segnati da Fierro e dal solito bomber Paredes, il Colo Colo si è preso i tre punti fondamentali per mantenere le distanze invariate dalla capolista Universidad de Chile, mettendo pressione a tutte le antagoniste.

La U però non sbaglia un colpo. Nel posticipo batte 2-1 il Palestino e mette via il decimo successo su dodici gare; un filotto invidiabile, soprattutto perchè i ragazzi di Lasarte ancora una volta danno l’impressione di essere davvero inarrestabili. Contro il Palestino arriva un’altra prova di forza, con Gutierrez e Rubio che chiudono la partita già nel primo tempo, lasciando agli ospiti la magra soddisfazione del gol della bandiera.

Tre punti se li portano a casa Santiago Wanderers ed O’Higgins, rispettivamente terzi e quarti in classifica; gli Wanderers battono 2-1 il San Marcos, matricola partita bene ma ora reduce da quattro sconfitte nell’ultimo mese e mezzo, grazie alla doppietta di Roberto Gutierrez, che rende inutile la rete nel finale di Harbottle. Per l’O’Higgins non ci sono invece problemi a spazzare via lo Huachipato: Oscar Rivero ne mette due nel primo quarto d’ora, Valenzuela sigilla la vittoria nel finale.

Alle spalle delle grandi si fa spazio il Ñublense; il piccolo club con sede a Chillàn si sbarazza dell’Union Española con un perentorio 3-1, maturato davanti a circa 3300 persone che hanno quasi riempito il piccolo impianto locale. Matias Riquero è l’eroe della serata: prima pareggia l’iniziale vantaggio di Mirosevic, poi in solitaria fa 2-1, infine serve a Varas l’assist del 3-1 finale.

Poco da segnalare nei restanti match, se non che la Universidad Catolica torna alla vittoria dopo due stop consecutivi. A farne le spese è l’Audax, passato inizialmente in vantaggio con l’ex talento in orbita Udinese, Carrasco, e poi rimontato dai due Costa (prima Ramiro, poi Tomàs).

In coda, solo la Universidad de Concepcion trova i tre punti contro il Cobresal (3-2) diretta concorrente per la salvezza. Le altre gare finiscono tutte in parità: Antofagasta e Barnechea impattano sull’1-1, Cobreloa ed Iquique danno vita ad un emozionante 3-3. Insomma, anche là dietro non ci si annoia mai.

RISULTATI 12° TURNO
Ñublense 3 – 1 Unión Española
Univ. Concepción 3 – 2 Cobresal
Santiago Wanderers 2 – 1 San Marcos
Universidad Catolica 2 – 1 Audax Italiano
O’Higgins 3 – 0 Huachipato
Unión La Calera 0 – 2 Colo Colo
Cobreloa 3 – 3 Deportes Iquique
Antofagasta 1 – 1 Barnechea
Universidad Chile 2 – 1 Palestino

CLASSIFICA
Universidad Chile 31
Colo Colo 29
Santiago Wanderers 28
O’Higgins 19
Unión Española 19
Unión La Calera 18
Ñublense 18
Huachipato 17
Universidad Catolica 16
Palestino 16
Audax Italiano 15
San Marcos 14
Univ. Concepción 13
Barnechea 13
Antofagasta 10
Deportes Iquique 9
Cobresal 8
Cobreloa 8