Cile: in attesa del Superclasico il Santiago Wanderers si porta al 2° posto. Male ancora la U Catolica

Jorge Luis Luna, sempre decisivo per il Santiago Wanderers
Jorge Luis Luna, sempre decisivo per il Santiago Wanderers

Nell’11a giornata dell’apertura cileno il piatto forte è di sicuro il  Superclasico che andrà in scena alle ore 17 (in Italia) all’Estadio Monumental. Da svariati giorni ormai non si parla d’altro e tutto sembra pronto per capire se questo campionato avrà più di un protagonista per la vittoria finale.
Fino a qualche giorno fa Universidad de Chile e Colo Colo parevano le uniche due squadre a potersi giocare il titolo, con i primi nettamente favoriti dalla situazione di classifica e con uno spirito più di squadra che però fa di ogni singolo un’arma pronta a colpire in caso di stasi della partita.
Da ieri è giusto annoverare tra le pretendenti anche il Santiago Wanderers che se non fosse incappato nel pareggio interno con l’Audax Italiano qualche settimana fa sarebbe ad 1 solo punto dalla formazione di Lasarte.
Ancora una volta la squadra di Astorga si rivela assoluta sorpresa di questo semestre, centrando l’ottava vittoria in campionato e consegnando al torneo una pretendente in più, cosa assolutamente utopica nel mese di luglio.
Los Caturros erano di scena a La Cisterna per far visita al Palestino reduce da due vittorie consecutive. Il finale dice 1-0 con rigore trasformato da Luna, ma per ciò che si è visto in campo il risultato poteva essere sicuramente più rotondo. Due rigori non concessi agli ospiti prima di quello insaccato dal fantasista argentino e qualche occasione di troppo sprecata dalla dupla Gutierrez-Cellerino.
Sin da subito gli ospiti sono stati superiori agli Arabes, nonostante al 35° minuto una distorsione alla caviglia sinistra ha privato i Wanderers di Ormeño; nessun problema, visto che sia il subentrato Cisterna che Tamburrini non hanno faticato a contenere le flebili avanzate della squadra di casa.

Fatica eccome invece la Universidad Catolica, sempre più distante dalla zona Libertadores e tornata quella di qualche settimana fa: inconcludente e con un gioco confusionario. Per di più il gol del Barnechea arriva su una brutta palla persa a centrocampo che Ivanobsky insacca dopo un salvataggio di Costanzo, il migliore dei suoi, il che la dice lunga sulla pochezza della squadra di Falcioni. Troppo poco il colpo di testa di Llanos al 90° stampatosi sulla traversa. Nel post-gara parla solo il DT della UC: “los Huaicocheros sono stati più volitivi e ci hanno messo più grinta”. Poche parole che fotografano alla perfezione l’andamento della gara.

I tifosi del Nelson Oyarzun non vedevano un gol del Ñublense dalla vittoria in coppa del 3 settembre ai danni dell’Iberia. Nella giornata di ieri è arrivata l’importante vittoria 2-1 contro la U de Concepcion; mattatore di giornata Sebastian Varas, autore della doppietta che manda i Diablos Rojos a 2 punti dalla bagarre pre-Libertadores. L’attaccante di Viña del Mar prima è bravo a sfruttare un brutto disimpegno della difesa campanil superando l’incolpevole Muñoz con un sinistro a giro. Il raddoppio, al 70° minuto, arriva grazie ad una splendida azione corale iniziata da Croce che pesca in profondità Parra che mette in mezzo un perfetto cross per la testa di Varas. Troppo ferma la difesa ospite, sorpresa dall’accelerazione improvvisa della squadra di Basay. Nel finale qualche rilassamento di troppo: prima Frascarelli esce male (unico errore della partita) ma per sua fortuna Pozo salva sulla linea un tiro di Vargas e poi lo stesso Vargas, al minuto 82, batte l’estremo difensore con un potente sinistro dopo un errato disimpegno di Godoy che invece di spazzare l’area serve un delizioso assist all’attaccante avversario.

Il cambio in panchina all’Iquique ha fruttato solo 1 punto a los Celestes. In settimana è arrivato il 3° DT del semestre, si è seduto difatti sulla bollente poltrona Nelson Acosta, ex Everton. E dire che i padroni di casa avrebbero anche l’occasione di colpire un opaco O’Higgins, ma al 18° minuto Diaz sbaglia il rigore del vantaggio. Il Capo de provincia è senza Figueroa, infortunatosi qualche giorno fa e fuori fino alla fine del campionato. La brutta prova della squadra di Sava non pregiudica la posizione di classifica, ma ne sapremo di più la prossima settimana quando a Rancagua arriverà lo Huachipato attualmente 5° nella tabla.
Chiude il sabato la vittoria 2-1 del San Marcos contro la rivelazione Union La Calera, presentatasi ad Arica con grande fiducia e con un un Benegas galvanizzato dalla tripletta dell’Estadio CAP. Ma la formazione di Pereryra sembra avere la pancia piena, non gioca male ma pare non avere la giusta brillantezza negli ultimi 16 metri, complice l’ottima prova della linea difensiva del San Marcos. La partita è decisa da Medina a 10 minuti dal termine dopo le reti di Gonzalez sul finire del primo tempo ed il momentaneo pareggio ospite di Sepulveda ad un quarto d’ora dal 90°. Per el Santo una boccata d’ossigeno che la toglie, per ora, dalla zona calda della classifica.

RISULTATI SABATO

Palestino-Santiago Wanderers 0-1
Barnechea-Universidad Catolica 1-0
Ñublense-Universidad de Concepcion 2-1
Iquique-O’Higgins 0-0
San Marcos-Union La Calera 2-1

RESTO DEL PROGRAMMA

Colo Colo-Universidad de Chile (oggi)
Cobresal-Antofagasta (oggi)
Union Española-Cobreloa (oggi)
Huachipato-Audax Italiano (21 ottobre)