Cile, festeggiamenti per i primi 34 anni di vita del Cobreloa

Cobreloa
Cobreloa

Ieri, venerdì 7 gennaio, sono iniziati i festeggiamenti a Calama in Cile per i primi 34 anni di vita della squadra di calcio del Cobreloa.

La squadra cilena è nata dalle ‘ceneri’ della Provincia de El Loa, team che aveva partecipato per 28 anni ai campionati amatoriali. Nel 1976 le città di Calama e Chuquicamata hanno unito gli sforzi per entrare nel calcio professionistico e il 7 gennaio 1977 è nato il Cobreloa, partito inizialmente dalla Segunda Division (dopo un solo anno è però arrivata la prima promozione in massima serie).

Nel 2011 la squadra di Calama, capitale mineraria del Cile, punta a tornare a giocare un ruolo importante in campionato: nel 2010 un anonimo 14^ posto, solo un punto sopra la zona retrocessione.

Il comune di Calama ha programmato una serie di eventi per celebrare l’anniversario, tra cui l’Expo Cobreloa 2011, in programma nella Plaza 23 de Marzo e che proporrà un’esposizione dei principali trofei del club, un archivio video e audio e la presenza di alcuni dei giocatori storici (insieme agli attuali) del Cobreloa.  E’ previsto anche uno spettacolo intitolato “Esperando el cumpleaños de Cobreloa”, con ospiti molti artisti locali.

Il 19 gennaio è in programma anche la tradizionale “Noche Naranja“, a partire dalle 20 all’Estadio Municipal: prima un’amichevole contro il Deportes Iquique, neopromosso in Primera División, a seguire l’esibizione dei Sonora de Tommy Rey.

Nella sua storia il Cobreloa ha vinto otto titoli nazionali (1980, 1982, 1985, 1988, 1992, Apertura 2003, Clausura 2003 e Clausura 2004) e raggiunto due finali di Copa Libertadores (addirittura consecutive, nel 1981 e nel 1982, prima contro il Flamengo di Zico e poi contro il Penarol).

Tra i giocatori più importanti di quella squadra sono da ricordare Mario Soto, Eduardo Jiménez, Armando Alarcón, Washington Olivera, Jorge Luis Siviero, Héctor Puebla e Óscar Wirth.