Cile 3a giornata: cinquina Catolica, U de Chile sola al comando

foto_0000000120130211112048
Leandro Banegas, capocannoniere con 4 gol

Il weekend cileno deve aver fatto parecchio bene agli attacchi, sono stati messi a segno ben 38 gol, appena 4 in meno delle prime due giornate messe assieme. Ad eccezione di San Marcos-Union Espanola sono stati segnati almeno 4 gol in ogni partita. L’U Catolica ha addirittura esagerato rifilando una manita al Cobreloa, mentre l’U de Chile non è contento se non ne segna 3. Dopo questa sciarada di numeri, passiamo ad analizzare la giornata appena conclusa.

U DE CHILE FORZA 3 – Ancora una volta l’Azul è il protagonista di giornata avendo messo in cascina la terza vittoria consecutiva questa volta ai danni del Santiago Wanderers arrivato all’Estadio Nacional forte dei 6 punti conquistati nelle prime due giornate. La partita, però, si mette subito male per i Caturros, lo sfortunato quanto goffo autogol di Parra manda avanti la U dopo appena 6 minuti dando la netta impressione di un pomeriggio-no per la squadra di Valparaiso. Ma apena 10 minuti più tardi Marco Medel (il migliore dei suoi) pesca Roberto Gutierrez che insacca l’1-1. Per circa mezz’ora poi non succede più nulla, ma nel recupero uno spunto di Canales, al suo terzo gol in campionato, regala il nuovo vantaggio alla formazione di Lasarte dando una mazzata psicologica ai Wanderers; tutto ciò viene confermato ad inizio ripresa quando Rubio entra come una spada nel burro nell’area avversaria e lascia partire un destro che si infila all’incrocio dei pali. Nelle settimane precedenti Lasarte aveva avuto parole agrodolci per Rubio, elogio per il talento, critica per il poco impegno e per una forma fisica non all’altezza. Questa volta il ragazzo di Santiago incappa nella trappola della doppia ammonizione ad un quarto d’ora dal termine, regalando agli ospiti la speranza persa ad inizio secondo tempo. La difesa regge bene, meno il centrocampo ma los caturros trovano il gol del 3-2 solo al minuto 89 grazie ad un missile di Medel da 30 metri. A fine gara Lasarte esprime soddisfazione per la terza vittoria in altrettante partite, ma non nasconde il fatto che 4 gol subiti in 3 partite siano un bottino che non aveva preventivato.

CATOLICISSIMA – Dopo una settimana abbastanza calda in casa Cruzado a seguito della cessione di Enzo Roco in Spagna e della polemica-Botinelli per lo scarso impegno, al San Carlos de Apoquindo va in scena un’autentica grandinata di gol; a farne le spese è il Cobreloa che viene devastato da un Mark Gonzalez in forma super. L’ex giocatore del Liverpool regala una prestazione da 10 e lode. Dopo 22 minuti sfrutta un bel cross di Alvarez ed insacca di testa alla sinistra di Palos e poi fornisce assist al bacio per il gol di Llanos (doppietta) e per il conclusivo 5-1 di Cordero che insacca con un mezzo pallonetto. Per tutta la partita la difesa naranja ha subito l’iniziativa del cruzado, mal supportata dal centrocampo che di questa sfida ci ha capito davvero poco. Altra nota lieta, il gol di Parot che in queste prime giornate si sta dimostrando letale sulla fascia.

COLO COLO COLO – Ebbene sì, nel nome ne risultano due ma il Cacique ne rifila tre allo Huachipato che dopo le ottime prestazioni contro Nublense ed U de Conce subisce la prima sconfitta, neanche troppo indolore visto che di fronte c’era un Colo Colo inarrestabile e non sono di certo queste le gare dove far punti. Dopo 7 minuti Esteban Pavez pesca in area Juan Delgado che controlla in maniera esemplare ed infila di destro la porta di Reyes; per tutto il primo tempo lo Huachiapato non riesce a star dietro al nuovo modulo proposto da Tapia che mette Beausejour in fascia (fuori ancora Fuenzalida) ed affianca proprio Delgado a Paredes. Ad onor del vero al 26′ ci sarebbe un rigore su Merlo che però l’arbitro Osses non concede (la trattenuta di Beausejour è netta). Nella ripresa poi, l’Albo cala gli assi; al 59′ il Pajarito Valdes realizza il suo primo gol stagionale con un destro su cui Reyes nnon ci può far nulla e prima del gol di Vecchio al minuto 81, Flores aveva colpito la traversa in uno stadio CAP ormai ammutolito e senza forze. Il gran gol di Lucas Simon nel recupero serve solo ad allungare il tabellino. Nota statistica: 11° partita senza sconfitta per il Colo Colo sul campo dei Negriazules.

L’UNION FA LA FORZA – Un capitolo lo merita di sicuro anche l’Union La Calera che grazie al 3-1 sulla delusione Antofagasta, gratta altri 3 punti utili per il futuro promedioe si proietta a ridosso delle grandi con 6 punti. La squadra di Pereyra va al doppio della velocità dei Pumas, anche se dopo appena 5 minuti l’arbitro Ososrio concede un calcio di rigore agli ospiti trasformato da Elizondo; ma è tutto qua, dopo appena 2 minuti Charles risolve una mischia in area avversaria con tanto di dormita ed infila l’incolpevole Santelices. Nella ripresa sale in cattedra il capocannoniere del campionato (4 gol) Leandro Banegas che risolve con un potente tiro un brutto disimpegno dei centrali ospiti. Chiude la splendida serata un gran gol di Jean Paul Pineda al termine di un’azione corale. Per l’Antofagasta è il colpo del definitivo ko e nel fine settimana arriva la U de Chile al Calvo y Bascunan.

LA DIFFERENZA LA FANNO I PORTIERI – Al Carlos Dittborn il San Marcos ha la meglio 2-1 sull’Union Espanola. Protagonisti della partita sono i portieri; in 24 minuti l’estremo difensore hispano Diego Sanchez si rende complice dei gol di Renteria (brutta respinta su rtiro di Harbottle) e Leonardo Ramos (indeciso se uscire o meno), spianando la strada alla prima vittoria del Santo. Ad accorciare le distanze è Saavedra che sfrutta al meglio un cross dalla sinistra. Nel finale di partita ecco che protagonista diventa l’altro portiere, Pedro Carrizo, che salva i suoi in due circostanze, prima su un calcio di punizione e poi su una conclusione ravvicinata. Da segnalare per gli ospiti anche la buona prestazione di Vidangossy che fa un pò quel che vuole sulla trequarti avversaria.

LE ALTRE Pablo Guede cambia il modulo passando alla difesa a 3, i risultati si notano subito ed il Palestino chiude la prima frazione di gara con due gol di vantaggio; nella ripresa ripassa alla difesa a 4 subendo la rimonta del Nublense grazie ai gol di Cisternas e Riquero. Male l’O’Higgins che in vantaggio 2-0 si fa rimontare dalla U de Concepcion del Vitamina Sanchez. Altro 2-2 quello tra Iquique e Cobresal in una partita dalle mille emozioni, per i Dragones Celstes vanno a segno Zenteno che a 30 anni sigla il suo primo gol in carriera e Villalobos (primo gol in campionato), il Cobresal che era in vantaggio 2-1 spreca qualche occasione per tornare a casa con la posta piena. Chiude la giornata il match tra Audax Italiano e Barnechea con l’Italico che archivia la pratica in appena 10 minuti forte dei gol di Santiago Silva bravo a sfruttare qualche blocco un calcio d’angolo, Diego Vallejos e Sebastian Pol complice una difesa ospite da brividi. Per il Barne l’unica soddisfazione arriva da Nicolas Maturana che sigla il gol più bello della giornata con un sinistro ad incrociare che si insacca alle spalle dell’incolpevole Veloso. Per i gialloblu è crisi profonda vista anche la sconfitta settimanale in coppa per opera del San Luis.

RISULTATI

Union La Calera-Antofagasta 3-1
Palestino-Nublense 2-2
Universidad de Chile-Santiago Wanderers 3-2
Universidad Catolica-Cobreloa 5-1
O’Higgins-Universidad de Concepcion 2-2
San Marcos de Arica-Union Espanola 2-1
Huachipato-Colo Colo 1-3
Iquique-Cobresal 2-2
Audax Italiano-Barnechea 3-1

CLASSIFICA

Universidad de Chile 9
Colo Colo 7
Union La Calera 6
Universidad Catolica 6
Santiago Wanderers 6
Huachipato 6
Union Espanola 6
Audax Italiano 4
Palestino 4
San Marcos de Arica 4
O’Higgins 4
Nublense 4
Cobreloa 3
Universidad de Concepcion 2
Iquique 2
Cobresal 1
Antofagasta 1
Barnechea 0