Che brutto Santos: 0-0 col Táchira

Clamoroso stop dei brasiliani contro la modestissima formazione venezuelana: addirittura sono i padroni di casa quelli a cui va stretto il pari. Non ci poteva essere avvio peggiore per il Santos in un girone che comprende due avversarie sempre tignose come Cerro Porteño e Colo-Colo.

Ci si aspettava una facile e ampia vittoria da parte del Santos sui venezuelani del Deportivo Táchira: e invece poco non è mancato che arrivasse un clamoroso ko. Lo 0-0 che va in archivio resta comunque deludentissimo per il rientrante Neymar & Co. , che persi due punti contro la squadra materasso del girone hanno ora la prospettiva di non poter più sbagliare né contro il Cerro Porteño né tantomeno col temibilissimo Colo-Colo, pena la perdita del primo posto nel girone.

Il leit-motiv è chiaro fin dal principio, con gli ospiti che attaccano sperando nella giocata di Neymar, padroni di casa che aspettano e ripartono in contropiede: un classico insomma. La prima conclusione del match – poche altre ne seguiranno – è ad opera di Hernández, al minuto numero sette, su cui è attento e ben posizionato Rafael. Al 19′ protestano gli ospiti: conclusione da lontano di Arouca, Sanhouse respinge e sulla ribattuta si avventa Diogo che viene steso da Moreno, ma l’arbitro aveva già fermato tutto per un fuorigioco dubbio.

Al 30′ si accende la stella più attesa: ottimo passaggio filtrante di Neymar per Danilo che si presenta solo davanti a Sanhouse ma colpisce un clamoroso palo. Da qui all’intervallo, vuoto completo. Ad inizio ripresa il canovaccio è sempre lo stesso, ma i padroni di casa iniziano piano piano a crederci e i giocatori del Peixe mostrano i primi segni di nervosismo, con l’asse del match che inizia pian piano a spostarsi.

Al 50′ è protagonista Rafael: cross dalla destra di Pérez Greco su cui si avventa Herrera, il portiere brasiliano è preso in controtempo ma con uno splendido colpo di reni toglie la sfera dalla porta.

È il colpo che sposta definitivamente gli equilibri: inizia un vero e proprio assedio dell’Aurinegro all’area avversaria, con i difensori brasiliani però bravi a chiudersi e non lasciare spazio alla manovra venezuelana che presto si riduce ad un continuo possesso palla alla linea dei 30 metri.

Nel finale la situazione di inizio gara è ribaltata, col Santos a cercare le veloci ripartenze ed il Táchira a fare la partita: l’occasione migliore arriva però agli ospiti con la punizione di Edu Dracena smanacciata in qualche modo da Sanhouse.

Il Santos dimostra una volta di più di reggersi sulle giocate dei suoi elementi migliori, Neymar ed Elano, che in questa serata sono apparsi stanchi (soprattutto la punta); ha certamente pesato anche l’assenza di un elemento di spicco come Maikon Leite, assenza che però non può spiegare un volume di gioco prossimo allo zero. Di contro è piaciuta la prestazione grintosa dei venezuelani, premiati da un punto insperato. Domani notte la prima giornata del gruppo 5 sarà completata da Cerro Porteño – Colo-Colo.

TABELLINO

Deportivo Táchira 0-0 Santos

TÁCHIRA (4-4-2): Sanhouse; Rouga, Moreno, Chacón, Yeguéz; Fernández, Guerrero, Casanova (Parra), Hernández (Delvalle); Herrera, Pérez Greco. all. Saragó

SANTOS (3-5-2): Rafael; Durval, Leo (Alex Sandro), Pará (Adriano); Edu Dracena, Danilo, Elano, Arouca, Rodrigo Possebon; Neymar, Diogo (Zé Eduardo). all. Batista

Arbitro: Vera Rodriguez (PRY)

NOTE – Tiri 5-7, in porta 2-3; falli 17-15; angoli 2-5; fuorigioco 1-3; ammoniti: Fernández (T), Danilo, Rodrigo Possebon (S); espulsi: nessuno.