Brasilerão 2012: la Top 11 dei migliori acquisti secondo CS!

Brasilerão 2012 concluso, verdetti definitivi. Fluminense meritatamente campione del Brasile e Palmeiras altrettanto meritatamente in B, queste le due notizie più clamorose. Noi di calciosudamericano, abbiamo stilato la Top 11 dei migliori acquisti di questa stagione: andiamo a scoprire questa speciale classifica.

1) RONALDINHO (Atlético Mineiro): il fantasista è stata una scommessa ‘stravinta’ da parte dell’Atlético Mineiro, che ha trovato il faro del proprio centrocampo e anche grazie a lui, la qualificazione per la prossima edizione della Libertadores. Durante tutta la stagione, una continuità che non si vedeva dai tempi del Barça e un ottimo feeling con il gol; si è tornato anche a parlare di lui in ottica nazionale e chissà mai che R49 troverà posto col nuovo ct verdeoro, Scolari. Da ricordare, la splendida tripletta contro la Figueirense a inizio ottobre.  Pres: 34 Gol: 10 Assist: 15

2) ELANO (Grêmio): pochi ne hanno parlato, ma se il Grêmio è arrivato a qualificarsi alla Libertadores e a disputare un campionato su altissimi livelli, uno dei molti meriti va a Elano. Il 31enne verdeoro ha comandato con maestria il centrocampo, confermandosi uno dei migliori sia in fase difensiva, che offensiva e contribuendo senza risparmiarsi alla causa del club di Porto Alegre. Molti pensavano che il divorzio col Santos dovesse coincidere con la parabola discendente della propria carriera: si dovranno ricredere. Pres: 27 Gol: 7 Assist: 9

3) CLARENCE SEEDORF (Botafogo): svincolatosi dal Milan, il Botafogo ha puntato ad occhi chiusi sul trequartista (utilizzato spesso come ala destra o sinistra), non lasciandosi ingannare dalla carta d’identità dell’olandese, 36 anni compiuti. L’esperimento è pienamente riuscito: Seedorf ha preso in mano le redini del centrocampo, trascinando il Fogão ad un campionato molto buono ed emergendo come stella indiscussa della squadra. Quando il numero 10 è andato in gol, il club di Rio non ha mai perso. Pres: 24 Gol: 8 Assist: 4

4) DEIVID (Coritiba): un altro ‘ultratrentenne’ è diventato in pochissimo tempo idolo di una tifoseria. La tifoseria in questione è quella della Coxa e il giocatore in questione di anni ne ha 33. Il suo passaggio dal Flamengo avviene a settembre, dopo aver ottenuto la risoluzione contrattuale dal Fla: a leggere le sue cifre a fine campionato, c’è da star certi che il popolo rubronegro avrà rimpianto parecchio la decisione. Nessun gol a Rio, esordio con assist per il3 a0 proprio ai danni dell’ex squadra con il Coritiba e, a seguire, una costanza disarmante associata sempre ad ottime prestazioni. Pres.: 13 Gol: 8 Assist: 4

5) BRUNO MINEIRO (Portuguesa): arrivato in prestito dall’Atlético Paranaense, Bruno Mineiro ha confermato di avere tutte le possibilità di giocare in Série A. la sua carriera ha vissuto alti e bassi, ma il Brasilerão 2012 è stata la sua personale vendetta contro i proprio detrattori. Una tripletta (nel 5 a1 casalingo contro lo Sport Recife) e tre doppiette (Palmeiras, Coritiba e Santos) hanno evidenziato la capacità realizzativa della punta 29enne. Il suo destino è rimanere nella massima serie, rientrando alla base del Furacão neo-promosso e convincere ancora una volta che, con il giusto ambiente intorno a lui, può davvero fare la differenza. Pres: 23 Gol: 14 Assist: 0

6) JÔ (Atlético Mineiro): il centravanti 25enne, nonostante un fisico imponente, è stato capace di dimostrarsi ottimo assistman, facendo concorrenza a Ronaldinho, suo compagno, specializzato nel servire palle gol ai compagni. Ai molteplici assist, ha accompagnato gol di pregevolissima fattura, grazie al suo mancino raffinato. Ad ottobre è stato determinante nel riaprire il campionato, siglando una doppietta (tiro di sinistro e colpo di testa) contro il Fluminense, futuro campione del Brasile. Il Galo cercherà di trattenerlo, l’esperienza maturata anche in Europa potrebbe essere l’arma in più per il cammino in Libertadores nel 2013. Pres: 29 Gol: 10  Assist: 7

7) BRUNO MENDES (Botafogo): tra tanti giocatori esperti, ecco spuntare un classe 1994 che in poche partite è stato capace di incantare tutto il Brasile. Il Botafogo necessitava di un attaccante di riferimento (troppe volte Elkeson schierato fuori ruolo) e la decisione, tra lo stupore di alcuni, è ricaduta sul giovane centravanti del Guarani. All’esordio da titolare, con una doppietta ha steso il Vasco e, sfortunatamente, problemi legati al prestito non hanno fatto concludere la stagione a Rio al giovane gioiello, già cercato da alcuni top club europei. Pres: 8 Gol: 6 Assist: 1

8) KIEZA (Náutico): la seconda esperienza della punta centrale tra le fila del Timbu conferma l’ottimo feeling tra il club di Recife e il 26enne nato a Vitória. Due anni fa, aveva impressionato in Série B, ma molti hanno poi fallito raggiunto il punto più alto. Kieza no; si è confermato bomber di razza e sicuramente il Cruzeiro, detentore del cartellino, penserà seriamente a lui, una volta scaduto il prestito agli alvirubro. Una presenza fissa, la sua, in zona gol e una grossissima mano data a tutta la squadra per meritarsi la permanenza nel Paradiso del calcio brasiliano. Pres: 20 Gol: 13 Assist: 1

 9) VICTOR (Atlético Mineiro): l’impressionante stagione del Galo si comprende anche dalla presenza del terzo giocatore bianconero in graduatoria. Il portiere brasiliano, 29 anni, si è anche guadagnato la convocazione nella nazionale, grazie alle superbe prestazioni nel torneo brasiliano. Sicurezza, prontezza di riflessi e una concentrazione che lo hanno fatto diventare uno tra i migliori portieri brasiliani in circolazione e, soprattutto, hanno tirato fuori dai guai in alcune situazioni i propri compagni. Pres: 35 Gol subiti: 33 Partite imbattuto: 14

 10) HUGO (Sport Recife): dopo due anni a Dubai, con la maglia dell’Al Wahda, Hugo ha deciso di fare ritorno in Brasile e la scelta è stata assolutamente azzeccata. Lo Sport Recife, squadra che lo accoglie svincolato, alterna alti e bassi in campionato e non riesce ad evitare la retrocessione all’ultima giornata, ma il trequartista 32enne si distingue sempre tra i migliori della sua squadra. Il suo periodo migliore è tra la giornata numero 28 e quella numero 34: sei partite, sei gol, due assist. Pres: 24 Gol: 8 Assist: 3

 11) RAFAEL TOLÓI (San Paolo): un altro giovane di sicuro futuro chiude la classifica dei migliori acquisti. Classe 1990, un fisico roccioso, un’esperienza in campo internazionale maturata grazie all’Under-20 brasiliana di cui ha fatto parte molte volte. In Copa Sudamericana si è rivelato anche ‘uomo gol’, in campionato meno, ma ha dato un grosso aiuto alla squadra per l’accesso in Libertadores , blindando ripetutamente la difesa paulista. Pres: 26 Gol: 1 Assist: 1


Molti altri avrebbero potuto essere nominati, da Pato Rodriguez a Werley, passando per Cleber Santana, Paulo Guerrero ed Elsinho, fino ad arrivare a Ganso. Proprio lui meriterebbe il primo posto (quantomeno per l’importanza del trasferimento), ma ha ancora da dimostrare che i tanti soldi spesi per lui dal San Paolo sono stati il miglior investimento. In attesa di vederlo al posto di Ronaldinho, nella Top 11 Acquisti del 2013…