Brasileirão, altro weekend di gala: c’è Corinthians-Flamengo

Mano Menezes, ex dell'incontro (foto: Uol)
Mano Menezes, ex dell’incontro (foto: Uol)

Due club vincenti, due tifoserie enormi, uno stadio storico pronto alla chiusura. Tutto questo è Corinthians-Flamengo, big match della seconda giornata del Brasileirão che inizierà stasera con due anticipi. Si gioca al Pacaembu, domani sera alle 21 italiane: sarà l’ultima gara che il Timão disputerà nell’impianto prima di trasferirsi nel moderno Itaquerão, stadio costruito per i Mondiali. I rispettivi ex, lo scorso anno innumerevoli, si sono diradati: Alessandro si è ritirato, Emerson è andato al Botafogo. Ma c’è Elías, al Fla nel 2013 e ora tornato al Corinthians dopo una trattativa apparentemente infinita con lo Sporting Lisbona. E c’è soprattutto Mano Menezes, in cerca di rilancio dopo la breve (22 partite) e negativa parentesi sulla panchina rossonera. “Esperienza corta… molto corta” dice. Quanto al campo, si prevede un match bloccato: entrambe non sono andate oltre lo 0-0 nel primo turno di campionato, con i paulisti che ancora non riescono a risolvere i drammatici problemi offensivi che ne hanno caratterizzato il disimpegno nel 2013. Quel che abbonda, semmai, è il tifo: Corinthians e Flamengo continuano, secondo una ricerca della FIFA, ad avere le due maggiori tifoserie del Brasile, con 24 e 33 milioni rispettivamente di sostenitori.

GLI ANTICIPI – La seconda giornata di campionato inizia però stasera. Due gli anticipi in programma: al Couto Pereira c’è Coritiba-Santos, sfida con qualche ex interessante (Celso Roth, Zé Eduardo, Keirrison) ma privata della presenza di un Alex ancora infortunato, e sempre il Pacaembu ospiterà Palmeiras-Fluminense, in attesa che pure il Verdão inizi a utilizzare la sua nuovissima arena. Tra tutte solo il Flu, rinato dopo l’arrivo in panchina di Cristóvão Borges, ha convinto nei primi 90′. Mentre la squadra di Gilson Kleina ha vinto, sì, ma soffrendo le pene dell’inferno contro il Criciúma e non dimenticando di rivolgere una preghiera di ringraziamento a San Prass. Out Bruno César e probabilmente Alan Kardec, alle prese con una gastrite. E, pare, sempre più lontano dalla permanenza al Palmeiras.

SCONTRI DIRETTI – Visto che le grandi in Brasile sono tradizionalmente 12 (quest’anno 11, perché il Vasco è in B), è ovvio come le sfide da cerchiare in rosso siano sempre più d’una a giornata. Corinthians-Flamengo e Palmeiras-Fluminense, d’accordo. Ma anche Botafogo-Internacional, scontro tra formazioni che attraversano momenti di forma e di entusiasmo opposti, San Paolo-Cruzeiro e Grêmio-Atlético Mineiro: all’Arena va in scena la prima di Levir Culpi, alla sua quarta esperienza in bianconero al posto di Paulo Autuori. Ma gaúchos e mineiros hanno in mente soprattutto la Libertadores, da riagguantare a metà della prossima settimana dopo i ko dell’andata degli ottavi. Atlético Paranaense a Salvador per affrontare il Vitória. Infine, un match salvezza dietro l’altro: Sport-Chapecoense, Goiás-Criciúma, Figueirense-Bahia.

 

IL PROGRAMMA

Coritiba-Santos (stasera ore 23.30)

Palmeiras-Fluminense (stanotte ore 02.00)

Botafogo-Internacional (domani sera ore 21.00)

Corinthians-Flamengo (domani sera ore 21.00)

Cruzeiro-San Paolo (domani sera ore 21.00)

Vitória-Atlético Paranaense (domani sera ore 21.00)

Sport-Chapecoense (domani sera ore 23.30)

Grêmio-Atlético Mineiro (domani sera ore 23.30)

Figueirense-Bahia (domani sera ore 23.30)

Goiás-Criciúma (domani sera ore 23.30)

  • Manuel

    Sfida tra le 2 più grandi tifoserie del Brasile…vedremo come andrà sul campo!

  • francesco

    Corinthians-Flamengo 1
    Palmeiras-Fluminense 1
    Botafogo-Internacional X