Brasileirão: Santos spietato col Náutico, il Corinthians respira

Anticipi della 30^ di Série A: il Santos travolge in trasferta un ormai spacciato Náutico e continua la sua risalita; torna alla vittoria dopo quattro partite il Corinthians, che salva la panchina di Tite. Pari inutile tra Fluminense e Ponte Preta

 

Diverse notizie dalla zona retrocessione caratterizzano il sabato di anticipi della Série A brasiliana, giunta al suo trentesimo turno: con cinque squadre in campo su sei invischiate a qualche titolo nella lotta per la salvezza (più una sesta uscitane da poi non molto tempo) il giro di anticipi ha dato ulteriori chiarimenti sul futuro delle squadre retrocedende. Rendendo ormai praticamente inappellabile la sentenza capitale sul Náutico, ultimissimo a -17 dalla salvezza e ancora una volta travolto con goleada, stavolta in casa contro un Santos ora addirittura lanciato alla rincorsa del quarto posto.

Il Santos passeggia su quel che resta del Náutico (www.diariodepernambuco.com.br)
Il Santos passeggia su quel che resta del Náutico (www.diariodepernambuco.com.br)

Partita senza la minima storia quella dell’Arena Pernambuco: alla mezz’ora gli ospiti sono già avanti 4-0 grazie ai gol di Thiago Ribeiro (a nemmeno 1′ dal calcio d’inizio), Cícero, Everton Costa e Cicinho, infierendo senza pietà sui resti di una squadra con già la testa alla prossima Série B, capace di dare un solo segno di vita, al 6′ della ripresa, grazie all’iniziativa di Maikon Leite, cui però risponde ancora Cícero che al 90′ fissa il 5-1. Santos ora a quota 43 in compagnia di Goiás e Vitória, meno sei dal Botafogo quarto: la rincorsa ad una Libertadores dal sapore di miraggio solo un mese fa è oggi più viva che mai.

Sospiro di sollievo per l’altra squadra paulista in campo, il Corinthians, di nuovo vincente (e in gol) dopo quatto gare di magra, e la panchina di Tite si rinsalda almeno un poco: a sistemare tutto ci pensa Pato, ottavo gol in campionato, a segno di testa al 60′ su angolo di Douglas. Successo doppiamente importante perché consente di allontanare lo sconfitto Criciúma, quart’ultimo ed ora distante otto rassicuranti punti: se stasera il Vasco da Gama dovesse far suo il classico con il Botafogo per il Tigre sarebbero guai seri.

Guai tutt’altro che alle spalle per un sempre più deludente Fluminense, vicinissimo all’incredibile capitombolo interno con la Ponte Preta, che avrebbe significato sentire veramente il fiato della zona retrocessione sul collo. L’1-1 trovato grazie all’autogol di Diego Sacoman lascia comunque immutati tutti i problemi di una squadra che non vince da un mese (in cui si è sempre giocato nei weekend e infrasettimanale), e che ormai lotta solo per non fare il clamoroso scivolone in Segundona. L’unica (ultima?) speranza Tricolor si aggrappa all’ormai prossimo ritorno dell’uomo simbolo: secondo le ultime indiscrezioni Fred sta bruciando le tappe per poter tornare a dar manforte ai suoi già nel corso di questo campionato. Presenza mai bramata quanto oggi.

Diamo uno sguardo al programma della serata, con molte sfide di un certo interesse: su tutte spicca un Goiás – Atlético Paranaense che promette scintille, e potrebbe dare una scossa ad una corsa-Libertadores fin qui poco movimentata; certamente non si possono mettere in secondo piano i due derby, quello di Porto Alegre (Internacional – Grêmio, ore 20) e quello di Rio de Janeiro (Botafogo – Vasco da Gama, ore 22.30); la gara riservata alla trasmissione Rai sarà invece, dalle 23.15, Atlético Mineiro – Flamengo. Il resto del tabellone si completa con Bahia – São Paulo, Coritiba – Cruzeiro e Portuguesa – Vitória.