Brasileirão – Quarto posto e retrocessioni: tutto in 90 minuti

Festa San Paolo dopo il 3-2 di Thiago Mendes (foto: Gazeta Press)

Sarà un ultimo turno di Brasileirão come non se ne vedevano da anni, quello di domenica prossima. Tutti in campo (finalmente) in contemporanea, alle 20 italiane. E tutti, o quasi, con una posta in palio da conquistare. Il Corinthians è già primo, il Joinville è già ultimo: per il resto, ogni traguardo è ancora da tagliare. Dal secondo posto che vale l’onore al quarto che porta di peso in Libertadores. E poi, guardando verso il basso, è un marasma la situazione in zona retrocessione, con il Goiás praticamente spacciato ma nella pratica ancora vivo, e altre 4 formazioni in lotta per evitare gli ultimi posti disponibili nell’ascensore che porta in B.

Festa San Paolo dopo il 3-2 di Thiago Mendes (foto: Gazeta Press)
Festa San Paolo dopo il 3-2 di Thiago Mendes (foto: Gazeta Press)

Libertadores: San Paolo o Inter?

Atlético Mineiro secondo, Grêmio terzo. A separarli, appena un punticino. Con i gaúchos capaci di rosicchiare altra distanza a un Galo ormai senza forze e di batterlo nello scontro diretto dell’Arena: 2-1, con vantaggio di Everton, pareggio di Pratto (centro numero 13) su rigore e punto della vittoria firmato da Luan con uno scherzetto su punizione. Ma la lotta vera è per il quarto posto, con il G5 ormai impossibile a causa di un Santos in caduta libera e con il pensiero alla Copa do Brasil: a oggi in Libertadores andrebbe il San Paolo, che nell’anticipo del sabato regola il Figueirense con una rimonta incredibile, da 1-2 a 3-2 nei minuti di recupero. Decisivi Alan Kardec e Thiago Mendes per alleviare il ricordo dell’1-6 col Corinthians di una settimana fa e per onorare al meglio l’ultima casalinga di Rogério Ceni e Luís Fabiano: il primo si ritira, il secondo è diretto verso la Cina. Spreca tutto, invece, l’Internacional: in vantaggio di un gol e di un uomo in casa del Fluminense, la squadra di Argel si fa rimontare gettando al vento 2 punti sicuri. Domenica prossima, San Paolo in casa del Goiás e Inter che ospita il Cruzeiro: per il Colorado potrebbe essere troppo tardi per rimediare.

Lotta salvezza

Chi farà compagnia al Joinville? Per il momento, nessuno. Il Goiás posticipa di 7 giorni un destino che pare inevitabile: 3-1 alla Chapecoense e altri due gol su punizione di Fred, difensore-cecchino autore di 6 centri in campionato e probabile uomo mercato. Per il resto, soltanto il Figueirense perde in un weekend bollente. Vincono il Vasco da Gama e il Coritiba, che domenica – scherzo del destino – si sfideranno al Couto Pereira: 1-0 dei carioca al Santos (rigore dell’ex PSG Nenê) in un match iniziato un’ora dopo a causa di un diluvio che ha colpito Rio, 2-0 dei paranaensi in casa del Palmeiras. Sorpresi? Ma no: basta dare un occhio agli undici delle due pauliste, scese in campo con riserve e giovani per preparare la finale di ritorno di Copa do Brasil. Anche l’Avaí, momentaneamente quintultimo, fa il suo battendo di misura la Ponte Preta, ma domenica si troverà di fronte il pur scarico Corinthians. Si salvi chi può. Letteralmente.

 

Risultati

San Paolo 3-2 Figueirense

Fluminense 1-1 Internacional

Avaí 1-0 Ponte Preta

Grêmio 2-1 Atlético Mineiro

Cruzeiro 3-0 Joinville

Sport 2-0 Corinthians

Chapecoense 1-3 Goiás

Palmeiras 0-2 Coritiba

Vasco da Gama 1-0 Santos

Atlético Paranaense 3-0 Flamengo

 

Classifica

Corinthians 80

Atlético Mineiro 66

Grêmio 65

San Paolo 59

Internacional 57

Sport 56

Santos 55

Cruzeiro 55

Atlético Paranaense 51

Ponte Preta 51

Palmeiras 50

Flamengo 49

Fluminense 47

Chapecoense 47

Coritiba 43

Avaí 41

Figueirense 40

Vasco da Gama 40

Goiás 38

Joinville 31