Brasileirão, il Flamengo vince e aspetta il Palmeiras. Giù America-MG e Santa Cruz

flam

Tre punti e tanta fatica. Il Flamengo non molla il colpo e rimane in pista al Palmeiras, in uno degli anticipi di un 35° turno di Brasileirão che ormai è entrato nel suo rush finale. Il Fla espugna di misura il Mineirão e condanna alla retrocessione matematica l’America-MG, che abbandona la massima serie dopo un solo anno.

DECIDE EVERTON – A Belo Horizonte la gara però è complicata, perché se è vero che i valori in campo sono profondamente diversi, è altrettanto giusto sottolineare come l’America decide di gettare il cuore oltre l’ostacolo per uscire quanto meno tra gli applausi della sua torcída. Purtroppo per i verdinegros però, il Flamengo passa poco dopo la mezz’ora grazie al terzo centro in campionato di Everton, uno che segna poco ma rende tanto (le sue reti hanno fruttato sette punti in casa rubronegra). La discesa di Jorge sulla sinistra è anche la foto della stagione da incubo dell’America-MG: il laterale salta tre avversari che intervengono in maniera blanda, e di piatto libera al tiro la mezzapunta. Nella ripresa il ritmo sale un po’ e le occasioni migliorano la partita: tra le più nitide, quella con cui Bruno Savio impegna Victor, sostituto di Alex Muralha, bravo con un grande riflesso a mettere la palla in angolo. «Abbiamo fatto il nostro dovere – dice Zé Ricardo – rimaniamo secondi e aspettiamo. Ai ragazzi non posso rimproverare nulla: tutti vorrebbero una squadra così».

CIAO CIAO SANTA CRUZ – Sei mesi fa il Barradão tirato a lucido dava il bentornato nel Brasileirão al Santa Cruz. L’avventura nella massima serie è durata però solo una stagione, nonostante l’ottima partenza: «Difficile commentare quest’annata – dice Grafite, bomber inceppatosi poco prima del girone di ritorno – sicuramente diamo una delusione al nostro tifo, sempre presente. Ma siamo pronti per ripartire l’anno prossimo e tentare la risalita». A spedire all’inferno il Santa Cruz ci pensa il Coritiba, che grazie ad un gol di Leandro si mette quasi al riparo dalle sabbie mobili della bassa classifica. In chiave Copa Libertadores steccano tutte; il Botafogo si fa sconfiggere 2-0 in casa dalla Chapecoense (0-2, gol di Kempes e Sergio Manoel), mentre l’Atletico-PR non va oltre l’1-1 sul campo del Fluminense (partita ripresa da un rigore di Hernani dopo il vantaggio di Cicero). Anche il Corinthians recrimina: sul campo della Figueirense va in vantaggio con Camacho, ma all’80° rimane in dieci (rosso a Giovanni Augusto) e nel recupero prende il pari di Rafael Moura. Il Cruzeiro, infine, ipoteca la salvezza: a Recife la Raposa batte di misura lo Sport, grazie ad una rete di Henrique su assist di Abila. Oggi le altre gare: la capolista Palmeiras farà visita all’Atletico-MG, quarto, mentre il Santos ospita il Vitoria e l’Internacional è impegnato nello scontro salvezza contro la Ponte Preta. Chiude San Paolo – Gremio.

RISULTATI E CLASSIFICA