Brasileirão: Cruzeiro col fiatone, ma resta a +5

Marcelo Moreno: 5 minuti per lasciare il segno (foto:  André Yanckous)
Marcelo Moreno: 5 minuti per lasciare il segno (foto: André Yanckous)

5 punti in 5 giornate. È lo slogan della missione sãopaulina nell’ultimo mese di campionato dopo la giornata numero 33, che sembra poter spostare gli equilibri e invece non cambia proprio nulla nel rapporto di forza tra capolista e vice. Certo, il Cruzeiro non è più quello di un tempo. Per stanchezza fisica e consunzione mentale da doppio impegno: a metà settimana c’è il super derby con l’Atlético Mineiro, andata della finale di Copa do Brasil. Ma resiste, seppure col fiatone. A Belo Horizonte il Criciúma spaventa la Raposa, prima di essere demolito nella ripresa da 3 dei 4 tenori: Marcelo Moreno, in campo da 5 minuti, e poi Ricardo Goulart e Willian. Ma i catarinensi se la prendono per un mani in area di Mayke non sanzionato, sul 2-1. San Paolo a -5, dunque. Di ritorno dall’Ecuador, dove il Tricolor ha conquistato la semifinale di Sudamericana, Kaká e compagni si superano: Luis Fabiano e l’ex milanista stendono il Vitória in un’altra sfida sportivamente drammatica, rendendo inutile il momentaneo pareggio di Kadu da distanza chilometrica. La lotta a due continua. Ma il traguardo, per il Cruzeiro, è ormai dietro l’angolo.

GRÊMIO ALEGRE – Nella domenica di clássicos, il Gre-nal è tricolor. 4-1 per il Grêmio, che fa il miglior regalo possibile al 66enne Scolari e demolisce per 4-1 l’Internacional. Vendicandosi, peraltro, di un altro derby perso con il medesimo risultato nello statale del primo semestre. Il protagonista, nel bene e nel male, è l’argentino Ruíz: l’ex San Lorenzo entra al 73′, segna la doppietta che mette una pietra sopra al punteggio e provoca la solita rissa di una gara mai normale, esultando davanti alla panchina rivale. “Stavo solo omaggiando la mia famiglia, seduta in quel punto dello stadio” si giustifica lui. Ma Felipão, per evitare ulteriori guai, decide di toglierlo all’85’, anche se poi insulti e spintoni continueranno negli spogliatoi. Terzo prima del turno, l’Inter viene così superato dai rivali ma anche da Atlético Mineiro e Corinthians: 2-0 delle riserve del Galo al Palmeiras, al suo ultimo match al Pacaembu prima di abbracciare il nuovissimo Allianz Parque, 1-0 del Timão sul Santos grazie a una zampata solitaria di Guerrero. Tutto a sfavore del Fluminense, battuto dal Coritiba dopo 4 successi di fila: al Couto Pereira decide il camerunense Joel.

ERIK IL VICHINGO – Chi l’avrebbe mai detto? A 5 turni dalla conclusione, il Goiás è praticamente salvo. Merito soprattutto di Erik, 20enne rivelazione del campionato ora in doppia cifra: doppietta al derelitto Bahia e 3-0 al Serra Dourada. Senza più paure anche lo Sport, che sognava di andare in Libertadores e al quale basta un ultimo sforzo per restare in A dopo il punticino interno miracolosamente strappato al Flamengo (0-2 all’89’, 2-2 il finale). Salvador piange: oltre al Bahia, anche il Vitória rischia grosso. Mentre sorride solo parzialmente lo stato di Santa Catarina: quasi in B il Criciúma, ha ottime possibilità di farcela il Figueirense, che ha la meglio nel derby con la Chapecoense quintultima grazie al tacco di Marcão. È ancora pienamente in corsa il Botafogo, ma così è dura trovare speranze: a Volta Redonda passa l’Atlético Paranaense, che prosegue un buon momento di forma e dà una lezione all’ex Vágner Mancini, rossonero nel 2013. Il tecnico prova a crederci, ma servirà una reazione da grande squadra in una situazione, anche economica, sempre complicatissima. Altrimenti, l’ipotesi di una staffetta col Vasco da Gama, vicino alla promozione dalla B, rischia di farsi sempre più concreta.

 

RISULTATI

Palmeiras 0-2 Atlético Mineiro

Coritiba 1-0 Fluminense

Botafogo 0-2 Atlético Paranaense

Sport 2-2 Flamengo

Grêmio 4-1 Internacional

Vitória 1-2 San Paolo

Figueirense 1-0 Chapecoense

Corinthians 1-0 Santos

Cruzeiro 3-1 Criciúma

Goiás 3-0 Bahia

 

CLASSIFICA

Cruzeiro 67

San Paolo 62

Grêmio 57

Atlético Mineiro 57

Corinthians 57

Internacional 56

Fluminense 54

Santos 46

Atlético Paranaense 46

Goiás 44

Flamengo 44

Sport 41

Figueirense 39

Palmeiras 39

Coritiba 37

Chapecoense 36

Vitória 34

Botafogo 33

Bahia 31

Criciúma 30