Brasileirão – Continua la fuga a due: vittorie interne per Palmeiras e Flamengo

fla

Palmeiras e Flamengo non mollano più. Il testa a testa continua anche dopo la ventisettesima giornata, in un Brasileirão che ormai sembra sempre più una cosa a due. Con le vittorie, entrambe casalinghe e per 2-1, su Cruzeiro e Coritiba, la fuga non si ferma, in attesa di quella che potrebbe essere la giornata decisiva, ovvero la prossima. Il Flamengo andrà a casa del San Paolo, dove sulla carta i tre punti andranno sudati, mentre il Verdão visiterà il (quasi) retrocesso Santa Cruz.

NESSUNA PAURA –Non dobbiamo guardare gli altri, ma noi stessi. Se giochiamo come sappiamo possiamo fare grandi cose“. E’ questo il commento a caldo di Zé Ricardo, tecnico del Flamengo, dopo la vittoria di misura sul Cruzeiro. Contro la Raposa, il Fla la spunta solo nei sei minuti finali, dopo una prestazione non esaltate. E, ovviamente, assolutamente non all’altezza delle ultime uscite. La fatica della rincorsa inizia a farsi sentire, e nonostante l’inizio a trazione anteriore con Everton e Gabriel dietro a Guerrero, i rubronegros hanno diversi problemi a trovare la soluzione di tiro. Questo perché Diego gira poco e Mancuello entra solo nella ripresa, quando però il Cruzeiro – al primo affondo – passa con Rafinha. Il dramma sportivo sembra consumarsi, ma negli ultimi minuti sale in cattedra Alan Patrick, altra carta vincente mandata in campo da Zé Ricardo nella ripresa. L’ex Shakhtar confezione i due assist vincenti per Guerrero e Mancuello, che – ancora una volta – permettono al Flamengo di sfangarla.

TUTTO NELLA RIPRESA – Secondo tempo fondamentale anche all’Allianz Parque, dove ancora una volta il Palmeiras trova il goleador che non ti aspetti. Yerri Mina colpisce ancora: lo fa con il gol del 2-0 ad inizio ripresa, pochi giri di lancette dopo al vantaggio per il Verdão segnato da Leandro Pereira, bravo ad approfittare di un’amnesia difensiva della difesa del Coritiba per sbloccare una gara tutt’altro che facile. Il centrale colombiano è ormai un fattore: per lui è il quarto gol in sette presenze da quando è arrivato al San Paolo. Alla mezz’ora della ripresa il Coxa – davvero poca roba – si rifà sotto con Iago, ma è il Palmeiras a sprecare le occasioni più ghiotte per dilagare. Prima è Roger Guedes ad impegnare Wilson, poi Tché Tché e Gabriel Jesus – parecchio impreciso – falliscono sotto porta i palloni della sicurezza.

IL GALO CANTA – Al terzo posto, attendendo eventuali passi falsi, c’è sempre l’Atletico-MG, vittorioso 3-1 in casa sul derelitto Internacional. Fred e Clayton aprono i conti per il Galo, Pratto li chiude all’81° dopo il momentaneo gol del 2-1 segnato da Gustavo. Nella parte alta della classifica perde solo il Santos, sconfitto a Recife dal un gol di Rogerio per uno Sport sempre più salvo. Vincono Fluminense e Atletico-PR; il Fluzão sbanca San Paolo regolando 1-0 il Corinthians grazie ad un gol di Cicero nel recupero, mentre il Furação spazza via la Ponte Preta con un secco 3-0 (di Thiago Heleno, doppietta, e Léo i gol). Secondo successo di fila per l’America-MG: 1-0 al Botafogo, decide Jonas. Ma per il Verdinegro la zona salvezza è troppo lontana. Stesso discorso per il Santa Cruz, sconfitto 3-1 dalla Figueirense: di Ayrton e Lins (doppietta) i gol per i padroni di casa, di Keno l’unica segnatura per il Santa Cruz. Infine, tornano alla vittoria Gremio e Vitoria; i primi sconfiggono 1-0 la Chapecoense (Pedro Rocha), i bahiani battono un San Paolo sempre più in crisi (2-0, gol di Marinho ed un’autorete).

RISULTATI E CLASSIFICA