Brasileirão: colpaccio Corinthians, Internacional umiliato

La disperazione di Alan Patrick e dell'Internacional (Foto: Marcio Cunha / AGIF / Gazeta Press)
La disperazione di Alan Patrick e dell’Internacional (Foto: Marcio Cunha / AGIF / Gazeta Press)

Che il Cruzeiro non sia più lo schiacciasassi di qualche tempo fa, lo hanno capito in molti. Naturale flessione, che non impedirà probabilmente alla squadra di Marcelo Oliveira di conquistare il suo secondo titolo consecutivo. Intanto, però, al Mineirão passa anche il Corinthians, che batte di nuovo la Raposa capolista dopo il successo dell’andata, le rifila il terzo ko nelle ultime 7 uscite e consente il San Paolo di avvicinarsi: -7. Un sinistro preciso di Luciano firma l’unica rete del big match, un guizzo solitario di Maicon (sostituto di Souza, convocato da Dunga in nazionale) consente ai paulisti di stendere con il minimo sforzo un buon Atlético Paranaense al Morumbi. E in Brasile qualcuno comincia già a ritrovare fiato in ottica rimonta, seppur complicatissima.

AMAREZZA NILMAR – Il successo del Corinthians accende la zona Libertadores. Quarto, e dunque momentaneamente ai preliminari, è ora il Grêmio di Luíz Felipe Scolari, per il maggior numero di vittorie proprio nei confronti del Timão. All’Arena, per lo Sport è notte fonda: 2-0 per i gaúchos, a segno con l’ex San Lorenzo Ruíz e con Dudu e con la porta inviolata per la nona partita nelle ultime 10. 0-0 nello scontro diretto tra Fluminense e Atlético Mineiro: da ricordare un palo di Cícero e poco altro. Ko incredibile, invece, per l’Internacional: all’Arena Condá la Chapecoense fa la festa, ne segna 2 nel primo tempo e 3 nella ripresa e confeziona un 5-0 che rimarrà nella storia. Protagonisti, i semisconosciuti Diones e Leandro: doppiette, prima del rigore segnato nel finale da Camilo con tanto di rosso all’ex milanista Dida. “Come l’1-7 contro la Germania” dice un affranto Alex nel post partita. Ammonito 5 minuti dopo il suo ingresso Nilmar, in campo per una ventina di minuti per il terzo esordio in maglia colorada della carriera. E così, l’Inter non riesce a festeggiare il rinnovo di contratto di Andrés D’Alessandro, sempre più bandiera del club e ora a Porto Alegre fino al 2017.

FOGÃO ULTIMO – Occhio, perché il Santos torna a fare paura. Robinho è in nazionale, ma contro il Bahia basta Leandro Damião per il terzo successo di fila dei bianconeri. E pensare che prima del match l’ex presidente Luís Alvaro Oliveira Ribeiro aveva contestato pesantemente l’ex Internacional: “Un centravanti che non fa gol, che sta più tempo in infermeria che in campo”. Risale anche il Flamengo, che scaccia le paure di farsi coinvolgere nuovamente nella zona calda: Figueirense battuto al 93′ da Nixon, 22 anni, chiamato così dai genitori in onore dell’ex presidente degli Stati Uniti. Ma anche senza i carioca, la parte bassa della classifica rimane bollente. Drammatica la situazione del Botafogo, ko anche nello scontro diretto col Palmeiras del nuovo capocannoniere (in coabitazione con Marcelo Moreno) Henrique: Fogão ultimo da solo, ma intanto Emerson, uno dei 4 giocatori licenziati la scorsa settimana, si fa un video in spiaggia cantando e ballando una canzone funk… Il quartultimo posto del Bahia, ora è a -4. A portata di mano per il Vitória (rimontato fino al 2-2 dal Goiás) e per Coritiba e Criciúma, di fronte al Couto Pereira: vince il Coxa, 1-0, grazie al centrale Luccas Claro. La fiammella della speranza, almeno lì, è ancora accesa.

 

RISULTATI

Botafogo 0-1 Palmeiras

San Paolo 1-0 Atlético Paranaense

Coritiba 1-0 Criciúma

Vitória 2-2 Goiás

Cruzeiro 0-1 Corinthians

Grêmio 2-0 Sport

Figueirense 1-2 Flamengo

Fluminense 0-0 Atlético Mineiro

Santos 1-0 Bahia

Chapecoense 5-0 Internacional

 

CLASSIFICA

Cruzeiro 56

São Paulo 49

Internacional 47

Grêmio 46

Corinthians 46

Atlético Mineiro 44

Santos 42

Fluminense 42

Sport 36

Goiás 34

Flamengo 34

Figueirense 32

Atlético Paranaense 31

Palmeiras 31

Chapecoense 31

Bahia 30

Coritiba 29

Vitória 28

Criciúma 27

Botafogo 26

  • Francesco Madeo

    Vorrei chiedere all’esperto di calcio brasiliano un giudizio su questi tre giocatori (rendimento, prospettive): Dankler (Botafogo), Fabiano Leismann (Chapecoense) e Ze Carlos (Santos). Grazie anticipatamente.