Brasileirão 2016: Palmeiras show nel posticipo, battuto il Gremio

palmeiras-gremio-634x446

Con la Copa America Centenario alle porte, il Brasileirão non molla il colpo e archivia anche il secondo turno infrasettimanale su cinque giornate giocate. Nel giovedì brasiliano il Palmeiras si prende la scena vincendo un’appassionante gara contro il Gremio, sconfitto in quel di San Paolo per 4-3 al termine di novanta minuti davvero infuocati. Nei due posticipi invece, Flamengo e Ponte Preta ottengono tre punti fondamentali per rilanciarsi in classifica: il Mengão ora è quarto, la Macaca decima.

VERDÃO MARAVILHÃO – Serata non adatta ai deboli di cuore, quella di San Paolo, dove il Palmeiras di Cuca regola il Gremio e torna alla vittoria trascinato dai suoi giovani talenti.Sono contento per la vittoria – ha commentato il tecnico a fine partita – ma soprattutto sono contento per il gioco espresso. Dobbiamo avere sempre la consapevolezza di essere forti“. In effetti, contrariamente ad alcune uscite precedenti, il Palmeiras inizia con il piede giusto e dopo tre minuti passa con il solito Gabriel Jesus, uno dei protagonisti della serata, che nel primo tempo soprattutto dispensa assist al bacio (almeno un paio), che però non vengono sfruttati dai compagni. Così il Gremio approfitta della pessima fase difensiva locale colpendo due volte a cavallo tra i tempi; prima è Bressan ad andare in gol un minuto prima del riposo, poi è Giuliano – con un bel destro imparabile – a sentenziare Fernando Prass ad inizio ripresa. Cuca cambia un paio di cose e il Verdão si scatena; dopo il 2-2 di Roger Guedes, è il centrale difensivo Hugo a farsi perdonare alcune amnesie passate segnando la rete del sorpasso. Nel finale c’è spazio ancora per Thiago Martins, altro gioiellino di casa Palmeiras, prima dell’inutile 4-3 di Edilson. “Contento per i tre punti – chiosa Gabriel Jesus – dobbiamo sempre giocare così“.

I DUE FELIPE – Felipe Vizéu e Felipe Azevédo sono i due protagonisti delle altre partite in programma giovedì sera. Il talento classe ’93 di casa Flamengo risolve la complicata contesa contro il Vitoria, segnando alla prima ed unica vera palla gol capitatagli sui piedi. Il Fla non ruba l’occhio, ma la compagine rubronegra sta ancora cercando la quadra e – soprattutto – ha intenzione di ingaggiare un paio di rinforzi da qui a poco. Senza Guerrero, il Flamengo punge poco, fino al diagonale vincente di Vizéu. Azevédo invece è sempre più leader della Ponte Preta; l’esterno destro segna il gol del vantaggio in casa dell’America-MG, sempre più ultima, e poi serve a Clayson la palla del raddoppio. Inutile la rete della bandiera dei padroni di casa, segnata da Danilo.

RISULTATI E CLASSIFICA