Brasile, tempo di fasi finali: stasera in campo San Paolo, Botafogo e Gremio

Luis Fabiano alla caccia del Bragantino (foto: Reuters)

Meno di un mese all’inizio del Brasileirão, poche settimane al termine degli Estaduais, appassionanti all’inizio ma un pochino estenuanti col passare del tempo. E allora ben vengano le fasi ad eliminazione diretta, dove gli stadi torneranno ad avere una parvenza di catino ed esisterà nuovamente un minimo di equilibrio. A San Paolo si inizia stasera con i quarti di finale, a Rio de Janeiro e nel Rio Grande do Sul si va di semifinali.

Si è parlato di equilibrio. Ebbene, non pare in realtà essercene granché nel sabato paulista e carioca. Al Morumbi e all’Engenhão i favoriti sono chiari: San Paolo e Botafogo, di fronte a Bragantino e Bangu, hanno l’obbligo morale di non fallire l’accesso al turno successivo, che sarebbe la semifinale per i primi e la finale (della Taça Rio) per i secondi. Il Tricolor, poi, schiera una squadra che più offensiva non potrebbe essere: dentro Jadson, Lucas, Fernandinho e Luis Fabiano contemporaneamente, con Cicero (che al Fluminense giocava da attaccante…) più arretrato a dare una mano al povero Denilson, l’ex Arsenal. Match dal sapore storico: fu la doppia finale del Brasileirão 1991 e vinse il San Paolo (1-0 e 0-0).

Contro la sorpresa Bangu, capace di perderle tutte nella Taça Guanabara e di conquistare la semifinale (e la conseguente salvezza) nella Taça Rio, il Botafogo tenta di dimenticare la cattiva impressione lasciata in Copa do Brasil contro il Guarani (0-0). L’ultima sfida tra le due, a marzo, terminò 1-1 e coincise con il ritorno in campo del problematico Jobson. Che stasera non ci sarà, mentre dall’altra parte giocherà eccome il pericolo Thiago Galhardo, reduce da un’esperienza dimenticabile proprio col Glorioso e tornato a brillare nel suo ritorno al Bangu. Ah, ci sarebbero pure le semifinali del Trofeo Luiz Penido tra le terze e le quarte dei 2 gironi (ieri Resende-Volta Redonda 0-2, stasera il Flu col Macaé), ma anche a Rio non se lo fila nessuno.

Tempo di fasi finali un po’ dappertutto, anche se pochi sono gli incontri di questa sera. Uno è nel Rio Grande do Sul, ad esempio, dove il Gremio affronta all’Olimpico il Canoas e spera di incontrare in finale della Taça Farroupilha l’Internacional, impegnato domani sera contro il Veranopolis. Negli altri tornei (mineiro, pernambucano, baiano, catarinense, goiano e via discorrendo) si gioca soltanto domani. Tra 24 ore, al Couto Pereira, va in scena pure il super-derby paranaense tra Coritiba e Atletico-PR, che vale in termini di rivalità ma anche di classifica, se è vero che il Coxa comanda in classifica con 22 punti, seguito dal Furacão a 2 lunghezze di distanza.