Brasile, due su due per Dunga: 1-0 anche all’Ecuador

La rete con cui Willian ha steso l'Ecuador (foto: O Globo)
La rete con cui Willian ha steso l’Ecuador (foto: O Globo)

Due su due. Entrambe amichevoli, d’accordo, ma per allentare una pressione già forte ancor prima di iniziare può andar bene così. Carlos Dunga conquista la seconda vittoria in 4 giorni e comincia come meglio non potrebbe il suo secondo ciclo alla guida del Brasile: dopo l’1-0 alla Colombia firmato da una punizione di Neymar, medesimo risultato contro l’Ecuador, a East Rutherford, nel New Jersey. Solo che stavolta a decidere è Willian, trequartista del Chelsea, al termine di una bella giocata da calcio piazzato. “Nonostante il poco tempo a disposizione per allenarci e conoscerci, abbiamo già trovato una maniera di giocare” dice un soddisfatto Dunga nel post partita.

TRAVERSA DI NEYMAR – La rete che fissa il punteggio arriva giusto alla mezz’ora. Ed è un capolavoro: Oscar batte una punizione per Neymar, questi tocca per Willian che si  inserisce a sinistra, lascia rimbalzare una volta il pallone e poi lo infila con un tocco lieve d’esterno alle spalle di Domínguez. Giusto premio per la pressione brasiliana, anche se l’Ecuador va quasi subito vicino al pari: fuga di Enner Valencia e conclusione potente contro il palo di Jefferson. Un palo, o meglio, una traversa la colpisce anche Neymar, nella ripresa: errore incredibile con la porta sguarnita. Ma topica che non costa cara alla Seleção, nonostante nel finale l’Ecuador spaventi e vada vicino al pareggio. Quanto alla formazione, Dunga va di esperimenti e di volti nuovi. Come Danilo, chiamato al posto di un Maicon tagliato per motivi disciplinari (ma non per aver messo del pepe nel sedere del compagno Elías, nonostante mezza Italia abbia abboccato al mirabile Olé do Brasil). Dentro anche l’ex romanista Marquinhos, gli ottimi Miranda e Coutinho, la coppia cruzeirense Everton Ribeiro-Ricardo Goulart, due giganti nel Brasileirão. “Voglio dare un’opportunità a vari giocatori, il mio obiettivo è quello di mescolare il vecchio col nuovo. Stasera abbiamo giocato con vari giovani che hanno vestito la maglia del Brasile per la prima volta” dice ancora Dunga. Il Brasile riparte anche da loro.

 

BRASILE 1-0 ECUADOR

Brasile: Jefferson, Danilo (Gil 44′ st), Miranda, Marquinhos, Filipe Luís; Luíz Gustavo (Fernandinho 28′ st), Ramires (Elías 23′ st), Oscar (Everton Ribeiro 1′ st), Willian (Ricardo Goulart 1′ st); Neymar, Diego Tardelli (Coutinho 21′ st). Ct: Carlos Dunga

Ecuador: Domínguez; Paredes, Erazo, Cangá, Ayoví; Noboa, Castillo, Ibarra (Fidel Martínez 37′ st), Sornoza (Rojas 1′ st); Cazares (Angulo 21′ st), Enner Valencia. Ct: Sixto Vizuete

Arbitro: Edvin Surisevic (USA)

Gol: Willian 30′