Brasile: la notte delle occasioni sprecate

Poteva essere la serata del rilancio. Invece Flamengo e San Paolo non approfittano degli altri risultati favorevoli e mancano due vittorie sulla carta molto facili. Perdendo una possibilità ghiottissima: agganciare il G4.

ce14coxa_hedeson_27082014015

La disfatta casalinga del Flamengo ha poche spiegazioni; con la squadra reduce da sei successi di fila, i tifosi rubronegros mai si sarebbero aspettati di cadere contro il Coritiba. Che, a sorpresa, sbanca il campo neutro di Brasilia con un gol per tempo, facendo andare di traverso la serata ad Oswaldo de Oliveira: “Non riesco a spiegarmi cosa sia successo questa sera – spiega il tecnico – non eravamo noi. Ora dobbiamo abbassare la testa e lavorare per la partita di domenica“. Con Guerrero ancora out, il Fla prova subito a partire forte, ma al 9° un intervento di Samir regala il calcio di rigore del vantaggio al Coxa, trasformato da Kleber. Saltano gli schemi, e anche le idee di un Flamengo poco incisivo dalla trequarti in su. Il raddoppio al 25° è opera di Henrique, ben servito da Negueba, e il resto della partita si può tranquillamente saltare. Zero emozioni. E, ovviamente, zero punti in una nottata tra le più lunghe del recente momento flamenguista.

A San Paolo invece il Tricolor si ricorderà a lungo di Danilo, numero uno della Chapecoense e vero muro in una partita stregata per gli uomini del colombiano Osorio. E’ un vero e proprio tiro al bersaglio quello del Morumbì, perché a turno ci provano tutti: da Luis Fabiano a Bastos, passando per Pato e Lucão, che all’ultimo minuto esalta i riflessi del portiere ospite con un colpo di testa in mischia. “Siamo stati sfortunati – è il commento laconico di Carlinhos – ma adesso è ora di fare punti. Recriminare serve a poco“. Raggiante invece Danilo, portiere della Chape: “Abbiamo resistito e questo punto è molto importante. Le mie parate? Faccio il mio lavoro, stasera è andata bene“.

CLASSIFICA (26° turno) – Corinthians 54; Atletico-MG 49; Gremio 48; San Paolo 42; Flamengo e Palmeiras 41; Santos e Internacional 40; Atletico-PR 38; Sport Recife 37; Fluminense e Ponte Preta 34; Chapecoense 31; Cruzeiro e Coritiba 30; Avaì 29; Goias 28; Figueirense 27; Joinville 23; Vasco Da Gama 20.