Brasile: dopo 180′ comanda solo il Fluminense

Rafael Sobis, autore del gol che ha steso il Palmeiras (foto: Gazeta Press)
Rafael Sobis, autore del gol che ha steso il Palmeiras (foto: Gazeta Press)

Dopo due turni di campionato, un verdetto può già essere emesso: il Fluminense versione 2014 è ben diverso dalla nave senza rotta che lo scorso anno ha colpito un iceberg dietro l’altro, affondando completamente per breve tempo per poi venire ripescata. E non solo perché è il Tricolor l’unica capolista a punteggio pieno del campionato. L’arrivo in panchina di Cristóvão Borges, al posto di uno spaesato Renato Gaúcho, ha ridato convinzione e un gioco brillante ai carioca, capaci dopo la goleada al Figueirense di maramaldeggiare anche contro il Palmeiras. Al Pacaembu è solo 1-0, con rete di Rafael Sobis al termine del primo tempo. Ma il punteggio potrebbe essere ben più pesante per la squadra di Gilson Kleina senza le parate di Fernando Prass, come a Criciúma, e l’imprecisione sotto porta di Fred. Due partite, 6 punti. Proprio come lo scorso anno, a dire il vero. Nel lato verde, bianco e granata di Rio de Janeiro toccano ferro.

NON BASTA LA BESTIA – Fluminense unico padrone, dunque. Anche perché le altre big del campionato si tolgono punti e sorrisi a vicenda. Succede al Parque do Sabiá di Uberlândia, stadio scelto dal Cruzeiro per la squalifica di due turni del Mineirão: il San Paolo agguanta il pari nei minuti di recupero con un colpo di testa del difensore Antônio Carlos, due gol in due partite, dopo che la Raposa campione in carica era passata con una imprendibile punizione dell’ex Júlio Baptista. Recrimina anche l’Internacional, che pare avviato a un facile successo in casa del Botafogo ma poi molla: le giocate del giovane trequartista Valdívia (19 anni, così soprannominato per la somiglianza col cileno del Palmeiras) e la doppietta di Rafael Moura portano il Colorado sul 2-0, poi la grinta di Emerson, all’esordio, è la molla bianconera. Un gol prima (papera in uscita di Dida), un assist per il paraguaiano Zeballos poi: lo Sheik è già un beniamino.

FISCHI PER DINHO – Nel match tra le due maggiori tifoserie del Brasile, il Corinthians saluta il Pacaembu come meglio non potrebbe: prima della gara Elías viene presentato alla Fiel, poi Guilherme e Gil stendono un Flamengo valente, ridotto in 10 per l’affrettata espulsione di Léo Moura prima dell’intervallo (l’intervento su Petros è da giallo, mica da rosso) e più volte vicino al pari nella ripresa. Da maggio, per il Timão, c’è la nuovissima Arena. Bene le riserve del Grêmio, malissimo l’Atlético Mineiro: Levir Culpi non porta a casa punti al suo quarto esordio sulla panchina del Galo, in campo con quasi tutti i titolari nonostante il fondamentale ritorno degli ottavi di Libertadores contro i colombiani dell’Atlético Nacional. Ronaldinho, poco incisivo, si prende come ogni anno i fischi dei suoi ex tifosi prima di essere sostituito. E così sono l’argentino Ruiz, ex San Lorenzo, e il giovane Lucas Coelho a dargli un altro dispiacere, prima che Fernandinho accorci inutilmente nel finale.

CHAPE, PRIMO TIMBRO – Storico alla Ilha do Retiro: al minuto 37, Régis scambia con Leandro e tocca per Ricardo Conceição, che ha solo il compito di appoggiare in rete. È la prima rete della Chapecoense nella massima serie nazionale. Peccato che a vincere sia lo Sport, 2-1 con reti di Rithely e Ananias, quest’ultimo con un gran destro all’incrocio un minuto dopo il momentaneo pari dei catarinensi. Soffre ancora il Vitória, anche se con l’Atlético Paranaense pareva essere la giornata buona: Dinei e l’interessante José Welison portano avanti il Leão da Barra a Pituaçu, ma 5 minuti di blackout, coincisi con la prima rete in carriera di Mosquito e la botta di Marcelo sotto la traversa, mettono ancor più pressione a Ney Franco. 0-0 nell’anticipo tra Coritiba e Santos, bene Bahia e Goiás: 2-0 tricolor a un modesto Figueirense, costretto a giocare a Barueri davanti a 777 paganti, 1-0 dell’Esmeraldino al Criciúma, firmato dalla bandiera Amaral. Per Ricardo Drubscky è la miglior vendetta possibile.

 

RISULTATI SECONDA GIORNATA

Coritiba 0-0 Santos

Palmeiras 0-1 Fluminense

Cruzeiro 1-1 San Paolo

Corinthians 2-0 Flamengo

Vitória 2-2 Atlético Paranaense

Botafogo 2-2 Internacional

Figueirense 0-2 Bahia

Goiás 1-0 Criciúma

Sport 2-1 Chapecoense

Grêmio 2-1 Atlético Mineiro

 

CLASSIFICA

Fluminense 6

San Paolo 4

Corinthians 4

Atlético Paranaense 4

Cruzeiro 4

Internacional 4

Sport 4

Goiás 4

Bahia 3

Grêmio 3

Palmeiras 3

Santos 2

Coritiba 2

Vitória 1

Atlético Mineiro 1

Flamengo 1

Chapecoense 1

Botafogo 1

Criciúma 0

Figueirense 0

  • Manuel

    Incredibile…comanda l’unica squadra che non doveva nemmeno esserci in questo torneo!

    Delusione santos,x il momento,solo 2 punti con sport e coritiba…speravo almeno in qualcosa in +!

    Spero migliori presto! Forza!!!