Brasile: bagarre a Rio, si sblocca Vágner Love

Gilberto contro Christiano: 1-1 tra Vasco e Botafogo (foto: Fernando Soutello/AGIF/GazetaPress)
Gilberto (Botafogo) contro Christiano: 1-1 nel clássico (foto: Fernando Soutello/AGIF/GazetaPress)

5 squadre in corsa per 4 piazze disponibili. Raramente, a un paio di giornate dal termine del Carioca, si era giunti a una situazione così. Di certo, il pareggio nel clássico dell’amicizia tra Vasco da Gama e Botafogo non contribuisce a sbrogliare la matassa. Al Maracanã termina 1-1, con vantaggio cruzmaltino firmato allo scadere del primo tempo da Gilberto (omonimo del laterale in campo dalla parte opposta) e pari bianconero con Roger Carvalho, l’ex Bologna, a inizio ripresa. Gara equilibrata, con il Botafogo che, sullo 0-0, colpisce una traversa con Diego Giaretta. Curiosità: mancano i due portieri titolari, il nazionale Jéfferson e l’infortunato Martín Silva. Ma i sostituti Renan e Jordi se la cavano tutto sommato bene. Per le due contendenti, ora, la classifica sorride ma non lascia completamente tranquilli. Anche se, a 180′ dal termine, entrambe hanno il destino nelle proprie mani.

TUTTO DA DECIDERE – Ad approfittare del pari del Maracanã è il Flamengo, ora solo in vetta: i rossoneri ringraziano Paulo Víctor, che col Bonsucesso para un rigore, il nono su 23 totali in carriera. “Il mio segreto? Non ve lo dico, altrimenti poi non ne paro più nemmeno uno…” dice. L’autore dell’1-0 è il solito Marcelo, capocannoniere con 9 reti, quindi a rimpinguare il bottino è il classe ’97 Matheus Savio, al primo centro da professionista. Doppio Fred concretizza la rimonta del Fluminense: 4-2 al Barra Mansa, due successi su due con Ricardo Drubscky in panchina e Tricolor nuovamente in corsa per le semifinali. Ma occhio al Madureira, che può qualificarsi già nel prossimo turno (il penultimo) e intanto supera anche l’ostacolo Macaé (1-0).

CON TANTO LOVE – Nel Paulistão si intrecciano consuetudine e novità. La consuetudine l’ennesimo clean sheet del Corinthians (che però a metà settimana aveva vinto 5-3 col Penapolense…): stavolta è 1-0 col Bragantino. La novità? Il primo gol di Vágner Love con la maglia del Timão. “Sapevo che sarebbe arrivato. L’importante era soltanto non farsi prendere dall’ansia” dice l’ex CSKA. Discretamente insolita è anche la difficoltà delle grandi: male il Palmeiras, ko col Red Bull Brasil per mano dell’ex Corinthians Lulinha, malino il Santos, salvato da Gabigol col São Bento. Ma per entrambe la qualificazione ai quarti è cosa fatta da tempo.

“URAM, PORTAMI AL SAN PAOLO” L’ansia che Love cerca di scacciare sta invece pervadendo l’ambiente conturbato del San Paolo. Che rifila un tris al Linense, ma deve sopportare la contestazione della propria torcida, inviperita per il rendimento altalenante della squadra. Contestazione a base di ironia, per una volta: vari tifosi si danno appuntamento all’esterno del Morumbi fingendo una sessione d’allenamento, con l’intuito di “mettersi in mostra” e tentare di rubare il posto a giocatori accusati di scarso impegno. “Io gioco con grinta e cuore” recita uno striscione. Eduardo Uram, piazza pure me in rosa” è il contenuto di un altro, indirizzato verso il potentissimo agente che cura gli interessi di vari atleti sãopaulini.

La protesta della tifoseria del San Paolo (foto: Marcelo Prado)
La protesta della tifoseria del San Paolo (foto: Marcelo Prado)

QUASI TUTTO DEFINITO – Definitivamente superati i patemi di inizio stagione, Grêmio e Internacional volano: per entrambe, il pass per i quarti del torneo gaúcho è matematicamente acquisito. Lo è anche, per le semifinali del campionato mineiro, per Cruzeiro, Atlético Mineiro e per la sorpresa Caldense. Mentre per il quarto posto utile si deciderà tutto negli ultimi 90 minuti: in corsa Tombense e América-MG, ancora a pari punti dopo l’1-1 dello scontro diretto. Niente impresa per l’Atlético Paranaense: il Londrina vince 1-0, il Furacão è estromesso dalle prime 8. Joinville e Figueirense comandano l’esagonale finale del Catarinense. Goiás e Itumbiara primi nei due gironi del Goiano. Ma è la Copa do Nordeste a entrare nella sua fase più calda: Bahia, Sport, Ceará e Vitória sono le 4 semifinaliste.