Brasile 2014: Perù e Bolivia salutano con un pareggio

Foto: AFP
Foto: AFP

La malinconia di un arrivederci senza risultato. Perù e Bolivia, entrambe ampiamente fuori dai giochi per il Mondiale brasiliano, giocano l’ultimo atto delle loro qualificazioni nel desolato Estadio Nacional di Lima, vuoto. L’atmosfera non è delle migliori: niente qualificazione, niente pubblico, nessun obiettivo. È dura trovare stimoli in condizioni simili. Era l’ultima gara in Nazionale del CT peruviano Sergio Markarián, e forse anche di Claudio Pizarro (che ci lascia con l’enigmatico “Non so se giocherò ancora in Nazionale”).

LA CRONACA

Nonostante le funeree premesse, la partita non è stata giocata da morti viventi. I giocatori in campo hanno deciso di ravvivare il nero clima dello stadio Nacional con una gara piuttosto vivace: la Bolivia aderisce nuovamente allo schema con l’unica punta Moreno, mentre il Perù presenta la novità Ávila a fianco del solito Pizarro, sempre più dubitoso sul prosieguo della sua esperienza in Nazionale. Il primo tempo è all’insegna degli attacchi peruviani: le linee boliviane appaiono confuse e mal disposte, e al 18′ Yotún segna l’1-0 dei bianco-rossi: inserimento e gol senza grandi difficoltà, esultanza tra i mesti applausi degli scarsi spettatori, appartenenti alle commissioni tecniche. Nonostante le ripetute insistenze, i peruviani non riescono a raddoppiare (buona la prestazione di Quiñónez) e al 46′ minuto del primo tempo subiscono il pareggio boliviano. Tiro di Moreno, respinta larga di Penny e gol di Diego Bejarano (uno dei tre Bejarano presenti in campo).

Nel secondo tempo la Bolivia si riorganizza e prende sempre maggior fiducia, facendo vedere buone cose e soprattutto guadagnando il controllo della gara. L’ingresso di Arce a supporto di Moreno riequilibra la formazione Verde, che esce dal guscio. Numerose le occasioni per la Bolivia, ma il risultato non cambia: all’84’ traversa di Reyna che quasi porta in vantaggio il Perù, ma niente di fatto. La partita si conclude sull’1-1, con la Bolivia più convincente nel secondo tempo.

Spunti di riflessione: Bolivia e Perù devono cambiare mentalità e guadagnare sicurezza e fiducia nei propri mezzi, o ripetere le buone cose degli anni ’80 (Perù) e ’90 (Bolivia) sarà difficile. Le basi su cui rifondare ci sono: una maggiore attenzione alla gestione dei giovani e una mentalità più “internazionale” potrebbero portare a buoni risultati per entrambe le Nazionali. Servono pazienza, impegno e gli uomini giusti.

IL TABELLINO

Perù 1
Bolivia 1

Perù: Penny; Advíncula, Duarte, Zambrano, Yotún; Benavente (46′ Reyna), Ballón, Lobatón, J. Vargas; Ávila (60′ Carrillo), Pizarro. CT: Markarián.
Bolivia: Quiñónez; Zenteno, Raldes, Gutiérrez, Di. Bejarano (86′ E. Rodríguez); M. Bejarano, Veizaga, Da. Bejarano (46′ J.C. Arce); E. Rojas (75′ Arrascaita), Chávez; M. Moreno. CT: Azkargorta.
Gol: 18′ Yotún, 45+1′ Di. Bejarano (BOL).
Arbitro: Cáceres (PAR).