Botafogo: Cajo Junior nuovo allenatore

Dopo un solo giorno dalle dimissioni di Joel Santana, il Botafogo ha già annunciato il nome del nuovo allenatore: contro le previsioni, che davano come nuovo tecnico uno tra Muricy Ramalho e Adilson Batista, la panchina è andata a Caio Junior, appena svincolato dai qatarioti dell’Al-Gharafa.

Caio Junior

Colpo a sorpresa della dirigenza del Botafogo: il nuovo allenatore non sarà né Muricy Ramalho, appena dimessosi dal Fluminense, né Adilson Batista, recentemente silurato dal Santos. Il tecnico scelto dal Fogão è Caio Junior, allenatore giramondo che ha terminato la sua avventura in Qatar con l’Al-Gharafa solo due settimane fa. Il 46enne di Cascavel ha firmato fino a dicembre e sarà al lavoro da sabato.

CHI È CAIO JUNIORLuiz Carlos Saroli, detto Caio Junior, è nato a Cascavel, nel Paraná, l’8 marzo del 1965. Ha giocato nel ruolo di attaccante per diverse formazioni, debuttando nel 1985 con il Grêmio (subito capocannoniere con 15 reti nel Campeonato Gaúcho), vincendo per tre volte il torneo statale prima di trasferirsi in Europa, con i portoghesi del Vitória (1987-92) e dell’Estrela Amadora (92-94). Nel 1995 il ritorno in patria con l’Internacional, con cui vince di nuovo il torneo statale. Chiusa la carriera di giocatore nel 1999 tra le fila del Rio Branco inizia subito ad allenare, e cambia molte panchine: tre anni al Paraná, poi Cianorte, Londrina, ancora Cianorte, Gama, ancora Paraná, Palmeiras, Goiás, Flamengo. Nel 2009 tenta la grande avventura in Asia: lo chiama il Vissel Kobe, Giappone, poi una stagione dopo passa all’Al-Gharafa, dove trova Juninho Pernambucano e vince un campionato più due coppe. Due settimane fa lo strano esonero, di fatto deciso in accordo con la società; infine oggi, il ritorno in patria.