Bolivia – Sport Boys ancora sconfitto, si riapre il semestre

Probabilmente pensavate che questo fosse l’anno buono per la sorpresa Sport Boys. Illusi. Se c’è una cosa che la Primera Division boliviana ci ha insegnato in questi anni è quella del diffidare dalle cosiddette matricole terribili.

wilstermann-diez_2

Solo quindici giorni fa la compagine allenata dall’argentino Leeb era saldamente in cima alla classifica, ma sono bastate due sconfitte di fila per riaprire il semestre. Già, perché nel frattempo Bolivar e The Strongest si sono rifatte sotto, e se dopo il clasìco paceño sembrava che il Tigre fosse definitivamente fuori, il pari di ieri sera della Celeste ha permesso a The Strongest di riavvicinarsi. Insomma, ne vedremo ancora delle bella.

Nell’anticipo di venerdì lo Sport Boys, come detto, subisce il secondo stop di fila; questa volta la compagine warmeña cade a Cochabamba, sul campo del Jorge Wilstermann, sottolineando come il rendimento esterno continua a rappresentare un problema per il sodalizio proveniente dalla provincia di Santa Cruz. La sconfitta però è di quelle che fanno male, perché dopo aver retto – tutto sommato bene – botta a los aviadores, negli ultimi otto minuti lo Sport Boys cede e viene giustiziato da Diaz ed Iribérri, per la sconsolatezza del proprio tecnico: “Avevamo preparato bene questa gara – ha detto Leeb – la temevo, ma il punto sarebbe stato meritato. Peccato per gli episodi“.

Così, con lo Sport Boys fermo a quota 35, il Bolivar aveva una ghiotta occasione per prendersi il primo posto. Occasione, in un semestre da “ciapa no“, ovviamente fallita; la Celeste infatti non riesce ad andare oltre ad un 2-2 pieno di recriminazioni sul campo del Blooming, dopo essersi fatta riprendere da un gol di Saucedo nei minuti di recupero. Prima, i gol di Lizio e del solito Callejon avevano ribaltato una contesa aperta al 43° da Vaca. Ad approfittare dei due stop sopra menzionati è allora The Strongest, che a La Paz si sbarazza 4-2 del Nacional di Potosì salendo a quota 33. A sbrigare la pratica il Tigre ci mette poco più di un’ora, il tempo di dare a Neumann e Ramallo le occasioni per le due doppiette, accorciate parzialmente nel finale dagli inutili gol di Alessandrini e Tobar.

Un gol di Soliz permette al Ciclon di inanellare la quarta vittoria consecutiva e – visto il periodo di grazia – di ipotecare la salvezza nello scontro diretto contro il Petrolero de Yacuiba. Successo importante, in rimonta, del San José sulle alture di Potosì, dove il Real passa in vantaggio con Alvarez, ma viene raggiunto e superato dalle reti di Calderon, Puma e Mendez. Infine, gol ed emozioni arrivano da Sucre, dove l’Universitario ha la meglio per 3-2 sull’Oriente Petrolero; Gasoléro due volte avanti con Alcides Peña, ma la U prima incassa i colpi, poi reagisce e nel finale – dopo i gol di Melgar e Bravo – trova la vittoria grazie ad un golazo di Fierro.

RISULTATI 17° TURNO
Jorge Wilstermann 2-0 Sport Boys
Blooming 2-2 Bolivar
The Strongest 4-2 Nacional Potosì
Real Potosì 1-3 San José
Universitario 3-2 Oriente Petrolero
Ciclon 1-0 Petrolero de Yacuiba

CLASSIFICA – Sport Boys 35; Bolivar 34; The Strongest 33; Universitario 28; Jorge Wilstermann 27; Ciclon 24; Oriente Petrolero 23; Blooming 21; Petrolero de Yacuiba 17; San José 14; Real Potosì e Nacional Potosì 13.