Bolivia – A novanta minuti dal termine continua il testa a testa tra Bolivar ed Oriente

IMG

A novanta minuti dal termine del semestre, in Bolivia i discorsi per il titolo rimangono apertissimi. Bolivar ed Oriente Petrolero si apprestano a vivere gli ultimi novanta minuti, in programma nel prossimo weekend, con animi opposti; la positività dell’ambiente celeste è contagiosa, tanto che in città girano t-shirts celebrative di quello che sarà, mentre l’Oriente – nonostante il semestre quasi perfetto – sembra destinato a veder svanire tutte le proprie speranze.

In attesa della prossima giornata, l’ultima, che porterà entrambe a giocare in trasferta contro squadre senza alcune velleità (The Strongest e Blooming sono già certe del loro prossimo futuro), Bolivar e Oriente Petrolero massimizzano le prestazioni sotto tono del weekend portandosi a casa tre punti ciascuna.

Una rete segnata da Eguino permette ai ragazzi di Azkargorta di battere un generoso Jorge Wilstermann, squadra che per lunghi tratti sembrava poter competere per le prime posizioni prima di cadere in disgrazia nell’ultimo mese. La prova dell’Academia, come detto, non è stata indimenticabile e per la prima volta da inizio semestre, nessuno dei due attaccanti (Callejon e Tenorio) è andata a segno. Proprio l’assenza di vena offensiva ha limitato il Bolivar, costretto a farsi risolvere la grana Wilstermann da un difensore.

Con tre reti, le prime due segnate in poco più di mezz’ora, l’Oriente Petrolero si sbarazza dello Sport Boys Warnes, compagine poco incline alla vittoria (solo due in 21 incontri, al fronte di 11 pari e 8 sconfitte). Ad aprire le marcature ci ha pensato il solito Alcides Peña, che al quarto d’ora finalizza un’azione personale e al 37° serve a Yasmani Duk la palla del raddoppio. E’ sempre di Duk il sigillo finale, che certifica il successo nel derby del club di Santa Cruz.

Poco da segnalare nelle altre partite in programma. The Strongest mette fine alla sua striscia positiva cadendo a Sucre, sul campo degli ormai ex campioni in carica dell’Universitario. La U, che nel 2015 sarà attesa dal difficile impegno in Libertadores, rimonta nel finale un doppio svantaggio maturato a cavallo dei due tempi. Sono infatti Escobar e Melgar a portare avanti il Tigre, incanalando l’incontro sui binari più congeniali, ma il crollo mentale finale dell’Aurinegro porta una reazione insperata dei locali. In cattedra ci sale (come al solito) la punta argentina Palavicini, che negli ultimi dieci minuti mette a segno una tripletta da applausi.

Con le reti di Sossa e Zabala il San José regola 2-0 il Blooming, mentre il Petrolero de Yacuiba – con il medesimo finale – batte un irriconoscibile Real Potosì (a segno Nacho e Quinones). Infine, bella partita tra Nacional e Universitario de Pando. La Banda vince 3-2 grazie alle marcature – tutte nei primi minuti di gioco – di Charles, Justiniano e Dury, che rendono inutile la pur bella doppietta di Castedo.

RISULTATI 21°TURNO
Nacional Potosí 3 – 2 Universitario Pando
Petrolero Yacuiba 2 – 0 Real Potosí
San José 2 – 0 Blooming
Club Universitario 3 – 2 The Strongest
Bolívar 1 – 0 Wilstermann
Oriente Petrolero 3 – 0 Sport Boys

CLASSIFICA – Bolivar 43, Oriente Petrolero 42, The Strongest e San José 34, Blooming e Jorge Wilstermann 31, Real Potosì 30, Universitario 29, Nacional Potosì e PEtrolero de Yacuiba 26, Sport Boys 17, Universitario de Pando 9.