Bolivia – Comanda l’Oriente Petrolero: Souza gol condanna il Bolivar

oriente

Oriente Petrolero e The Strongest hanno letteralmente monopolizzato il primo mese di Primera Division boliviana.

Il Gasoléro è primo, e la notizia non è tanto questa in sè, quanto il fatto che – dopo le ultime deludenti stagioni – il sodalizio di Santa Cruz de la Sierra si ritrova incredibilmente a lottare per obiettivi che da anni gli sono stati preclusi da poca organizzazione e mancanza di lungimiranza.

Il big match di giornata si giocava a La Paz, ed è proprio l’Oriente ad avere la meglio sul Bolivar nella partita più importante di questo primo scorcio di stagione. La vittoria arriva nella maniera più bella, dopo novanta minuti di lotta e sofferenza. Soprattutto nel primo tempo, quando la Celeste sfiora il vantaggio a più ripresa, ma il portiere ospite Galindo ferma in rapida sequenza i tentativi di Capdevila, Cellerino e Flores. Alla prima sortita offensiva della ripresa, Souza la sblocca con un destro dal limite dell’area che non lascia scampo a Quinonez, incanalando il match su binari clamorosamente insperati. Il Bolivar prova la reazione con gli innesti di Callejon e Fierro, ma il fortino dell’Oriente Petrolero regge sino alla fine: “Contento per la vittoria – ha detto il dt colombiano Gutierrez – questo è un campo difficile per via dell’altura. Grande impresa, la nostra“. Su sponda Bolivar invece continua il silenzio stampa imposto da Claure una settimana fa: Beñat San José potrebbe essere già in discussione.

A sorridere è così l’altra metà di La Paz. The Strongest sbanca Cochabamba, tana dei campioni in carica dello Jorge Wilstermann, con un rotondo 3-0 che matura al termine di un match senza storia. Troppo superiore il Tigre, poco incisivi los Aviadores, condannati da due reti nel primo tempo causate da amnesie difensive colossali. La tattica del fuorigioco sbagliata permette a Vargas di sbloccare la contesa, mentre marcature troppo blande regalano a Ballivian la palla in mischia per il raddoppio. Nella ripresa è invece Bejarano a pescare la traiettoria giusta da fuori area, mettendo il punto esclamativo ad una prova corale superlativa.

Il primo clasíco potosíno del semestre va al Real, che regola i rivali del Nacional con un bel 3-1 e li condanna all’ultimo posto nella tabla acumulada, in piena lotta salvezza. Mattatore del match Edwin Alpire, autore di una doppietta – inframezzata dal rigore di Sanguinetti per la Banda – e di un assist decisivo per il bomber del Real Rojano. Secondo successo per il Guabirà, a punteggio pieno in casa: le doppiette di Castillo ed Espinoza, più il gol di Melgar, condannano il San José ad un 5-2 che non lascia spazio ad interpretazioni. Terminano 0-0 Sport Boys – Petrolero de Yacuiba e Blooming – Universitario.

RISULTATI E CLASSIFICA