Bolivia – Al Bolivar il clasico numero 201

bolivar

Un golázo di Callejon e l’acuto finale di Maygua, a tempo scaduto, consegnano al Bolivar il derby di La Paz contro The Strongest. La serata di La Paz si conclude così, con un clasíco dalle mille emozioni iniziato nel primo pomeriggio fuori dallo stadio, quando alcuni tifosi hanno creato scompiglio, arginati prontamente da qualche centinaio di agenti. Sistemate le cose di contorno, in campo Bolivar e The Strongest non se le sono mandate a dire: match confuso, duro, rude, che la Celeste è stata brava ad aprire e chiudere nei momenti più opportuni. Dopo tre minuti lo spagnolo Callejon, sempre in odore di naturalizzazione, spara un destro imparabile all’incrocio dei pali, e pochi istanti dopo Matias Alonso fallisce il rigore del possibile pari. La massima punizione, concessa per un intervento con la mano di un difensore del Bolivar, viene intuita da Quinonéz. Il pari arriva al 21°: Gutierrez va via sulla fascia e con cross perfetta pesca la testa di Arteaga, bomber venezuelano ex Palermo. Nel secondo tempo succede poco, fino al diagonale di Maygua, che si insacca nell’angolino basso a sinistra di Vaca, facendo esplodere la metà académica dell’Hernando Siles.

Il Bolivar è l’unica squadra che, dopo due match, procede a punteggio pieno in classifica. Dietro alla Celeste ci sono i campioni in carica dello Jorge Wilstermann, vittoriosi 2-1 in rimonta sullo Sport Boys. Il neopromosso Guabirá regola 2-1 il Nacional Potosì, mentre il San José si sbarazza con un secco 2-0 dell’Oriente Petrolero davanti ai propri tifosi. Ai 3900 metri di Potosì, il Real B (sarà impegnato in Sudamericana) cade 2-1 sotto i colpi dell’Universitario. Un gol di Escalante permette al Petrolero de Yacuiba di regolare il Blooming.

RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICA