ARGENTINA – Villalba stende l’Independiente: il San Lorenzo torna primo. Bene anche Central e Racing

imageDopo gli anticipi del venerdì (1-1 tra Crucero del Norte e Atletico Rafaela, vittoria 2-1 del Temperley sul Colón), la nona giornata di Primera División rivolgeva tutte le attenzioni al Nuevo Gasometro. A Boedo, ospite del San Lorenzo, arrivava l’Independiente, che, dopo un inizio di stagione deludente, provava a ripartire proprio dal primo big match del suo campionato. Se si analizza la prestazione, il Rojo sembrerebbe tutto tranne che una squadra in crisi. Peccato però che il risultato, anche questa volta, sia negativo. È il San Lorenzo a spuntarla, grazie a un siluro di Villalba arrivato poco prima dell’intervallo. Ma è un risultato bugiardo, perché è stato l’Independiente a fare la partita dall’inizio alla fine, creando anche delle occasioni, soprattutto nel primo tempo. La più clamorosa, ancora sullo 0-0, ce l’ha avuta Riano, che a tu per tu con Torrico si è fatto ipnotizzare dal portiere del Ciclón, in precedenza già più volte impensierito dai continui tentativi dalla distanza di Mancuello. Nella ripresa, invece, l’Independiente può recriminare soprattutto per un mani in area di Buffarini non sanzionato dall’arbitro. Almirón, per una volta, sarà contento della prestazione dei suoi, ma la situazione è critica. Il San Lorenzo vince e ritrova la vetta della classifica, in attesa della gara del Boca di stanotte. Mentre l’Independiente è giù, a ben otto punti di distanza.

A condividere momentaneamente la vetta della classifica con il San Lorenzo c’è il Rosario Central. Contro il San Martín di San Juan, gli uomini di Coudet faticano tantissimo, ma alla fine portano a casa un successo che spezza la striscia di tre pareggi consecutivi. Ad aprire le danze ci pensa Emanuel Cervi, ben servito da Marco Ruben (per una volta in versione assistman). Ma a 10′ dal termine il San Martín pareggia, grazie al colpo di testa di Facundo Pumpido. A far esplodere il Gigante de Arroyito ci pensa allora Alejandro Donatti, che sull’ultimo pallone della gara salta più in alto di tutti e con un gran cabezazo sigla il gol che vale i tre punti.

Vince anche il Racing, che batte (anche lui a fatica) 2-0 l’Huracán. In una gara con tante seconde linee da entrambe le parti in vista degli impegni di Libertadores, l’Huracán si ritrova costretto a giocare tutto il secondo tempo in inferiorità numerica per l’espulsione di Guillermo Sotelo. Il Globo resisterà fino a quarto d’ora dalla fine, quando un colpo di testa di Nicolas Sanchez porta avanti il Racing. Poco dopo, un gran gol di Carlos “Discoteca” Nunez chiude i conti e regala i tre punti all’Academia.

Finisce con uno spettacolare 2-2 la gara tra Godoy Cruz e Vélez. Mariano Pavone porta due volte avanti gli ospiti, raggiunti però una prima volta da Miguel Fernandez e una seconda da Ayovi. Torna alla vittoria anche il Gimnasia La Plata. Al Bosque, è l’Aldosivi a portarsi in vantaggio con Jose Sand. Nella ripresa, però, il Gimnasia dilaga grazie all’autogol di Ortiz, la rete di Ignacio Fernandez e la doppietta di Antonio Medina, per il 4-1 finale.