Argentina: sorpresa Arsenal, ma il San Lorenzo può mettere la freccia

La gioia dei giocatori dell'Arsenal dopo il vantaggio di Carrera (foto: Télam)
La gioia dei giocatori dell’Arsenal dopo il vantaggio di Carrera (foto: Télam)

Campione a giugno di un anno fa, l’Arsenal sogna di nuovo in grande. Tante cose sono cambiate da allora, come l’affiatata coppia difensiva formata da Lisandro Lopez e Guillermo Burdisso e non solo. Ma l’artefice del miracolo, Gustavo Alfaro, è rimasto. E ora inizia ad accarezzare l’idea di aggiungere un altro campionato a quello di 15 mesi fa e alla Copa Sudamericana vinta nel 2007, considerato soprattutto che, dopo 9 turni dell’Inicial, la squadra di proprietà di Grondona ancora non ha conosciuto la sconfitta.

SHOW DI CARRERA – 4 vittorie e 5 pareggi: l’ultimo a fare le spese della vena dell’Arse è stato il Godoy Cruz, steso ieri sera da una rete del giovane Ramiro Carrera, al secondo centro in campionato dopo quello all’Olimpo un mese fa. Bella, la girata con cui dopo nemmeno 10 minuti della ripresa si libera di Grimi prima di battere Carranza con un destro tanto debole quanto angolato. E proprio il 19enne (ne farà 20 a ottobre) esterno, al primo anno da pro, aveva colpito una clamorosa traversa al 12′ del primo tempo con un gran destro da fuori. Tomba in 9 per le espulsioni di Sigali e Lértora. Mentre Alfaro la butta lì: “Siamo contenti di quello che stiamo facendo”. Ma forse, sotto sotto, un pensierino al titolo lo sta facendo pure lui.

OCCASIONE CICLÓN Arsenal unica imbattuta dell’Inicial, dunque. Nemmeno il Newell’s, capolista a pari punti, è riuscito a fare tanto. In vetta è una bella lotta: poco sotto c’è il San Lorenzo, risorto nonostante un paio di sconfitte consecutive e il gravissimo infortunio a Cauteruccio. Stasera il Ciclón se la vede al Nuevo Gasometro col Gimnasia La Plata, altra bella realtà. Vincendo, in attesa dell’impegno del NOB (domani sera, in casa contro l’Argentinos Juniors), gli uomini di Pizzi si porterebbero al comando superando anche l’Arsenal. Davanti ancora Verón, sostituto del Caute. Mentre il Lobo non ha il talismano Correa, 2 reti nelle prime 2 apparizioni argentine compresa quella nel derby con l’Estudiantes: dentro il Memo Borghello.

SFILZA DI PAREGGI – Non c’è solo l’alta classifica, però, ad agitare gli animi. In fondo, la tabla de descenso fa paura. Anche al Rosario Central, attualmente penultimo e incapace di portare via i 3 punti dal campo di un All Boys ridotto in 10 per un’ora: rosso a Espinoza, poi ci pensa Carrizo a pareggiare il momentaneo vantaggio dell’Albo firmato dal solito Matos. 0-0, infine, tra Estudiantes e Vélez Sarsfield: da segnalare una traversa colpita di testa dal pincharrata Martínez a una decina di minuti dal termine, ma per il resto poco altro accade all’Estadio Unico. In serata si gioca anche Atlético Rafaela-Olimpo, sfida salvezza che riguarda soprattutto l’Aurinegro di Bahia Blanca, con la peggiore media partite/punti del gruppo.

 

Il programma

Arsenal 1-0 Godoy Cruz

All Boys 1-1 Rosario Central

Estudiantes 0-0 Vélez

San Lorenzo-Gimnasia La Plata stasera ore 21.00

Atlético Rafaela-Olimpo stasera ore 22.15

Newell’s-Argentinos Jrs domani ore 21.00

Tigre-Colón domani ore 21.15

Belgrano-Racing domani ore 22.00

Boca Jrs-Quilmes domani ore 23.20

Lanús-River Plate lunedì ore 02.15

 

Classifica

Arsenal 17

Newell’s 17

San Lorenzo 16

Gimnasia La Plata 14

Argentinos Jrs 14

Lanús 13

Vélez 13

Boca Jrs 13

Estudiantes 12

Godoy Cruz 12

River Plate 11

All Boys 10

Colón 10

Atlético Rafaela 10

Quilmes 10

Belgrano 9

Rosario Central 8

Tigre 7

Olimpo 6

Racing 2