Argentina: San Lorenzo primo, ma il Quilmes gli ruba la scena

Il Quilmes vince ancora (taringa.net)

La lotta in vetta è appassionante, e sicuramente dopo questa sera ne sapremo di più. La squadra del momento in Argentina è però il sorprendente Quilmes, completamente rinato dopo il cambio di allenatore avvenuto un mese. L’allontanamento di Falcioni ha portato dalle parti del “Centenario” Facundo Sava, uno che di gavetta ne ha fatta parecchia alla guida di Union e San Martìn, prima di emigrare in Cile.

Il Quilmes vince ancora (taringa.net)
Il Quilmes vince ancora (taringa.net)

Ebbene, dall’avvento del “colorado” il Cervezéro non ha più perso, inanellando cinque vittorie di fila (una di queste in Copa Argentina) pur avendo perso il suo uomo migliore, Diego Buonanotte, nell’ultima sessione di mercato. Il lavoro di Sava è stato rapido e meticoloso su una squadra che in 17 partite aveva vinto solo quattro volte, soprattutto dal punto di vista psicologico dove ha preso alcuni elementi di esperienza catechizzandoli a dovere. Avete delle responsabilità verso i tifosi, è stato il succo del discorso, quindi tiriamo fuori gli attributi e togliamoci qualche soddisfazione. L’ultima in ordine cronologico arriva sul campo dell’Olimpo, battuto 1-0 in quel di Bahia Blanca da un gol di Lucas Perez Godoy, uno dei gregari sui quali il dt conta tantissimo. Nonostante l’assenza (importante) di Bieler, il Quilmes spazza via anche l’ostacolo aurinegro e conquista punti vitali in chiave promedio.

SAN LORENZO E RACING CHIAMANO… – … in attesa che il Boca Juniors risponda. Con gli Xeneizes impegnati questa notte, Ciclòn e Academia vincono i loro rispettivi match non con qualche difficoltà. La squadra di Bauza, ora capolista a quota 46, ha la meglio sull’Argentinos Juniors alla sesta sconfitta nelle ultime otto uscite. Il Bicho non vince da maggio, nonostante quest’ultima prova sia stata convincente dal punto di vista caratteriale. Il problema sono i troppi svarioni difensivi, sui quali il Cuervo non ha fatto fatica a costruire il successo. A sbloccare il risultato è il solito Matias Caruzzo in mischia, mentre alla mezz’ora Hector Villalba mette dentro la palla dello 0-2. Finita? No, perchè nella ripresa i padroni di casa si svegliano e in cattedra ci sale il talento di casa Ezequiel Ham, bravo ad accorciare le distanze e poi a servire la palla del pari al mancino di Garré. Ma nel finale arriva l’episodio chiave, contestato dall’Argentinos: Buffarini va giù in area, forse esagerando la caduta, e Ortigoza trasforma il rigore decisivo. Si apre dagli undici metri anche Racing – Arsenal; Milito segna dal dischetto l’1-0, Sarulyte pareggia di testa nella ripresa, ma a pochi minuti dal termine una zuccata del “tanque” Pavone regalal i tre punti alla squadra di Cocca. Nell’ultimo match, pari tra San Martìn ed Independiente: apre Ledesma su rigore per il Verdinegro, pareggia Victorino.