Argentina, ritorno sul mercato per le deluse della prima fecha. Fideleff è del Tigre, niente River per Hauche

Il calcio insegna che fare bilanci e trarre conclusioni affrettate dopo soli 90 minuti di gioco, è (quasi) sempre un errore. Difficile però far trapelare questo concetto ai tifosi, soprattutto quelli ‘caldi’ come gli argentini: ed è così che la prima giornata del campionato albiceleste porta alcune dirigenze a tentare ancora qualche movimento di mercato, con la speranza di rivitalizzare la squadra e tranquillizzare un ambiente che va già surriscaldandosi più del dovuto.

Ignacio Fideleff, arriva al Tigre in prestito
Ignacio Fideleff, arriva al Tigre in prestito

Il Tigre esce dalle mura amiche con una sconfitta per 2 a 1 ad opera dei campioni della Superfinal della temporada 2012/2013 – il Vélez – e decide subito di rinforzare il proprio reparto arretrato: Ignacio Fideleff, talento mai sbocciato a Napoli, fa ritorno in patria con tanta voglia di riscatto. Il difensore di Rosario, 24 anni, ha giocato l’ultima stagione in prestito al Maccabi Tel-Aviv (solo 11 presenze per l’ex Newell’s) e con la stessa formula ha deciso di accettare il progetto propostogli da Diego Cagna. Il tecnico del Matador è in pressing anche per il ritorno in Argentina del laterale destro Pablo Pintos, uruguaiano ex San Lorenzo, ora in Turchia col Kasimpasa.

Capitolo River. La squadra di Passarella rischia davvero di affrontare tutto l‘Inicial con una sola vera punta, che risponde al nome di Téo Gutiérrez. Ieri è infatti sfumata anche la possibilità di ingaggiare Gabriel Hauche: el Diablo, reduce da un semestre di sole ombre con il ChievoVerona, aveva manifestato la sua determinazione nel volersi trasferire a Núñez – temendo un altro semestre di panchina con il Racing -, ma l’esordio con l’Academia nella prima giornata ha reso impossibile il suo passaggio al River. Luis Belvedere, procuratore del centravanti, ha confermato che l’AFA ha bloccato il trasferimento dal momento che il giocatore è sceso in campo già con la maglia del Racing.

Facundo Parra, vicino il suo ritorno al Rojo
Facundo Parra, vicino il suo ritorno al Rojo

Anche in B Nacional c’è chi se la passa male. L’Independiente non vede ancora la fine del tunnel e dopo la sconfitta all’esordio assoluto in cadetteria – 2 a 1 con il Brown de Adrogué – si è tuffato nuovamente sul mercato. Ignorato l’aiuto del figliol prodigo Agüero, disposto a pagare di tasca propria cinque nuovi acquisti per il club che l’ha lanciato, salario a parte, Cantero ha accelerato per chiudere la trattativa riguardante Facundo Parra. L’ex punta dell’Atalanta, da troppo tempo in stand by, sarebbe ormai in dirittura d’arrivo per il suo ritorno al Rojo. Ritorno che coinciderebbe con l’uscita del colombiano Juan Caicedo, destinato ad un altro Independiente, quello di Santa Fe.
In difesa, vicino l’accordo con Maximiliano Paredes del Chacarita Juniors, esterno basso classe 1991; troppo elevate le richieste del Libertad per il paraguaiano Jorge Moreira.