ARGENTINA – Racing, crisi infinita: sconfitto anche a Floresta. Quilmes ok a Victoria, Desabato salva il Pincha

All Boys ok, crisi Racing
All Boys ok, crisi Racing (credito: playfutbol.infobae)

Non c’è pace per il Racing. Nemmeno l’allontanamento del tecnico Luis Zubeldia basta all’Academia per riprendere a fare punti in campionato, dove dopo cinque giornate la classifica piange e conta quattro sconfitte nelle ultime quattro uscite. Solo il pari dell’esordio ha permesso agli albiazules di smuovere la casellina dei punti, ma ovviamente non basta per una squadra che anche quest’anno era annoverata tra le migliori della Primera. Aspettando Ischia, i ragazzi di Redaelli (tecnico ad interim in attesa dell’ufficializzazione) vengono sconfitti anche a Floresta da un All Boys che trova così il primo acuto stagionale.

DECIDE BATTION – E quando le cose vanno male, tranquilli, peggiorano ulteriormente. Già, perchè a condannare l’Academia è un gol al 17° minuto di gioco del centrocampista Roberto Battión, arrivato all’Albo dopo tre intense stagioni passate nell’Independiente. E la cosa si nota subito, dato che quando il classe 1982 cresciuto nell’Argentinos scarica la palla della vittoria alle spalle di Saja si lascia andare ad un’esultanza che non lascia spazio ad interpretazioni. “Abbiamo creato di più e giocato leggermente meglio”, è l’interpretazione di Falcioni; e il tecnico ex Boca non ha torto, perchè dopo il vantaggio i suoi ragazzi legittimano il risultato con un paio di belle trame offensive ottimamente fermate da Saja, ed il Racing che esce solo nel finale quando Nicolas Cambiasso è costretto ad immolarsi per fermare due ottimi tentativi di De Paul e Viola. Un capitolo a parte lo merita Vietto: Lucky Luciano parte per l’ennesima volta in panchina, ed il suo entourage ha già fatto capire che a gennaio è consigliabile per il ragazzo cambiare aria. Nei prossimi giorni vedremo se Ischia saprà rimetterlo in sesto psicologicamente.

TIGRE… UBRIACO, PICHA DI RECUPERO  – Abusare di birra può essere molto pericoloso, e il Tigre lo prova sulla propria pelle perdendo – in casa – un vero e proprio scontro salvezza contro il Quilmes di Nelson Vivas, squadra che si candida ancora come sorpresa del semestre e, in attesa dei posticipi, sale al quinto posto. A decidere la partita di Victoria è una sfortunata autorete di Paparatto, difensore del Matadór generalmente poco benvoluto dai tifosi del Tigre, che devìa nella propria porta una palla strana. Nella ripresa i ragazzi di Cagna provano la reazione, ma senza riuscire a scardinare la muraglia del Cervezero. Ottimo punto in trasferta per l’Estudiantes, che dopo un paio di anni anonimi sembra aver ritrovato almeno la grinta per dire la propria in ogni tipo di situazione. A Rosario, il Newell’s di Berti passa in vantaggio con una bella botta di Pablo Perez e poi spreca ripetutamente il raddoppio. E alla fine, in mischia, il veterano Desabato trova il pareggio a favore del Pincha.