Argentina, primi movimenti di mercato: trio d’assi per il Boca Juniors, Lollo al River Plate

bocajuniors

Terminata la Copa América si accende il mercato argentino. Boca Juniors e River Plate hanno smosso già qualcosa, in entrata (gli xeneizes) oppure in uscita (la Banda). Il prossimo semestre sarà fondamentale per capire chi, nel 2017, tornerà ad essere protagonista in campo internazionale.

MOSSE BOCA – Il Boca Juniors è la società più attiva sul calciomercato. Il presidente Angelici ha fatto sapere che arriveranno parecchi rinforzi alla corte di Schelotto, e che – nonostante alcune cessioni – la squadra rimarrà assolutamente competitiva. Nelle scorse settimane sono stati presentati Walter Bou, Fernando Zuqui e soprattutto Dario Benedetto, mentre gli ultimi rinforzi potrebbero essere ufficializzati ad ore. Si tratta di Alvaro Pereira, terzino ex Inter e Getafe, e Daniel Torres, centrocampista colombiano che tanto bene ha fatto in Copa América. In uscita gli xeneizes salutano, a malincuore, un pezzo di storia del club: il Bichi Erbés va in Messico, e la sua cessione porterà linfa vitale nelle casse societarie. Anche Lodeiro piace in Messico: “Nico vorrei tenerlo, soprattutto perché abbiamo una Libertadores da vincere – ha detto Angelici – ma di fronte a certe cifre non posso rifiutare“.

RIVOLUZIONE RIVER – Barovero, Mercado, Vangioni e presto Mammana. Sono questi gli ultimi quattro, dolorosi addii in casa River Plate, dove il presidente D’Onofrio sta cercando soluzioni per permettere a Gallardo di riscattare lo scialbo semestre giocato fino a maggio. Ieri la società ha presentato Luciano Lollo, centrale difensivo del Racing prelevato al termine di una lunga trattativa. Estenuante rischia di diventare anche il tira e molla per Salazar, terzino destro del Rosario Central, per il quale i Millonarios chiedono un forte sconto. Intanto, dal Portogallo, torna a parlare Téo Gutierrez: “Se il River mi vuole domattina sono lì“, ha detto el Pescador a O’Jogo, “la mia esperienza qui è stata positiva, ma tornare in Argentina non mi dispiacerebbe“.

ALTRI MOVIMENTI – L’Arsenal di Sarandí si rinforza in attacco con un ex promessa del calcio colombiano: Santiago Trelléz. Il Belgrano, persi Prediger, Obolo e Argachá, porta a Cordoba il portiere Montoya (Atletico Rafaela), il mediano Lertora e la punta Maxi Zarate, on fire quest’anno con il Flandria. Pioggia di addi in casa Quilmes: il talentuoso portiere Benitez va al Nizza, e con lui lasciano il Cervezero Braña, Imperiale, Rescaldani, Alegre, Godoy ed il Chirola Romero. Il portiere Chiarini lascia il River Plate per accordarsi con il Sarmiento, mentre Rodrigo Droopy Gomez ed il centrale Aguilera salutano l’Independiente e volano in Messico, per accordarsi rispettivamente con Toluca e Tijuana. Federico Freire è invece il colpo in entrata per il centrocampo per l’Olimpo. Capitolo Tigre: per il club di Victoria c’è un grande ritorno, quello del Cachete Morales, impegnato nelle ultime tre stagioni in Ecuador. Bruno Vides, amico di infanzia di Paulo Dybala, dopo tanti gol segnati in Ecuador torna a casa, al Lanus.